Giovedì, Ottobre 19, 2017
   
Text Size

Arte Cultura e Spiritualità

FATIMA E IL 13 OTTOBRE

Arte Cultura e Spiritualità

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

"IL 13 OTTOBRE STA ARRIVANDO, IN VATICANO NON VEDONO L'ORA..."

È stato un momento importante per la storia delle apparizioni mariane a Fatima. Tutti, credenti e non, hanno visto un segno “straordinario” nel cielo: la danza del sole. Era il 13 ottobre 1917 e un numero impressionante di persone era alla Cova da Iria per seguire i tre fanciulli che dichiaravano di vedere la Madonna, e per vedere il grande segno visibile a tutti che la “visione” aveva promesso. La Cova era un luogo di pascolo, dove Lucia, Francesco e Giacinta portavano le loro pecore, nei pressi di un borgo di una ventina di case. In quel giorno erano presenti non meno di settantamila persone di tutti i ranghi, contadini, pastori, commercianti, proprietari terrieri, massoni, cristiani, atei e, senza meno, molti curiosi. Tutta questa massa di gente non era stata fermata neanche dalla pioggia fitta e insistente che cadeva dalla notte precedente.

È stato un avvenimento che ha avuto la sua valenza nella storia del Portogallo. Non era un momento facile per quella nazione da sempre cristiana. Nel 1910 la monarchia era stata abbattuta da una rivoluzione che aveva portato al potere una Repubblica di massoni, anticlericali, incapaci di affrontare lo stato di anarchia e disordine in cui regnava la nazione. L'unico mezzo usato dal governo fu la repressione, non solo verso gli oppositori, ma anche approvando leggi anticlericali. Conventi, monasteri e ordini religiosi furono soppressi; fu vietato di indossare l'abito religioso e di festeggiare pubblicamente qualsiasi festività religiosa; vescovi, sacerdoti e suore arrestati e esiliati; i campanili delle chiese azzittiti. Un deputato dichiarò: “In due generazioni il Cattolicesimo verrà completamente eliminato dal Portogallo.” Tutto questo accadeva durante le apparizioni di Fatima di settembre e ottobre del 1917.

Leggi tutto: FATIMA E IL 13 OTTOBRE

 

IL MESSAGGIO DI FATIMA E IL DEBITO

Arte Cultura e Spiritualità

 

17 Settembre 2017

MESSAGGIO DI FATIMA E IL DEBITO

Di Flavio Ciucani

Quando si parla dei segreti, o dei messaggi, di Fatima e di altre apparizioni mariane, la mente subito si perde in scene apocalittiche. Questo è il termine più usato, apocalittico, che deriva dalla prima parola del famoso libro delle visioni di Giovanni l'apostolo. Infatti il libro inizia così:Ἀποκάλυψις Ἰησοῦ Χριστοῦ (Apokàlipsis Iesù Kristù)… Rivelazione di Gesù Cristo ”.

Apocalisse quindi significa Rivelazione. Anzi nel caso del libro di Giovanni, si legge che Gesù fece la rivelazione a Giovanni, per mezzo di un angelo, e “la consegnò per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve. ... Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e custodiscono le cose che vi sono scritte”. (Ap 1, 1-3) Credo fermamente che essere avvertiti di ciò che sta per accadere o accadrà in futuro non è un male, ma è certamente una fortuna saper in anticipo le cose che succederanno, in quanto si ha tutto il tempo di provvedere a evitare eventuali “incidenti”,

Leggi tutto: IL MESSAGGIO DI FATIMA E IL DEBITO

 

APPARIZIONE DI UNA MADONNINA

Arte Cultura e Spiritualità

LA FIGURA DELLA MADRE CELESTE APPARE IN UNA PIETRA AMATISTA:

http://www.telenoche.com.uy/sociedad/encuentran-piedra-con-figura-de-la-virgen-maria.html

 

 

DALLA RUSSIA, I DELFINI DELLA MADRE COSMICA

Arte Cultura e Spiritualità

RUSSIA: 12 DELFINI HANNO PORTATO SU DAL MARE L'IMMAGINE DELLA VERGINE!

