Giovedì, Agosto 16, 2018
   
Text Size

Triveneto Oggi

ANDREA ZANONI INFO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 17 febbraio 2014

Brigitte Bardot raccoglie la richiesta di intervento di Zanoni (PD) per salvare i cuccioli di volpe

L’attrice animalista francese Brigitte Bardot ha raccolto l’invito dell’eurodeputato PD Andrea  Zanoni e delle associazioni LAV, ENPA, LAC e OIPA e ha scritto al Presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro per chiedere di fermare il massacro dei cuccioli di volpe. «Ringrazio Brigitte Bardot per avermi risposto in tempi brevissimi e mi auguro che, di fronte a questa presa di posizione, la Provincia di Treviso faccia subito retromarcia. Il provvedimento “ammazza volpi” rischia di compromettere l’immagine dell’Italia e del Veneto con ripercussioni pesanti anche sul turismo»

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

 

STEFANO BOSCARIOL INFORMA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

" Secondo appuntamento di grande spessore e contenuti, quello voluto dall'AIL del Presidente Colombera, presso la Radio Wideline, ( presso Centro Commerciale Meduna) condotto da Stefano Boscariol, che va in onda ogni lunedi', mercoledi', venerdi'dalle ore 11.20 alle 12.00.
Ospiti di rilievo la dott.ssa De Zen Lucia e la psicologa Dott.ssa Mineto Monica entrambe del Reparto di Pediatria dell'Ospedale Civile di Pordenone.

Leggi tutto: STEFANO BOSCARIOL INFORMA

 

ANDREA ZANONI INFORMA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 23 gennaio 2014

Zanoni: «La Regione dichiari subito decaduto il progetto della discarica CO.VE.RI»

L’eurodeputato PD Andrea Zanoni ha scritto al Governatore veneto Luca Zaia e all’assessore all’Ambiente regionale Maurizio Conte per sollecitare l’adozione del parere negativo della Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale che metterebbe la parola fine al progetto della discarica CO.VE.RI di Lughignano a Casale sul Sile (TV). «Siamo di fronte ad un grave ritardo da parte della Regione che preoccupa cittadini e amministratori locali»

Mercoledì 22 gennaio 2014,l’eurodeputato PD Andrea Zanoni, membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo ha scritto al Governatore veneto Luca Zaia e all’assessore all’Ambiente regionale Maurizio Conte per chiedere di recepire immediatamente, con delibera di Giunta, il parere negativo della Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) sul progetto di discarica della ditta CO.VE.RI. a Lughignano a Casale sul Sile (TV) chiudendo per sempre questa brutta pagina.

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFORMA

 

NOTIZIARIO VERDE - ANDREA ZANONI

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Newsletter n°101 del 14 Gennaio 2013

(per scaricare il Pdf clicca qui) 

http://www.andreazanoni.it/it/newsletter/

Ambiente

Torio 232 nel poligono militare “Cellina-Meduna”: Zanoni porta il caso in Europa (leggi il comunicato) 
 Pordenone, 06 Gennaio 2014

Smaltimento armi chimiche in Croazia, UE assicuri la massima sicurezza (leggi il comunicato) 
Bruxelles, 07 Gennaio 2014

Il Piano Cave che divora la Marca (leggi il comunicato)
Treviso, 08 Gennaio 2014

Le PM10 schizzano alle stelle con i Panevin (leggi il comunicato)   
Treviso, 08 Gennaio 2014

 Apicoltura, agricoltura, ambiente e salute del consumatore (leggi il comunicato) 
Marostica (VI), 08 Gennaio 2014

Rinnovabili e cambiamento climatico, Zanoni: “L'Ue ponga obiettivi ambiziosi per il 2030” (leggi il comunicato) 
Bruxelles, 08 Gennaio 2014

Esposto di Zanoni al Governo per impugnare il Piano casa del Veneto (leggi il comunicato) 
Veneto, 09 Gennaio 2014

La Regione boccia all’unanimità l’impianto a biogas a Ramon(TV) (leggi il comunicato)  
Veneto, 09 Gennaio 2014

Società e Lavoro

Electrolux, a disposizione fondi europei per gli esuberi (leggi il comunicato) 
Bruxelles, 08 Gennaio 2014

Tutela fauna selvatica - Caccia - Biodiversità

Leggi tutto: NOTIZIARIO VERDE - ANDREA ZANONI

 

OGM

Triveneto Oggi

 

