Centro Italia

Montepulciano Informa - la ciclostorica

COMUNE DI MONTEPULCIANO
Provincia di Siena

COMUNICATO STAMPA

“Poggi e buche”, la ciclostorica di Montepulciano. 
Domenica 16 giugno 2024 torna la manifestazione per gli amanti del ciclismo e del buon vivere. Quattro percorsi tra strade bianche e asfaltate, in bici tra i paesaggi della Val di Chiana e della Val d’Orcia. Momenti di convivialità e presentazione di libri. 
  
Tutto pronto per la seconda edizione di “Poggi e Buche”, la ciclostorica di Montepulciano. Dopo il grande successo ricevuto dalla prima edizione, sabato 15 (inizio ritiro pacchi gara e iscrizioni) e, soprattutto, domenica 16 giugno 2024 con la gara vera e propria, torna una manifestazione che ha già conquistato l'attenzione di tutti coloro che amano le due ruote con un tocco vintage, e che amano vivere con lentezza il territorio. Tra Val d’Orcia e Val di Chiana, Poggi e Buche rappresenta un’occasione unica per vivere un territorio sempre sorprendente: Montepulciano, Pienza, Monticchiello, Trequanda, Torrita di Siena, San Quirico d’Orcia, Chianciano Terme, Sarteano, Radicofani, Castiglione D’Orcia si apriranno agli occhi di ciclisti e accompagnatori in tutta la loro bellezza, tra colline e vigneti, scorci medievali e paesaggi mozzafiato. L’evento sportivo è organizzato dalla A.S.D. Cerro Bike con il patrocinio del Comune di Montepulciano, in collaborazione con UISP, Vivi Montepulciano e con il programma televisivo "A ruota libera" in onda su  Ideaplus Tv. 
 
“La storia, l’arte, il vino e le tradizioni sono gli elementi di una terra unica, dove il viaggio diventa emozione e dove sarà sempre più piacevole lasciarsi coccolare tra terme secolari ed eccellenze enogastronomiche. Poggi e Buche è un evento sportivo, ma anche legato al divertimento e al buon vivere: 5 ristori totali, lungo i percorsi, tutti con prodotto enogastronomici tipici. A chi si iscrive verrà consegnato un pacco gara con alcuni prodotti e gadget personalizzati. “Ristorone” finale, al termine delle gare, presso la bellissima cornice della Fortezza di Montepulciano”, è il commento degli organizzatori della A.S.D. Cerro Bike di Montepulciano. 
  
Brocci e un libro su Bartali. Tra gli eventi a corredo della manifestazione, anche la presentazione dell’ultimo libro di Giancarlo Brocci, lo storico fondatore dell’Eroica, “Bartali, l'ultimo eroico" (Minerva Edizioni) che si terrà sabato 15 giugno alle ore 19, presso la corte del Palazzo Comunale di Montepulciano. Un libro, scritto dallo storico fondatore dell'Eroica, che racconta la magnifica storia sportiva del ciclismo eroico, che trovava nelle prove estreme del Tour la massima espressione sportiva e umana, attraverso la forza e il carattere di un Campione eccezionale come Bartali. Interverranno Diego Mancuso (giornalista) e Francesca Cenni (direttrice Biblioteca Comunale e Archivio Storico P.Calamandrei)
  
I percorsi.  I quattro percorsi della corsa si snodano nel territorio della provincia di Siena, tra le campagne di alcuni dei borghi più belli della Toscana, tutti con denominazioni fortemente vernacolari: si va dal più semplice Giro del pagliaio (Passeggiata): distanza 23 Km; passando per il Giro dell’orto (Percorso Corto): distanza 59 Km, il Giro dell’aia (Percorso Medio):  distanza 94 Km; per finire con il  Poggi e Buche (Percorso Lungo): distanza 118 Km. I dettagli dei percorsi, con tanto di tracciato scaricabile e pittoresche descrizioni in vernacolo "chianino" dei tragitti, sono consultabili sul sito www.poggiebuche.it. Partenza prevista da Piazza Grande, arrivo al Tempio di San Biagio.
  
Il programma.  La manifestazione inizierà sabato 15 giugno, dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00 previsto il ritiro dei pacchi gara e iscrizioni.  Per prepararsi all’evento sarà, inoltre, possibile partecipare ad una cena conviviale “Aspettando Poggi e Buche” che si terrà sabato 15 giugno.  Domenica 16 giugno alle ore 7:00 fino alle 8:30 saranno riaperte le iscrizione, per i ritardatari con annesso ritiro pacchi. Alle ore 8:00 prevista la partenza del percorso “Il Poggi e Buche” (Lungo). Mentre alle ore 9:00 prevista la partenza degli altri percorsi della manifestazione (Medio, Corto e Passeggiata). Alle 12: pasta-party per i partecipanti.
  