CIÒ CHE GLI UOMINI NON SONO CAPACI E NON VOGLIONO FARE LO FANNO I DELFINI, CREATURE DEL MARE SENZA DUBBIO PIÙ EVOLUTE SPIRITUALMENTE DELL'UOMO STESSO.
LEGGETE, MEDITATE E DEDUCETE.

“Un evento insolito  e meraviglioso è avvenuto a  Sochi, in Russia.  Un branco di delfini (12 secondo i testimoni) hanno portato a riva un’immagine della Vergine davanti agli occhi attoniti dei villeggianti sulla spiaggia.
Il caso è stato reso noto da un colonnello dell’armata russa  e da sua moglie,  che hanno sorpreso dei delfini nuotare molto vicino alla riva e deporvi un oggetto. Quando i delfini hanno riguadagnato il mare, la coppia si è avvicinata al punto in cui era l’oggetto, coperto di fango.
La moglie del militare ha ripulito l’oggetto e ha visto l’immagine della Vergine, ed ha lodato Dio per questo miracolo.  Questa è l’immagine della Madonna di Kursk. Non si sa come l’icona sia finita in fondo al Mar Nero,  e non si spiega come i delfini l’abbiano riportata sulla riva. Il colonnello ha portato l’icona a Mosca, dove spera di mostrarla al patriarca Kirill e raccontargli l’evento miracoloso”.

 

DIRETTA DA BARI - CONFERENZA

Arte Cultura e Spiritualità

"ECCE HOMO"

LE PROVE STORICHE CHE GESU' E' ESISTITO.

SEMINARIO CON IL RICERCATORE STORICO FLAVIO CIUCANI

DOMENICA 21-05 H 16.30

PRESSO CAFFE' DEI CENTO PASSI CORSO BENEDETTO CROCE  N°18, BARI.

PER ASCOLTARE IN DIR. CLICCARE SUL LINK SPECIFICO:

www.youtube.com/watch?v=F2_ptUs4Grc

 

 

 

VIA CRUCIS AD ACQUAVIVA DI MONTEPULCIANO

Arte Cultura e Spiritualità

Acquaviva si prepara per la tradizionale Via Crucis vivente del Venerdì Santo.
La rappresentazione religiosa, organizzata dalla Parrocchia di San Vittorino con la collaborazione dell’Associazione Il Fierale, è giunta ormai alla sesta edizione e coinvolge tutta la popolazione della frazione del comune di Montepulciano.

Oltre settanta figuranti parteciperanno all’evento che partirà alle 21.15 dall’Orto degli Ulivi (un uliveto situato nelle vicinanze delle Scuole Medie) per proseguire poi lungo le strade del paese e concludersi, con le ultime quattro stazioni, quelle relative alla crocefissione di Gesù, nella piazza antistante la Chiesa parrocchiale.
La manifestazione è realizzata seguendo nei minimi particolari il Vangelo di Marco. La scenografia è ricca di elementi caratteristici dell’epoca, compresi i bellissimi costumi, in parte costruiti artigianalmente dalle sarte del paese ed in parte messi a disposizione dalla Compagnia del Bruscello di Montepulciano.
Ad interpretare Gesù sarà ancora Nicola Vincenzini mentre la regia sarà curata da Mario Bastreghi che è anche l'ideatore della rappresentazione.

   

P.O. TV - NEWS FLASH

Arte Cultura e Spiritualità

Notizia:
- Commozione a Jujuy (Argentina) per una immagine della Madonna che piange sangue
http://www.cadena3.com/contenido/2017/03/22/Conmocion-en-Jujuy-por-una-virgen-que-llora-sangre-180233.asp

 

   

STORIA DELLE APPARIZIONI

Arte Cultura e Spiritualità

 

STORIA DELLE APPARIZIONI

 

