Mercoledì, Gennaio 18, 2017
   
Text Size

Pianeta Oggi TV - Online All News

MANIFESTAZIONE A CHIOGGIA NO AL GRANDE STOCCAGGIO GPL

REPERTORIO DALLA RETE YOU TUBE: (ch Brododaime).

Manifestazione del 19 novembre 2016 per dire NO al costruendo DEPOSITO GPL di 9000metricubi molto vicino al centro abitato e al centro storico di Chioggia.

 

 

 

CAPODISTRIA, GLI ALUNNI INCONTRANO LA CNI. UNIONE ITALIANA INFORMA

Gli alunni della sesta e settima classe della Scuola Elementare “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” di Capodistria hanno visitato, giovedì 8 dicembre, le sedi della Comunità Nazionale Italiana. Dopo una mattinata dedicata all’incontro con le istituzioni, i ragazzi hanno seguito una lezione di storia sulle ragioni dell’esistenza della Comunità Italiana nel territorio. In segito hanno fatto visita alla Radio e TV Capodistria, dove sono stati ricevuto da Antonio Rocco, responsabile dei programmi italiani del Centro regionale RTV e Roberto Apollonio, Caporedattore dei programmi italiani dell’emittente televisiva. Ai ragazzi è stata spiegata l’importanza di tali strutture, dedicate alla diffusione e al mantenimento della lingua italiana per i connazionali del luogo.

Leggi tutto: CAPODISTRIA, GLI ALUNNI INCONTRANO LA CNI. UNIONE ITALIANA INFORMA

 

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "SUICIDATE ATTILIO MANCA" PN 17 DICEMBRE 2016

 

Il progetto “Indagine sulla legalità. Percorso di educazione alla legalità e vivere civile” ideato dall’Associazione Culturale "Terra Mater" promuove la Cultura della Legalità nella realtà scolastica favorendo, nell’ambito dei valori di cittadinanza attiva, la collaborazione fra il mondo dell’associazionismo e la scuola.
Il Progetto nasce come premessa socio-culturale atta a sviluppare ed avviare negli studenti la conoscenza e la funzione delle regole, a far comprendere loro come il vivere civile si fondi su un sistema di relazioni giuridiche nella consapevolezza che valori come la dignità, la libertà, l’uguaglianza, la democrazia e la sicurezza vadano perseguiti e protetti ponendosi in contrasto contro ogni forma e fenomeno di illegalità.
Il percorso di educazione alla legalità promosso nelle scuole secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Villa Varda” di Brugnera e dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Fontanafredda
ha visto coinvolti più di 170 ragazzi sul tema legalità. Fotogra e, video e componimenti raccontano questa esperienza nello scenario del Canevon di Villa Varda.

SABATO 17 DICEMBRE ore 16
Introduzione a cura dell’avv. Tamara Tonus
Presentazione del libro “Suicidate Attilio Manca” (Imprimatur
editore)

Intervengono:
Lorenzo Baldo,
autore del libro
Angela Manca,
madre di Attilio Manca

Premiazione Testi Concorso “Io parlo di...Legalità”
realizzati dagli alunni delle scuole coinvolte nel progetto Intervengono:
Amministrazione Comunale di Brugnera
Amministrazione Comunale di Fontanafredda
dott. Maurizio Malachin
(dirigente I.C. Fontanafredda)
dott.ssa Armida Muz
(dirigente I.C. Brugnera)

Musiche di Pablo Perissinotto (cantautore)
Letture di Alviano Appi

 

 

PTV NEWS-SPECIALE

IN COLLABORAZIONE CON PANDORA TV ROMA

Un nuovo reportage dal cuore di Aleppo, appena liberata dall'esercito siriano. Di Sheik Said, Jaguar Mhanna, con la collaborazione dell'inviato di Pandora TV Talal Khrais

 

PTV NEWS

IN COLLABORAZIONE CON PANDORA TV ROMA.

 

STORIA DELLE APPARIZIONI

 

STORIA DELLE APPARIZIONI

 

Nostra Signora di Guadalupe è l'appellativo con cui i cattolici venerano Maria in seguito a una apparizione avvenuta in Messico nel 1531.
Secondo il racconto tradizionale, tra il 9 e il 12 dicembre 1531, sulla collina del Tepeyac a nord di Città del Messico, Maria sarebbe apparsa più volte a Juan Diego Cuauhtlatoatzin, un azteco convertito al cristianesimo. Il nome Guadalupe sarebbe stato dettato da Maria stessa a Juan Diego:
alcuni hanno ipotizzato che sia la trascrizione in spagnolo dell'espressione azteca Coatlaxopeuh, "colei che schiaccia il serpente" (cfr. Genesi 3,14-15), oltre che il riferimento al Real Monasterio de Nuestra Señora de Guadalupe fondato da re Alfonso XI di Castiglia nel comune spagnolo di Guadalupe nel 1340.

A memoria dell'apparizione, sul luogo fu subito eretta una cappella, sostituita dapprima nel 1557 da un'altra cappella più grande, e poi da un vero e proprio santuario consacrato nel 1622. Infine nel 1976 è stata inaugurata l'attuale Basilica di Nostra Signora di Guadalupe.