Per iscrizioni e informazioni: www.poggiebuche.it o contatto via mail a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
  
Ufficio stampa 
12 giugno 2024  

Da Fuori Porta pubblichiamo info Citta' della Pieve

Infiorata di Città della Pieve: è tipicità gastronomiche locali dal 13 al 22
giugno


La Taverna Barbacane apre le porte e precede l'infiorata di Città della Pieve!
Cosa meglio si abbina a tutto ciò se non i ghiotti piatti della tradizione locale?
Ed infatti la Taverna del Barbacane (aperta tutte le sere DAL 13 al 22 
GIUGNO, ad eccezione del 17 GIUGNO) è pronta a solleticare il palato dei 
propri affezionati clienti con i piatti della tradizione come le “lumache al
pizzico”, ovvero le chiocciole di terra servite con uno stuzzicante e segretissimo
pizzico di pomodoro: una ricetta che è diventata l’emblema della taverna e che
richiede un lungo lavoro di preparazione; oppure il cinghiale al dragoncello,
uno spezzatino di carne di cinghiale molto ricco di aromi scelto dai palati più
sofisticati, i pici, le tagliatelle, gli gnocchi e le carni cotte alla brace del camino,
da sempre simbolo del punto di ristoro allestito nell'incantevole scenario degli
Orti del Palazzo Vescovile.
Da ben 59 anni l'infiorata è il momento più suggestivo della CITTÀ umbra.
Sabato 22 e domenica 23 giugno, un suggestivo tappeto floreale di oltre 
900 metri quadrati che partirà da Porta Sant’Agostino, percorrerà via
Vannucci e terminerà ai piedi della Cattedrale accoglierà tutti.
Viaggiare è imparare. Più romanticamente, è vivere davvero. Ognuno di noi ha
dei neuroni, chiamati specchio. Sono i neuroni che ci consento di apprendere
attraverso l'osservazione. Viaggiare è osservare. È proprio il viaggio il tema
dominante dell’Infiorata di Città della Pieve, organizzata dai contradaioli del
Terziere Casalino in omaggio a tutti i visitatori.
L'infiorata è fatta di piccole tappe che rendono l'evento finale unico. C'è
l’ideazione eseguita dall'artista pievese Andrea Bittarello e la preparazione del
bozzetto. Quest'anno il tema è il viaggio declinato sulla geografia,
l'esplorazione, la scienza. Il vasto mondo di concetti, opinioni, sensazioni e
sentimenti che caratterizzano la letteratura. Chissà che splendida elaborazione
floreale può uscirne! C'è la pittura, la musica, il cinema. È tutto un viaggio,
fisico e dell'anima. C'è la storia, e più precisamente quella dedicata alla
Seconda Guerra Mondiale con la liberazione di Città della Pieve. Aguzzate
l'occhio, accendete I neuroni specchio e munitevi di un buon obiettivo, perchè
anche “le virgole” saranno ben segnalate attraverso i petali.
C'è poi la raccolta dei fiori e delle essenze vegetali, lo "spelluccamento" la
separazione dei petali dalla corolla e loro conservazione. I disegni a terra (il
sabato sera), la posa in opera dei petali (DAL SABATO POMERIGGIO FINO
LA DOMENICA MATTINA). Un lavoro gigantesco che rivive ogni anno nella
passione dei CONTRADAIOLI DEL TERZIERE CASALINO.
 