Nostra Signora di Guadalupe è l'appellativo con cui i cattolici venerano Maria in seguito a una apparizione avvenuta in Messico nel 1531.
Secondo il racconto tradizionale, tra il 9 e il 12 dicembre 1531, sulla collina del Tepeyac a nord di Città del Messico, Maria sarebbe apparsa più volte a Juan Diego Cuauhtlatoatzin, un azteco convertito al cristianesimo. Il nome Guadalupe sarebbe stato dettato da Maria stessa a Juan Diego:
alcuni hanno ipotizzato che sia la trascrizione in spagnolo dell'espressione azteca Coatlaxopeuh, "colei che schiaccia il serpente" (cfr. Genesi 3,14-15), oltre che il riferimento al Real Monasterio de Nuestra Señora de Guadalupe fondato da re Alfonso XI di Castiglia nel comune spagnolo di Guadalupe nel 1340.

A memoria dell'apparizione, sul luogo fu subito eretta una cappella, sostituita dapprima nel 1557 da un'altra cappella più grande, e poi da un vero e proprio santuario consacrato nel 1622. Infine nel 1976 è stata inaugurata l'attuale Basilica di Nostra Signora di Guadalupe.

Leggi tutto: STORIA DELLE APPARIZIONI

   

APPARIZIONE DELLA MADONNA

Arte Cultura e Spiritualità

 

   

APPARIZIONE DELLA MADONNA - LE ANALISI

Arte Cultura e Spiritualità

 

   

APPARIZIONE DELLA MADONNA - LE ANALISI

Arte Cultura e Spiritualità

 

   

IL BATTITO DELLA PACE

Arte Cultura e Spiritualità

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

#Perugiassisi 2016

Il battito. Il ritmo di un fiume in piena di anime, che scandisce i passi in marcia. Passi contro l’indifferenza, contro i conflitti, contro le violenze di genere, le disparità, la morte.

marchadelapaz1Il battito. Di chi ha il coraggio di osare, di dare potere alla parola attraverso i fatti. Di chi si commuove e si muove.

Dove c’è un battito c’è una vita, c’è una forza motrice che provoca un movimento costante, incessante, che a sua volta genera calore e colore... È un flusso che non può fermarsi.

La marcia per la Pace #PerugiAssisi vuole Dare Voce alla pace, come recita lo slogan di quest’anno. Vuole portare alla ribalta il battito di un popolo che cammina ogni giorno, nelle proprie realtà, nelle scuole, nelle innumerevoli associazioni, negli enti locali, nella nostra nazione che può contare su migliaia e migliaia di persone che ogni giorno, costruiscono il cambiamento. Certo questo non fa notizia sui nostri media, come non fa notizia l’informazione sulle gravi crisi umanitarie passata dal 16,5% del 2004, al 2,7% del primo semestre di quest’anno . Ogni giorno viviamo una nuova tragedia: in Siria, Aleppo è ormai stremata, senza acqua, né cibo, né farmaci, sotto le bombe, e molti sono i dispersi civili, migliaia sono i migranti morti in mare; a Gaza, da due mesi manca l’acqua potabile, oltre 30 milioni di bambini non torneranno a scuola a causa dei conflitti in atto, di cui 3 milioni solo in Siria.

Leggi tutto: IL BATTITO DELLA PACE

   

VOGLIO LA PACE E LA GIUSTIZIA, NON LA GUERRA!

Arte Cultura e Spiritualità

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Di Sonia Tabita Bongiovanni

La società umana moderna, che ha raggiunto la tecnologia più avanzata della storia dell'umanità e che ha realizzato dei valori di convivenza e di integrazione tra i popoli di culture e religioni diverse, è riuscita in parte ad evolversi, nonostante ciò oggi si ostina a non imparare dalla storia e quindi dalle esperienze di enorme sofferenza che ha attraversato l'umanità. Non fa tesoro della memoria e continua a percorrere un cammino sbagliato, nefasto, che può portare all'autodistruzione umana.
La società pensa di poter risolvere i problemi, i vari conflitti, le incomprensioni, le intolleranze e la stessa violenza tra le nazioni, con la guerra, nonostante la sofferenza che potrebbe provocare data la morte di migliaia e migliaia di persone, sostenendo che la cosa giusta sia avere un vinto ed un vincitore, il quale stabilirà come mandare avanti la propria nazione.
Nonostante la prima e la seconda guerra mondiale, le guerre in Siria, in Ucraina, in Afghanistan e in tante altre nazioni è stato dimostrato agli occhi del mondo intero che la situazione mondiale non è cambiata, che la guerra ha solo portato la morte di centinaia di migliaia di persone.