Leggi tutto: STORIA DELLE APPARIZIONI

     

VEGANOK ANIMAL PRESS INFO

 

COMUNICATO


10 DICEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI

"Forse che gli animali hanno diritti?"


Il 10 dicembre "Giornata Internazionale dei diritti degli Animali" si sovrappone alla giornata della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948 e scegliendo questa data abbatte simbolicamente le differenze di chi auspica un futuro di giustizia e diritti per tutti i viventi.

In quanto senzienti, gli animali sono portatori di diritti che non possono reclamare, sopraffatti da una umanità che domina, sfrutta, abusa, viviseziona, addestra, esibisce, schiavizza, alleva, caccia, pesca, mangia, abbandona, sevizia, tortura, spenna e scuoia per vestirsene.

Leggi tutto: VEGANOK ANIMAL PRESS INFO

 

LOMBARDO: "INFORMAZIONE NAZIONALE SULLE MAFIE E' INSUFFICIENTE"

 

Il magistrato reggino a “Pianeta Oggi”
di AMDuemila - Video
Parlare agli studenti di mafia e legalità “è fondamentale per far crescere la sensibilità, che soprattutto in alcuni territori si rischia di non avere”. Ne è convinto Giuseppe Lombardo, pm di Reggio Calabria, intervistato per “Pianeta Oggi” a margine dell'evento “Còrmonslibri 2016”. Proprio sul ruolo dei media nazionali il magistrato ha commentato che non esiste un'informazione sufficiente: “Occorre imparare a raccontare le mafie per quello che sono diventate - ha spiegato - e abbandonare quegli stereotipi di mafiosi che non esistono più da decenni”. La mafia infatti, ha aggiunto, “si è trasformata, diventando qualcosa che si fa più fatica a riconoscere” e per questo Lombardo ha invitato “ad utilizzare una sensibilità diversa”.

 

 

 

UN "NO" COSTITUENTE PER UN'ITALIA LIBERA

 

IN COLLABORAZIONE CON ANTIMAFIA DUEMILA.

di Lorenzo Baldo - 05 Dicembre 2016
Una vittoria. Sofferta, a tratti inaspettata, alla fine sopraggiunta con tutta la sua forza dirompente. Una conquista per tutti coloro che hanno difeso la Costituzione dall’assalto di spregiudicati burattini nelle mani di un sistema di potere. Sono bastate le proiezioni dei primi exit-poll, che via via diventavano dati definitivi, per ripensare a chi non si è risparmiato in questa folle campagna referendaria. Il primo pensiero è andato a Peppino Benincasa, 94 anni, sopravvissuto alla strage nazifascista di Cefalonia, venuto sotto una pioggia scrosciante di fine ottobre ad ascoltare il pm Nino Di Matteo in difesa della Carta costituzionale. In questo lungo flashback resterà l’immagine del presidente dell’Anpi, Carlo Smuraglia, 93 anni, che ha girato il Paese in lungo e in largo per denunciare con determinazione i rischi oggettivi per la democrazia di questa pseudo “riforma”. Ma a restare impressa nella memoria di questi mesi sarà soprattutto l’energia di quei cittadini indignati

Leggi tutto: UN "NO" COSTITUENTE PER UN'ITALIA LIBERA

 

"NO ALLA TIRANNIA". VINCE L'ITALIA DELLA RESISTENZA

 

di Giorgio Bongiovanni - 05 Dicembre 2016
Volevano gambizzare la Costituzione, invece la vittoria decisiva del “No” ha tratto in salvo la nostra Carta fondamentale con cifre nette e incontrovertibili. Un risultato che arriva dopo mesi in cui ANTIMAFIADuemila si è fatta portavoce e promotrice, con tutte le forze democratiche del Paese, delle ragioni del “No”.
Restano con un pugno di mosche, invece, i sostenitori del “Sì”. E con questo non ci riferiamo agli elettori che, quasi tutti in buona fede, hanno dato il loro consenso alla riforma Boschi-Verdini, ma  quelle forze politiche ed economiche che hanno appoggiato la campagna del premier Renzi ormai prossimo alle dimissioni. Nientemeno che i nomi di rappresentanti dei poteri finanziari internazionali: l’ambasciatore americano, il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble, il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker, Jp Morgan insieme ad altre banche mondiali  le cui basi più forti sono nei paesi offshore e rasentano la legalità, e che premevano per l'amministrazione economica degli istituti di credito e dell'Italia stessa. Nomi accompagnati dai vari Confindustria, Briatore, Marchionne, Vacchi, Confalonieri, Confindustria, Cicchitto, Alfano, Verdini, Casini, Ferrara, Feltri, Tosi, De Luca, Bondi.
Volevano la vittoria del “Sì” anche le mafie affinchè l'Italia diventasse, nelle loro previsioni, un paese in cui i grandi investitori, tra cui teste di ponte delle organizzazioni criminali, potessero operare più liberamente. Volevano il Sì coloro a cui interessava imbavagliare la magistratura

Leggi tutto: "NO ALLA TIRANNIA". VINCE L'ITALIA DELLA RESISTENZA

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Tot. visite contenuti : 3515716
 14 visitatori online

Video in evidenza

Pianeta Oggi News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.