I fiori in quest’angolo dell’Umbria saranno un gustosissimo piatto da
assaporare in modi diversi, martedì 18, alla cena “Il Gusto dei Fiori e delle
essenze floreali”; e saranno protagonisti, domenica 23, de “FIORI IN FIERA” e
della “Musica in Fiore”.
Tra gli altri eventi in programma spiccano, venerdì 21, la Santa Messa nella
chiesa di San Luigi e la processione per le vie del Terziere e, SABATO 22 e
domenica 23, le visite guidate, un trekking urbano dedicato alla scoperta de Il
Casalino a cura dell'Info Point di Citta della Pieve a Piazza Matteotti.
Assistere all’Infiorata rappresenta una buona occasione anche per scoprire le
bellezze di Città della Pieve, adagiata a 500 metri di altezza su un colle che
domina la Val di Chiana e il Trasimeno, che conserva tesori di grande valore a
partire dalle opere del suo figlio più illustre, Pietro Vannucci detto Il Perugino.
E’ il caso della chiesa di Santa Maria dei Bianchi con l’affresco raffigurante
“L'adorazione dei Magi”, della Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio, della
Rocca e del Palazzo della Corgna.
Appena fuori le mura sorge l’antica chiesa di S.Francesco, risalente dal XII
Secolo, che conserva la famosa tavola del Pomarancio “La Pentecoste”: da oltre
70 anni la chiesa è divenuta il primo santuario italiano dedicato alla Madonna
di Fatima, e nell'oratorio adiacente è conservato l'affresco “La Crocefissione di
Gesù” di Jacopo di Mino detto “Il Pellicciaio”. Nell’ottobre del 2015, inoltre, nel
territorio comunale è stata scoperta una meravigliosa tomba etrusca: datata tra
la fine del IV sec. a.C. e gli inizi del III sec. a.C., la Tomba di Laris - com’è
popolarmente definita per via del nome del proprietario scolpito sul sarcofago
principale - è costituita da una camera sepolcrale completamente scavata nel
terreno argilloso a cui si accede tramite un lungo corridoio di 12 metri; al suo
interno sono stati rinvenuti, insieme agli oggetti di corredo, due grandi
sarcofagi monumentali in arenaria e travertino e tre urne cinerarie in marmo
alabastrino sui cui coperchi sono scolpiti i defunti a banchetto, conservati
presso il Museo Civico-Diocesano di Santa Maria dei Servi.
Info:
Data – 13/23 giugno
Località – Città della Pieve (Perugia)
3408505381
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.fuoriporta.org
www.facebook.com/fuoriportaweb

Castelnuovo Berardenga informa - apertura piscina comunale

Comune di Castelnuovo Berardenga

Comunicato stampa del 13 giugno 2024

 

Apertura stagionale della piscina comunale di Pianella: riprendono le attività da sabato 15 giugno al 31 agosto 

È prevista per sabato 15 giugno l’apertura stagionale della piscina comunale di Pianella nel comune di Castelnuovo Berardenga. 

“Si apre leggermente in ritardo rispetto agli anni precedenti per via delle condizioni atmosferiche – afferma Simone Pacciani, presidente della Uisp, soggetto gestore della struttura –ma nel frattempo sono stati realizzati diversi interventi migliorativi da parte del Comune e della Uisp, mirati a mantenere la struttura efficiente e a garantire un’esperienza in acqua sempre più piacevole. Le tariffe sono rimaste invariate, saranno le stesse dello scorso anno.”

“Siamo intervenuti sia sugli spogliatoi che sulle piscine, – spiega il sindaco Fabrizio Nepi - abbiamo a cuore questo impianto sportivo che rappresenta un importantissimo luogo di aggregazione e socializzazione per la nostra comunità. Per questo negli anni ci siamo impegnati, sia investendo sulla manutenzione sia per mantenere i prezzi di accesso alla struttura calmierati, senza prevedere aumenti nel tempo, in modo da garantire l’accessibilità a quante più persone possibile, perché vogliamo che la piscina continui ad essere un punto di ritrovo per famiglie e ragazzi.”

Gli orari di apertura saranno da sabato 15 giugno al 31 agosto, tutti i giorni, dalle ore 9 alle 19.

Info: 348 8588650

Montepulciano Stazione informa - Centro Sportivo ai Tigli

DOC & PRIDE
“Armonie senza età: emozioni e ricordi”
Sabato 1 giugno, ore 21.30, Centro Sportivo “I Tigli”, Montepulciano Stazione

Quando c’è da sostenere una buona causa, loro, puntualmente, arrivano in aiuto. E lo fanno attraverso la musica, la passione che li unisce e che li fa essere presenti sul territorio della Valdichiana Senese.

Questo avverrà anche sabato 1 giugno, alle 21.30, al Centro Sportivo “I Tigli” di Montepulciano Stazione, con lo spettacolo “Armonie senza età: emozioni e ricordi”.

Sono i Doc & Pride, gruppo musicale composto da appassionati della musica che vogliono mettere questa loro passione al servizio della comunità e che si è già esibito con successo a Torrita di Siena, a Chianciano Terme e a Arezzo, eseguendo concerti contro la guerra e a sostegno delle campagne contro la violenza sulle donne.

Ora c’è un obiettivo nobile da raggiungere, raccogliere fondi per acquistare un sistema di videoproiezione che consentirà agli ospiti della casa di riposo Cocconi-Bernabei, gestita dalla Misericordia di Montepulciano, di godersi la proiezione di film all’aperto.