Leggi tutto: VOGLIO LA PACE E LA GIUSTIZIA, NON LA GUERRA!

   

I MESSAGGI SEGRETI DELLA MADONNA

Arte Cultura e Spiritualità

DOCUMENTO

 

   

EDUCAZIONE ALLA CULTURA DELLA LEGALITA' CON STUDENTI UNIVERSITARI A VILLARRICA

Arte Cultura e Spiritualità

 

Di Omar Cristaldo

Nel primo pomeriggio di venerdì 16 agosto 2016, ci incontriamo nuovamente: io (Omar Cristaldo) e Jorge Figueredo al punto stabilito, Avda. Eusebio Ayala y Chóferes del Chaco, dove ci raggiunge puntualmente il Senatore Arnaldo Giuzzio, che aveva espresso il desiderio che lo accompagnassimo alla città di Villarrica, a circa 150 km da Asunción, dove avrebbe parlato agli studenti universitari dell'UNVES (Università Nazionale di Villarrica dello Spirito Santo).   

Durante il tragitto intratteniamo un’animata conversazione anche sul tema da trattare con i ragazzi e sulle attività che la Rivista Antimafiadosmilparaguay sta portando avanti, ricevendo dal Senatore tutto il suo appoggio nelle attività che organizzeremo nel mese di ottobre in ricordo di Pablo Medina.

Leggi tutto: EDUCAZIONE ALLA CULTURA DELLA LEGALITA' CON STUDENTI UNIVERSITARI A VILLARRICA

   

UN MESSAGGIO DAL CIELO, INCONTRO CON GLI STUDENTI

Arte Cultura e Spiritualità

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

IL MESSAGGIO DAL CIELO ALLA TERRA ED IL RITORNO DI GESÙ. INCONTRO CON GLI STUDENTI DI VILLA HAYES-CHACO

Di Omar Cristaldo

Lunedì 19 settembre abbiamo organizzato un incontro audiovisivo con gli studenti dell’Istituto Dr. Blas Garay, nella città di Villa Hayes, regione del Chaco, Paraguay, accogliendo l’invito della direttrice dell’Istituto Isabel Molinas. Alle 7:00 siamo stati ricevuti dalla direttrice e dal corpo docente, i quali ci hanno accompagnato nel salone dove si sarebbe svolto l’incontro, e dove ho allestito l’attrezzatura audiovisiva per le immagini ed i video di supporto allo stesso.

La direttrice dell’Istituto Isabel Molinas, sollecitando gli alunni a prestare molta attenzione data l’importanza degli argomenti che avrebbero ascoltato, ci ha invitati ad aprire il nostro discorso. È nato un piacevole e profondo dialogo spirituale con i giovani sui temi “Il Cosmo-La Creazione universale” e “Dove vai Umanità? E una sintesi degli ultimi eventi mondiali del mese di Agosto 2016, interrogandoci su: “A cosa andrà incontro l’uomo se non cambia?” Questo è il tempo del Ritorno del Maestro Gesù. I segni che si manifestano in tutto il mondo ci parlano per prepararci a questo evento”.
Erano presenti i ragazzi di 1ª, 2ª e 3ª Media, i quali hanno seguito con molto rispetto ed attenzione per tutta la durata dell’incontro.

Abbiamo proiettato un video realizzato da alcuni giornalisti sugli eventi mondiali, focalizzandoci su quelli accaduti nel mese di agosto di quest’anno. Nello stesso si osserva la reazione della natura nei suoi diversi aspetti, piogge torrenziali, temporali, tornado, voragini, grandi incendi, ecc.