COMUNICATO STAMPA
AUDIZIONE SUGLI OGM PRESSO LA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA: “NORME DI COESISTENZA”, UN FALSO SCIENTIFICO PER L’ASSOCIAZIONE NOGM; 
COMPIUTO UN IMPORTANTE PRIMO PASSO VERSO L’APERTURA DI UN COMUNE TAVOLO DI CONFRONTO SCIENTIFICO E DI VERIFICA
Ieri venerdì 10 gennaio 2014 alle ore 12 ha avuto luogo presso la Regione Friuli Venezia Giulia l’incontro tra il Presidente dell’Associazione NOGM, il nutrizionista clinico e biologo dott. Franco Trinca, e i Funzionari della Regione, sul tanto controverso tema delle “norme di coesistenza” tra coltivazioni OGM e coltivazioni tradizionali e biologiche. L’Associazione NOGM ha ribadito il suo motivato giudizio su tali norme, considerate un "falso scientifico" e quindi un vero e proprio equivoco tecnico-giuridico, introdotto dalla Commissione Europea che, nella realtà (purtroppo già drammaticamente sperimentata in molti Paesi del mondo), si traduce nella contaminazione della filiera agro-alimentare e dell'intero ecosistema biotico, con perdite irreparabili di biodiversità, pesanti alterazioni del patrimonio genetico naturale, con effetti imprevedibili e potenzialmente drammatici, nonché rischi gravissimi per la salute umana. 
Il Presidente dell'Associazione NOGM, anche in rappresentanza delle moltissime Associazioni ambientaliste, di produttori biologici e biodinamici, insieme alle quali è stato costituito il Coordinamento NO OGM Veneto-Friuli (che intende divenire un punto di riferimento qualificato a livello nazionale, per tutti quei movimenti che si battono per la tutela di un cibo sano e un ambiente integro, senza OGM, pesticidi ed erbicidi), ha fatto presente ai funzionari della Regione FVG quanto segue:
1. ci sono prove e documentazioni scientifiche "sul campo" le quali dimostrano che la "coesistenza" è impossibile e quindi è un vero e proprio falso scientifico e giuridico, perché i transgeni rilasciati e diffusi nell'ambiente si espandono ovunque, contaminando la microflora del suolo, le acque, le varietà agronomiche tradizionali e le specie selvatiche;

Leggi tutto: OGM

 

TERRENO SALVATO

Triveneto Oggi

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 13 gennaio 2014

A Montebelluna (TV) 34 famiglie salvano 3 ettari di terreno sottraendolo ai cavatori

A Montebelluna, il gruppo di acquisto solidale Campilonghi ha acquistato tre ettari di terreno per avviare coltivazioni biologiche e fare attività didattica e ricreativa. L’eurodeputato PD Andrea Zanoni ha affermato: «Sostengo fortemente questi cittadini che in una terra massacrata da cave e zone industriali hanno dato un segnale forte di amore e attaccamento del proprio territorio. Mi auguro che cittadini di altri Comuni seguano questo innovativo esempio»

A Montebelluna (TV), il Gruppo d’Acquisto Solidale “Gast Campilonghi”, costituito da 34 famiglie ha depositato 10 mila euro a testa per acquistare 3 ettari di terreno in località Campilonghi a sud di via Schiavonesca Nuova e a sud della cava “Campilonghi”. È il primo caso in Italia di un Gruppo d’Acquisto Solidale che diventa proprietario di un terreno per sottrarlo alle ruspe dei cavatori e per avviare coltivazioni biologiche e fare attività didattica e ricreativa.

A febbraio inizierà la coltivazione e a maggio si prevede il primo raccolto. Nell’area esiste già un rustico che, una volta ristrutturato, sarà il punto vendita dei prodotti a chilometri zero. Tra Montebelluna e Trevignano (TV), dunque, è nato questo progetto iniziato quasi due anni fa, appoggiato e condiviso dai proprietari dell’area. Hanno partecipato architetti, medici, impiegati e imprenditori, oltre ad un agricoltore di professione che è diventato il referente tecnico del gruppo.

L’eurodeputato PD Andrea Zanoni membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo ha affermato: «Voglio fare i miei complimenti a questi cittadini che sono riusciti a lanciare un segnale forte di tutela, amore e salvaguardia del proprio territorio. Mi auguro che cittadini di altri Comuni seguano questo innovativo esempio. Sono le persone spinte dall’amore per l’ambiente e il desiderio di tutelare il territorio e la propria salute che insieme possono cambiare la situazione. Ancora più importante è che questo progetto sia stato avviato a Montebelluna, un’area purtroppo massacrata da cave e insediamenti industriali e che sia stato pensato anche con fini didattici: è dalle giovani generazioni che possiamo sperare che arrivi il cambiamento di rotta definitivo».

BACKGROUND

Sabato 14 dicembre 2013, a Nanto (VI) presso la sala Celotto in Piazza Simposio, l’europarlamentare Andrea Zanoni ha partecipato all’incontro dal titolo “Nuovo Piano Cave e Tutela dell’Area Berica”, organizzato dal Partito Democratico.

Il 9 ottobre 2013, la Commissione regionale Ambiente presieduta dal leghista Luca Baggio ha dato il via libera alla nuova legge sulle cave che dovrà essere approvata dal Consiglio veneto. Il Disegno di legge elaborato dalla Giunta del Veneto lo scorso anno e recante le nuove Norme per l’attività di cava andrebbe a sostituire, una volta approvato dal Consiglio, la Legge Regionale 44/1982 attualmente in vigore.