E dunque i sei componenti del gruppo, Salvatore Leotta, chitarra, voce, e autore degli spettacoli; Ilaria Bernardini, voce; Stefano Bracciali, tastiere; Walter Vannuccini, che sostituisce alla batteria il temporaneamente indisponibile Maurizio Buoni; Gabriel Cesar Juarez, basso, e Klaus Schell, tastiere e voce, sono tornati in sala prove per “costruire” una nuova esibizione, pensata su misura per l’obiettivo individuato.

“Com’è nel nostro stile – spiega Leotta, leader del gruppo, nella vita medico di base – non ci limiteremo ad eseguire delle cover ma i brani che proporremo al pubblico saranno stati da noi arrangiati e re-interpretati. In questo caso, oltre ad un mix di canzoni che già facevano parte dei precedenti spettacoli, inseriremo in scaletta alcuni nuovi brani, dedicati proprio al tema dell’età più matura”.

Intorno allo spettacolo, patrocinato dal Comune di Montepulciano, si è radunato un gruppo di partner che rende sicuramente l’obiettivo più raggiungibile: oltre alla stessa Misericordia di Montepulciano, l’iniziativa è supportata anche dal Rotary di Chianciano-Chiusi-Montepulciano, dai club Lions di Montepulciano e Chianciano, dal Club Soroptimist e anche dalle Terme di Montepulciano. Un’ampia dimostrazione di solidarietà, mossa proprio dalla musica, per una buona causa.

L’ingresso è a offerta libera.

Montepulciano, 30 maggio 2024

Castelnuovo Berardenga informa - sapori del territorio

Comune di Castelnuovo Berardenga

Comunicato stampa del 30 maggio 2024

 

Ecco "Castelnovino": a Castelnuovo Berardenga si accendono i riflettori sui vini e i sapori del territorio 

 

 

Appuntamento domenica 2 giugno alle 16.30 con la Masterclass e alle 18.30 con gli stand per la degustazione dei vini e delle specialità dei ristoranti

 

 

Torna a Castelnuovo Berardenga, nella splendida cornice del giardino di Villa Saracini Chigi l’evento “Castelnovino”, dedicato ai vini e ai sapori del territorio, in programma domenica 2 giugno. 

 

Quest’anno ad aprire la IX edizione della manifestazione sarà una importantissima masterclass, che si terrà alle 16.30, presso l’Auditorium di Villa Saracini Chigi, dal titolo “I CRU del Chianti Classico Senese – Vagliagli e Castelnuovo si raccontano”. Sarà l’occasione per approfondire la conoscenza di alcune importanti etichette, attraverso una degustazione guidata da Paolo Cepollaro, di Fondazione Italiana Sommelier, uno dei massimi esperti della cultura enologica toscana, che sarà il relatore della Masterclass.

 


L’evento vero e proprio inizierà poco dopo, alle ore 18.30, con l’apertura degli stand delle aziende enologiche, la musica e i giochi di colore. In degustazione fino alla mezzanotte i migliori vini della Berardenga in ogni tipologia, accompagnati dalle specialità proposte dai ristoranti del territorio.

E alle 21.30 aprirà all’interno della manifestazione la seconda edizione della rassegna della “Canzone della Berardenga” a cura della scuderia Rigacci, un festival con 10 brani  in gara, presentate da altrettanti cantanti che, facendo la parodia di motivi famosi, descrivono vizi, luoghi comuni e stranezze del territorio della Berardenga.

 

L’evento “Castelnovino” è promosso e organizzato dall’associazione Castelnovino in collaborazione con le due UGA del territorio (Unità geografica Aggiuntiva) Vagliagli e Classico Berardenga e con il sostegno di Chianti general Service, Castel Monastero e Consorzio Chianti Classico. Una bellissima occasione per conoscere le straordinarie aziende vitivinicole di Castelnuovo Berardenga in una serata piacevole e divertente.

 

Le aziende protagoniste di questa edizione di Castelnovino con i loro vini sono: San Felice; Poggio Bonelli Tenute; Castello di Bossi; Pensieri di Cavatina; La Lama; Felsina; Lecci e Brocchi; Le Trosce; Tenuta di Arceno; Villa a Sesta; Pacina; Vallepicciola; Scheggiolla; Tenuta Cappellina; Fattoria dell’Aiola; Fattoria di Valiano; Fontebelvedere; Tolaini; Dievole; Losi Querciavalle. 

 

 

I ristoratori: Bar Filarmonico Drammatica; Blue Diamond Majorette; Minucci Salumi; Ristorante Quei 2; Ristorante La Taverna della Berardenga; Ristorante Enoteca Bengodi; Ristorante Antonimax; Pizzeria La Morina; Ristorante Luna Etrusca; Ristorante Podere Casato.