Abbiamo proseguito analizzando il Cosmo, le leggi universali che lo regolano e che sono immutabili e basate sulla Giustizia, la Pace e l’amore ed abbiamo realizzato un viaggio immaginario attraverso il cosmo, grazie ai video ed alle foto grafiche che la scienza ci offre: il nostro pianeta Azzurro, la Madre Terra, la bellezza e lo splendore dei suoi campi verdi, montagne, laghi e fiumi, tante specie di animali, i bambini felici che giocando così come i giovani, perché siamo nati per essere felici e servire, servire la vita, servire Cristo.

Abbiamo parlato delle bombe atomiche e delle conseguenze dell’uso di questa energia, la relazione con il terzo messaggio della Madonna di Fatima,

Leggi tutto: UN MESSAGGIO DAL CIELO, INCONTRO CON GLI STUDENTI

   

LA MADONNA PIANGE SANGUE A TREVIGNANO

Arte Cultura e Spiritualità

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Frotte di pellegrini per una statua di Medjugorje come quella di Civitavecchia Ma la Diocesi ci
va con i piedi di piombo. Il sindaco nel panico per la viabilità.
Se sono lacrime di sangue vero nessuno lo sa davvero. Ma a Trevignano Romano si grida già al miracolo per una nuova statua della Madonna che piangerebbe sporcandosi il volto, proprio come quella di Civitavecchia che lacrimò per 14 volte nel 1995. Anche questa immagine sacra arriva da Medjugorje, proprio come la statuina della città portuale, approdo di crocieristi in visita alla Capitale. Ma la sua proprietaria entrerebbe anche in trance, ricevendo messaggi terribili, impressi sulla sua pelle, che farebbero presagire alla fine del mondo, attraverso predizioni di catastrofi naturali: tsunami e terremoti, che fanno più paura dopo le scosse che hanno martoriato Amatrice e il cuore dell’Italia.
Non ci sono boschi come quelli di Forio d’Ischia, dove la tragedia delle Torri Gemelle di New York sarebbe stata rivelata dalla Vergine ad alcune bambine sei anni prima del tremendo attacco all’America. Con la visione preveggente del fuoco e dei crolli davanti agli occhi di una delle tre ragazzine che andavano a pregare nella radura per la salvezza dell’umanità.

Leggi tutto: LA MADONNA PIANGE SANGUE A TREVIGNANO

   

Diretta da Monte Urano (FM)

Arte Cultura e Spiritualità

Conferenza: la presenza degli esseri di luce nel vangelo e la seconda venuta di Cristo.

relatori: Flavio Ciucani ricercatore storico

             Pier Giorgio caria ricercatore documentarista

             Giorgio Bongiovanni stigmatizzato a Fatima

Ingresso libero.

 

 

   

FIGURA DI CRISTO APRE E CHIUDE GLI OCCHI

Arte Cultura e Spiritualità

DA MISTERIO CANAL

El 12 de diciembre fue grabado este video por turistas que visitaban la ciudad de Morelia Michoacán. Aparentemente ellos se dan cuenta del movimiento de la figura, pero después descubrieron que era una figura sin movimientos. Desconocemos la veracidad del mismo: no sabemos si se trata de un montaje, marioneta o un verdadero milagro pero te compartimos el material y al final tu tienes la última palabra.

 

   

PIANETA OGGI REPORTER SETTIMANALE

Arte Cultura e Spiritualità

DA MEOLO (VENEZIA) INCONTRO CON L'ARTISTA VENEZIANA IRINA ZANIN

IN OCCASIONE DELLA SUA ULTIMA OPERA, "IL CASTELLANO", UN GRANDE SUCCESSO ALLE MOSTRE D'ARTE.

A CURA DI MASSIMO BONELLA.

IN COLLABORAZIONE CON IL CIRCUITO RTV INTERREGIONALE TERRESTRE E RADIO SAIUZ NETWORK.

 

   

Pagina 1 di 7

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.