Lunedì, Dicembre 11, 2017
   
Text Size

UN MESSAGGIO DAL CIELO, INCONTRO CON GLI STUDENTI

Arte Cultura e Spiritualità

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

IL MESSAGGIO DAL CIELO ALLA TERRA ED IL RITORNO DI GESÙ. INCONTRO CON GLI STUDENTI DI VILLA HAYES-CHACO

Di Omar Cristaldo

Lunedì 19 settembre abbiamo organizzato un incontro audiovisivo con gli studenti dell’Istituto Dr. Blas Garay, nella città di Villa Hayes, regione del Chaco, Paraguay, accogliendo l’invito della direttrice dell’Istituto Isabel Molinas. Alle 7:00 siamo stati ricevuti dalla direttrice e dal corpo docente, i quali ci hanno accompagnato nel salone dove si sarebbe svolto l’incontro, e dove ho allestito l’attrezzatura audiovisiva per le immagini ed i video di supporto allo stesso.

La direttrice dell’Istituto Isabel Molinas, sollecitando gli alunni a prestare molta attenzione data l’importanza degli argomenti che avrebbero ascoltato, ci ha invitati ad aprire il nostro discorso. È nato un piacevole e profondo dialogo spirituale con i giovani sui temi “Il Cosmo-La Creazione universale” e “Dove vai Umanità? E una sintesi degli ultimi eventi mondiali del mese di Agosto 2016, interrogandoci su: “A cosa andrà incontro l’uomo se non cambia?” Questo è il tempo del Ritorno del Maestro Gesù. I segni che si manifestano in tutto il mondo ci parlano per prepararci a questo evento”.
Erano presenti i ragazzi di 1ª, 2ª e 3ª Media, i quali hanno seguito con molto rispetto ed attenzione per tutta la durata dell’incontro.

Abbiamo proiettato un video realizzato da alcuni giornalisti sugli eventi mondiali, focalizzandoci su quelli accaduti nel mese di agosto di quest’anno. Nello stesso si osserva la reazione della natura nei suoi diversi aspetti, piogge torrenziali, temporali, tornado, voragini, grandi incendi, ecc.

Abbiamo proseguito analizzando il Cosmo, le leggi universali che lo regolano e che sono immutabili e basate sulla Giustizia, la Pace e l’amore ed abbiamo realizzato un viaggio immaginario attraverso il cosmo, grazie ai video ed alle foto grafiche che la scienza ci offre: il nostro pianeta Azzurro, la Madre Terra, la bellezza e lo splendore dei suoi campi verdi, montagne, laghi e fiumi, tante specie di animali, i bambini felici che giocando così come i giovani, perché siamo nati per essere felici e servire, servire la vita, servire Cristo.

Abbiamo parlato delle bombe atomiche e delle conseguenze dell’uso di questa energia, la relazione con il terzo messaggio della Madonna di Fatima,

abbiamo analizzato il messaggio con la situazione attuale ed abbiamo visto che tutto si sta avverando e che manca soltanto la manifestazione del Maestro Gesù Cristo: “Quando nessun re, imperatore o vescovo lo aspetterà Lui – Gesù Cristo - ritornerà per giudicare l’umanità per le sue opere ed instaurerà il Regno di Suo Padre così come ha promesso”.

 

Gli Ufo, apparsi massivamente dopo le esplosioni nucleari di Hiroshima e Nagasaki, un fatto citato anche nel messaggio di Fatima: “Esseri cosmici verranno da lontani lidi dell’Universo a visitare la Terra nel nome di Dio”, e riguardo le bombe atomiche dice: “Satana riuscirà a sedurre gli spiriti dei grandi scienziati che inventano le armi, e li aizzerà a fabbricare enormi quantità di quelle armi. Satana dominerà anche le menti dei potenti dell’economia e insieme agli scienziati costruiranno bombe che distruggeranno migliaia di esseri umani”, qui si riferiva alle bombe atomiche, ed in Giappone, nelle due città già menzionate, hanno già causato circa 320.000 vittime.

Di fronte a questa situazione il Cielo cerca di offrire una possibilità di redenzione, o di stimolare un cambiamento del nostro comportamento verso la natura, verso la vita sulla Terra, perché l'uomo la sta distruggendo. Abbiamo parlato anche di Giorgio Bongiovanni, come messaggero del Cielo il quale, come richiestogli dalla Madonna, rivela il 3º segreto di Fatima e che non siamo soli nell'universo, che esistono umanità in altri mondi che oggi ci visitano e che noi chiamiamo Extraterrestri, ma in realtà sono gli angeli di Ieri, di cui parla la Bibbia, così come altri testi sacri dell’antichità.  

Ci siamo chiesti: “UMANITÀ DOVE VAI?” Mentre si susseguivano immagini di guerre, fumigazioni tossiche, esplosioni nucleari e centrali nucleari che liberano radioattività e tutte le loro conseguenze in ogni forma di vita, la morte a causa delle guerre e della fame.

Ed il messaggio racchiuso in tutto ciò è che solo l’Amore potrà salvare l'uomo, essere coscienti che siamo esseri vivi e che la vita si sta estinguendo gradualmente e la dobbiamo difendere, lavorando a favore della vita, donando tutto di noi, anche la nostra stessa vita se fosse necessario, aspettando così il ritorno tanto atteso del Maestro Gesù Cristo che viene a giudicare l'umanità per le sue opere ed azioni ed a instaurare il regno di Dio che Egli ha promesso. Questo è il tempo da Lui annunciato, lo dimostrano i segni che si manifestano in tutto il mondo.

Dipende da noi da quale parte stare: Dalla parte di Cristo che è la Vita, dalla parte dell’Amore, della Giustizia, della Fratellanza, del Servizio alla vita, o dalla parte della morte, di vivere nell’odio, nel rancore, nella divisione, nella guerra, nel dolore e nell’inferno.

La Direttrice ci ha informati che il tempo a nostra disposizione si era concluso, perché avevano altre iniziative a seguire. Abbiamo ringraziato i giovani per la loro attenzione e rispetto. Non è stato possibile lasciare spazio alle domande a causa dell'orario. Ho ringraziato la Direttrice per lo spazio concessomi, dandomi la possibilità di condividere con i suoi studenti il nostro messaggio che ci arriva dal Cielo alla Terra.  

Dopo aver smontato l’attrezzatura ho fatto ritorno ad Asunción, sempre con la gioia di aver contribuito con un altro granello di sabbia alla grande Opera di Amore che porta avanti Giorgio Bongiovanni che amiamo e rispettiamo.  

Con amore Fraterno

Omar Cristaldo

Asuncion-Paraguay

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.