 

Per partecipare a Castelnovino: 

Carnet per la degustazione €19 compresi calice e tracolla

Oppure si può optare per le degustazioni singole. 

 

Per partecipare alla degustazione della masterclass (costo 30 euro compreso calice e porta calice) è obbligatoria la prenotazione rivolgendosi al Museo del Paesaggio/Ufficio Turistico– mail e WhatsApp  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 340 5163211 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 0577351337 

Comune di Castelnuovo Berardenga, via Garibaldi 4 - 53019 Castelnuovo Berardenga (SI) 
tel 0577 3511 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. si.it - pec castelnuovo-berardenga@postace rt.toscana.it

Montepulciano Informa - percorso del Poliziano

COMUNE DI MONTEPULCIANO
Provincia di Siena

COMUNICATO STAMPA


Montepulciano, aperto il Percorso del Poliziano lungo le antiche mura 
Collega Porta delle Farine con la zona di S.Maria dei Servi, passando nei pressi della casa natale del grande umanista Agnolo Poliziano. Opera co-finanziata dal bando città murate della Regione Toscana. 

Aperto questa mattina il Percorso del Poliziano, un nuovo camminamento che collega l’esterno della medievale Porta delle Farine, lungo le mura storiche di Montepulciano, con la zona di piazza S. Maria dei Servi che è posto nelle immediate vicinanze del luogo natale di Agnolo Ambrogini detto il Poliziano (1454-1494). Il grande umanista, poeta e filologo, come noto, nacque a Montepulciano e partì adolescente per Firenze dopo la morte del padre (1465) e lì visse presso la corte di Lorenzo il Magnifico, divenendo anche precettore per i figli Piero e Giovanni (poi Papa Leone X). 

La percorrenza che si snoda sotto alle antiche mura di Montepulciano ha una lunghezza di circa 200 metri lineari, consente di ammirare un esteso panorama della Valdichiana Senese e Aretina, verso Cortona e i laghi di Chiusi, Montepulciano e Trasimeno, fino alla catena degli Appennini.  Le mura sotto le quali si snoda il percorso sono riferite ad una espansione urbana cittadina della prima metà del XIII secolo, anche se gran parte della cortina muraria è stata interessata nei secoli da vari rifacimenti.  

Oltre all’elegante camminamento con pavimentazione architettonica in calcestruzzo drenante che costeggia il tratto sud-orientale della cinta muraria poliziana, l'opera è illuminata da un impianto luci dal basso, installate panchine e cestini lungo il percorso. Sono state anche piantumai 15 cipressi, in parte in sostituzione di piante invecchiate o malate e altre essenze aromatiche. Il tratto appena reso fruibile ai pedoni consente, inoltre, di collegare il parcheggio de il Bersaglio con Porta delle Farine, fornendo un’ulteriore possibilità di accesso al centro storico di Montepulciano. 
  
L'importo complessivo del progetto è stato di 250 mila euro, finanziato con 208 mila euro dalla Regione Toscana nell’ambito degli “Interventi di sostegno per le città murate e le fortificazioni della Toscana”, ai sensi della l.r. 8/2021. L'opera è stata realizzata dall'impresa edile Morellini Alessandro di Radicofani, progettazione e direzione lavori, arch. Riccardo Pizzinelli, coinvolti anche l'Ing. Claudio Caldesi per la parte strutturale, l'Ing. Enrico Mazzetti per l'impianto elettrico, l'arch. Vincenzo Consiglio per la Sicurezza, così come lo studio degli architetti Fiorini Salerno. 

Durante i lavori per la realizzazione dell’opera sono state aggiunte ulteriori risorse pari a 36mila euro da bilancio del Comune, oltre al contributo di Nuove Acque di 30mila euro, per realizzare alcuni interventi inizialmente non previsti, ma quanto mai necessari, alla condotta idrica e fognaria dell’area.  Si tratta di un primo tratto di un progetto complessivo che prevede la continuazione del percorso pedonale, una volta reperite le risorse, fino alla Chiesa di S. Maria dei Servi.

Ufficio Stampa
31 maggio 2024

Montepulciano Informa - studenti premiati concorso Giorno...

COMUNE DI MONTEPULCIANO
Provincia di Siena
  
COMUNICATO STAMPA

Montepulciano: premiati gli studenti delle scuole poliziane per il Concorso per il Giorno della Memoria 2024
Poesie, lavori multimediali, temi scritti e cartelloni per ricordare uno dei periodi più bui della storia recente. Un lavoro su Gino Bartali è stato oggetto di un carteggio tra una classe e la famiglia del grande ciclista che ha ringraziato e fatto i complimenti ai ragazzi.

In una sala polivalente degli Ex Macelli particolarmente gremita di persone si è tenuta, questa mattina, giovedì 23 maggio, la premiazione del Concorso per il "Giorno della Memoria" edizione 2024. L’Amministrazione Comunale di Montepulciano, in collaborazione con le Istituzioni Scolastiche del territorio ha istituito da alcuni anni dei premi di studio per “Celebrazioni della Giornata della Memoria“, al fine di trasmettere alle nuove generazioni principi e valori basati sull’importanza della memoria storica, con particolare riferimento al ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. I premi sono costituiti da somme in denaro per le scuole primarie e secondarie di primo grado, e in un viaggio studio ad Auschwitz, per i ragazzi della secondaria di II grado che sarà organizzato nei prossimi mesi. Da rimarcare la grande qualità degli elaborati proposti che hanno visto tecniche e stili diversi per rappresentare le riflessioni e le emozioni di studentesse e studenti rispetto al tema della memoria e della shoah: dagli elaborati multimediali ai cartelloni, da libri di poesie, ai temi fino a prodotti video. Una piccola sorpresa è stata la notizia che vi è stato un sentito scambio di messaggi tra una delle classi premiate e la famiglia di Gino Bartali che, come noto, ha contribuito al salvataggio di tantissimi ebrei durante la Seconda guerra mondiale, trasportando documenti falsi nel manubrio e della sua bicicletta. L’episodio è stato raccontato dalla dirigente scolastica dell’IC Virgilio, prof.ssa Cirillo che ha letto il messaggio dei ragazzi della V B della primaria di Stazione e la risposta dei familiari del famoso ciclista toscano. 
  
I premiati per l’edizione 2024 sono stati: per la Scuola Primaria primo posto alla Classe IV C scuola primaria “IV Novembre” di Acquaviva di Montepulciano, I.C. “Virgilio”, secondo posto ex aequo per le tre classi seguenti Classe V B scuola primaria “Rodari” di Montepulciano Stazione,  I.C. “Virgilio”; Classe IV B scuola primaria “Rodari” di Montepulciano Stazione, I.C. “Virgilio” e Classe IV B scuola primaria “E.De Amicis” di Montepulciano, IC “Origo”. 
Per la Scuola Secondaria di primo grado, primo posto alla Classe I A – scuola secondaria di I grado “Virgilio” di Montepulciano Stazione - I.C. “Virgilio”; secondo psoto ad un gruppo di studendesse della medesima classe Ia (Laura Billi, Miranda Cisterni, Giulia Gotra, Gemma Rossi, Clara Santucci, Alice Veridiani e Carlotta Vestri), infine terzo posto per Tommaso Ceccuzzi, studente della Classe II A - scuola secondaria di I grado “Virgilio” di Montepulciano Stazione - I.C. “Virgilio”,
Per gli istituti superiori primo posto ex equo per Peter Ingrande classe 4° B Sp.– Istituto Superiore Valdichiana ed Elia Mucciarelli, classe VA Liceo Scientifico – Licei Poliziani. Secondo posto per Ettore Pieri  classe 4° B Sp.– Istituto Superiore Valdichiana e terzo posto per Lucrezia Chechi classe 4° B Sp.– Istituto Superiore Valdichiana. I ragazzi si sono detti felici ed onorati di poter partecipare al viaggio studio ai campi di concentramento. 
  
Presenti alla premiazione, prevista dal regolamento comunale che istituisce e disciplina il premio, oltre all’Amministrazione Comunale, i dirigenti scolastici prof.Marco Mosconi (Licei e ISS Valdichiana), prof.ssa Chiara Cirillo (IC Virgilio), assente per motivi familiari la prof.ssa Caterina Mangiaracina, rappresentata della IC Origo, le classi e le insegnanti e gli insegnanti coinvolti nei vari progetti presentati. 
  
Ufficio stampa 
23 maggio 2024

Idea Plus Tv Can 112 informa

IDEAPLUS TV-Montepulciano: apertura anno contradaiolo 2024

Castelnuovo Berardenga Informa - alla scoperta del territ...

Comune di Castelnuovo Berardenga

Comunicato stampa del 27 aprile 2024

 Castelnuovo Berardenga: sabato 11 e domenica 12 maggio due giornate alla scoperta del territorio con il gruppo “Castelnuovo della storia e dell’arte”

Conferenze sulle nuove scoperte storiche, visite guidate gratuite e momenti conviviali. Al via le prenotazioni alle iniziative. 

 

Sabato 11 e domenica 12 maggio a San Gusmè e a Orgiale, nel comune di Castelnuovo Berardenga, due giornate piene di iniziative, tra visite guidate gratuite, conferenze e momenti conviviali alla scoperta del territorio e della propria storia, insieme al gruppo “Castelnuovo della storia e dell’arte”. Gli eventi sono organizzati con il patrocinio del Comune e con la collaborazione delle associazioni locali. 

Si comincia sabato 11 maggio, con la giornata dedicata alla scoperta della storia del Castello di San Gusmè organizzata dal Gruppo “Castelnuovo della storia e dell’arte” a conclusione di un lungo lavoro di ricerca, avviato la scorsa estate, per allargare le conoscenze del periodo tardo medievale. In quel giorno saranno restituiti i risultati di questo studio, durante la conferenza in programma alle ore 10, nei locali della società filarmonica di San Gusmè. “Siamo partiti da un lavoro del 1990 dello storico Roberto Parenti, – spiega Fosco Vivi del Gruppo Castelnuovo della storia e dell’arte - sulla stratificazione di una porzione di mura cittadine, e attraverso ricerche sul posto che ho condotto insieme a Mauro Lusini, abbiamo cercato di ricostruire quella che potrebbe essere stata la forma del castello di San Gusmè nel 1482, prima della devastazione del 1554. Secondo i nostri calcoli le mura del Castello sono ancora esistenti al 95%, e sono in  parte ‘nascoste’ all’interno delle odierne abitazioni. Attraverso la proiezione di 47 slide mostreremo quanto abbiamo scoperto. E non è tutto: questa ricerca è stata propedeutica alla realizzazione di due opere che portano la firma di Massimo Tosi (conosciuto come Tosi Millenaria), uno dei più importanti disegnatori d’Italia di monumenti storici, che sta realizzando un disegno ad acquerello del Castello di San Gusmè come ipotizziamo potesse apparire nel 1482. Sarà possibile vedere per la prima volta la forma ipotetica del Castello proprio durante questa conferenza. Inoltre, Massimo Tosi sta realizzando una mappa a volo d’uccello di tutto il territorio da San Gusmè a Siena, come ce lo immaginiamo potesse essere nel 1482, con le campagne e gli insediamenti. E anche quest’opera sarà presentata l’11 maggio. Siamo felici di questa bella occasione per restituire al territorio elementi storici nuovi per capire e conoscere il proprio passato. Non meno importante sarà la giornata del 12 maggio dedicata allo studio di quello che era il fulcro del vasto territorio dei signori Berardenghi: Orgiale e Valcortese. Vi aspettiamo numerosi”. 

Ma ecco il programma nel dettaglio: sabato 11 maggio, ore 10, nei locali della società Filarmonica di San Gusmè si terrà la conferenza sulla ricostruzione storica e architettonica dell’antico Castello di San Gusmè e del contesto medievale, a cura di Fosco Vivi, alla luce degli ultimi studi condotti insieme a Mauro Lusini. L’evento apre con il saluto dell’amministrazione comunale di Castelnuovo Berardenga e di Giovanna Giannassi presidente della pro loco di San Gusmè. Seguirà la presentazione dei disegni ad acquerello realizzati dal maestro Massimo Tosi (Tosi Millenaria) con l’ipotesi ricostruttiva del castello e la vista a volo d’uccello degli insediamenti quattrocenteschi della Berardenga. Inaugurazione dei pannelli/totem realizzati con i disegni di Massimo Tosi ed esposti sulla terrazza della Porta principale di ingresso a San Gusmè. 

Alle 13 pranzo conviviale tra le mura del castello. (Prenotazione entro l’8 maggio al numero whatsapp 347 8553348). 

Alle ore 15, visite guidate gratuite alla scoperta dell’antico castello e delle sue mura con momenti scenici attoriali, e sosta alla Chiesa della Compagnia dove si trova l’opera di Pietro Sorri. Le visite si svolgeranno a turnazione con più guide disponibili. (prenotazione entro il 9 maggio al numero whatsapp 3391882489.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 


Domenica 12 maggio, ore 9, “Passeggiata dei 3 Castelli”, escursione di 5 chilometri, organizzata dal GEB, con ritrovo alle ore 9 a Castelnuovo, piazza Marconi ed arrivo ad Orgiale alle ore 11. (info e prenotazioni whatsapp al numero 3355214332 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alle ore 11 a Orgiale per tutti (sia chi arriva dall’escursione, sia per chi raggiunge in modo autonomo la frazione) incontro per raccontare la nascita, la storia e gli aneddoti di Orgiale e Valcortese, luoghi che rappresentavano il centro del potere dei Berardenghi e che sono stati strategici punti di difesa della Repubblica senese. 

Alle 13 pranzo rustico, organizzato dall’Aps Filarmonico D. di Castelnuovo. (Info e prenotazioni per whatsapp al numero 3355214332 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Comune di Castelnuovo Berardenga, via Garibaldi 4 - 53019 Castelnuovo Berardenga (SI) 
tel 0577 3511 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. si.it - pec castelnuovo-berardenga@postace rt.toscana.it

Montepulciano Informa - ZTL

COMUNE DI MONTEPULCIANO
Provincia di Siena

COMUNICATO STAMPA

Montepulciano, in corso di installazione i varchi in uscita per il controllo della ZTL nel centro storico
Il Sindaco Angiolini: “Provvedimento a tutela del centro storico, di chi ci vive ed opera”. Saranno installati in quattro punti: tra via dell’Opio e via del Teatro, a Porta dei Grassi, Borgo Buio e in via di Ciliano.
  
L'Amministrazione comunale di Montepulciano ha intenzione di migliorare il controllo delle ZTL attraverso l’istallazione dei nuovi varchi in uscita, in aggiunta ai varchi in entrata già esistenti, in modo tale da garantire un maggiore rispetto delle regole e tutelare ulteriormente il centro storico di Montepulciano. In queste ore sono in corso di installazione i primi varchi per il controllo dei transiti all’interno della ZTL all’altezza dell'intersezione tra via dell'Opio e via del Teatro, per il controllo di due uscite, verso Porta delle Farine e via del Poliziano. Nei prossimi giorni, saranno installati ulteriori varchi con telecamere anche nelle uscite dalla ZTL a Porta dei Grassi, Borgo Buio e via di Ciliano. L’attivazione dei varchi avverrà dopo una fase di sperimentazione, su tali aspetti sarà data successiva comunicazione. 
  
“Si tratta di un provvedimento che mira a tutelare maggiormente il centro storico, i suoi residenti e le attività presenti, consentendo di controllare in modo tecnologico e accurato il rispetto della ZTL anche nella fase di uscita. Un maggiore rispetto delle regole è fondamentale per migliorare la vivibilità del centro storico e rappresenta una ulteriore azione in tema di sostenibilità ambientale e sociale sulla quale abbiamo investito e vogliamo investire sempre di più”, dichiara il Sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini.  
  
L’intervento, realizzato dalla Polizia Municipale, è finalizzato alla verifica del corretto utilizzo del permesso rilasciato per accedere alla ZTL. Se fino ad oggi era possibile controllare l’ingresso alla zona a traffico limitato, non era invece possibile controllare la permanenza e l’uscita dalla ZTL stessa, e quindi il rispetto dei percorsi assegnati, se non attraverso il presidio e la presenza della Polizia Municipale.
  
La ZTL a Montepulciano. L’accesso con veicoli a motore nel centro storico di Montepulciano è regolamentato da una Zona a Traffico Limitato sin dal 1989. L’accesso alla ZTL è attualmente controllato da varchi in entrata con pannello luminoso (scritta verde: accesso libero; scritta rossa: accesso limitato) e dotati di telecamere per la rilevazione automatica dei passaggi. Il calendario annuale in vigore è il seguente: dal 1° maggio al 30 settembre, ZTL chiusa 24 ore (dalle ore 00.00 alle ore 24.00); nei mesi di aprile ed ottobre, ZTL chiusa dalle 8.00 alle 20.00; dal 1 novembre al 31 marzo, ZTL chiusa dalle 8.00 alle 17.00. Negli orari di validità della ZTL, sono vietati l’ingresso e la circolazione dei veicoli non autorizzati. L’ingresso e la circolazione per operazioni di carico e scarico merci sono consentite dalle 7.00 alle 11.00 di tutti i giorni, compresi i festivi. La sosta dei veicoli non autorizzati, al di fuori delle aree di parcheggio, è sempre vietata dalle 00.00 alle 24.00. Per particolari necessità, possono essere rilasciate autorizzazioni temporanee, dietro specifica richiesta, che deve essere prioritariamente trasmessa utilizzando il modulo online disponibile sul sito istituzionale del Comune: pagina “Portale del Cittadino”, “Istanze e comunicazioni online”, “ZTL Transito temporaneo”. 

Ufficio Stampa
10 aprile 2024