L’eurodeputato Zanoni ha portato più volte all’attenzione dell’Europa la “questione cave”, che lo vede da sempre impegnato nella tutela del territorio e della salute pubblica. Solo per fare degli esempi, il 7 maggio 2012, Zanoni ha presentato un’interrogazione alla Commissione europea affinché venisse fermato il progetto dell’ulteriore escavazione tra i comuni di Ponzano Veneto e Paese (TV) e per verificare se il progetto di nuova escavazione della cava Morganella mettesse a rischio la tutela delle acque superficiali e sotterranee della zona destinate al consumo umano, violando in questo modo la Direttiva Acque 2000/60/CE.

Il 28 giugno 2012, il Commissario all’Ambiente UE, Janez Potočnik, in risposta, ha sottolineato l’obbligo per gli Stati membri di “adottare misure volte a prevenire il deterioramento dello stato dei corpi idrici sotterranei e di superficie” e il deterioramento “dovuto alla realizzazione di nuovi progetti è tollerato soltanto se si rispettano le condizioni stabilite dall’articolo 4, paragrafo 7 della Direttiva Quadro sulle Acque” tra le quali un prioritario interesse pubblico dell’opera (TESTO RISPOSTA).

A dicembre 2013, Zanoni è intervenuto sul progetto di ampliamento in profondità della cava di proprietà della società Biasuzzi Cave SpA nella frazione di Padernello di Paese (TV), dove si prevederebbe un nuovo volume di scavo per 3.723.922 metri cubi in 11 anni. L’eurodeputato PD ha nell’occasione sottolineato che «l’attuale superficie di 332 mila 400 metri quadrati è impressionante se si pensa che l’area potrebbe contenere la cattedrale di San Pietro ben 30 volte. La percentuale di territorio comunale agricolo escavato, pari a circa il 16%, supera abbondantemente il limite previsto del 3% delle zone agricole in totale spregio alla norma regionale sulle attività di cava».

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni
Email
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. (Bruxelles)
+32 (0)2 284 56 04
Tel. (Italia)
+39 0422 59 11 19
Sito
www.andreazanoni.it
Twitter Andrea_Zanoni
Facebook ANDREA ZANONI
Youtube AndreaZanoniTV

 

   

IL PIANETA AZZURRO SEMPRE PIU' OFFESO

Triveneto Oggi

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 13 gennaio 2014


Porto Tolle, ecco i danni ambientali e sanitari

L'eurodeputato Andrea Zanoni commenta la perizia dell'ISPRA che quantifica in 3,6 miliardi di euro i danni ambientali e sanitari della centrale di Porto Tolle: “Simili progetti devono rispettare alla lettera la normativa europea. Con la nuova direttiva Ue di Valutazione d'Impatto Ambientale, di cui sono relatore per il Parlamento europeo, sarà più difficile creare simili mostri

La perizia sui danni ambientali e sanitari per le emissioni in eccesso prodotte dalla centrale di Porto Tolle depositata dall'ISPRA è l'ulteriore dimostrazione che quando si realizzano simili impianti questi progetti devono essere sottoposti a severe procedure di Valutazione d'Impatto Ambientale VIA senza alcuna intromissione da parte di nessuno”. E' il commento dell'eurodeputato PD Andrea Zanoni, membro della commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo, alla perizia consegnata dall'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) nell'ambito del processo "Enel bis".

Se all'epoca della realizzazione dell'impianto termoelettrico a olio di Porto Tolle fossero state rispettate le norme ambientali europee non avremmo avuto i morti, gli ammalati e le ricadute ambientali che purtroppo ci sono stati – continua Zanoni – Come relatore per il Parlamento europeo della nuova direttiva Ue di Valutazione d'Impatto Ambientale, ho fatto in modo che la nuova normativa europea contenga regole ancora più ferree sulla tutela ambientale e il conflitto d'interessi venga adeguatamente combattuto”.

Il ruolo che da sempre svolge l'ISPRA è importantissimo e tutti dovranno tener conto dei contenuti di questa perizia compreso il fatto che sia stato messo nero su bianco il principio di chi inquina paga”, conclude l'eurodeputato.

NOTE

Secondo la perizia dell'IPSRA, quantifica un risarcimento da 3,6 miliardi per danno ambientale e sanitario da parte della centrale di Porto Tolle, in provincia di Rovigo: 2,6 miliardi di danni sanitari, essenzialmente per la mortalità in eccesso, più un miliardo per omessa ambientalizzazione.

Andrea Zanoni ha già denunciato alla Commissione europea i dubbi riguardanti la proposta di riconvertire a carbone l'impianto (attualmente funzionante a olio) da un punto di vista di emissioni di CO2.

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook ANDREA ZANONI

Youtube AndreaZanoniTV

 

   

A FUOCO L'OASI SAN DANIELE A SAN ZENONE DEGLI EZZELINI (TV)

Triveneto Oggi

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 30 dicembre 2013

A fuoco l’Oasi San Daniele a San Zenone degli Ezzelini (TV)

Mani ignote hanno dato alle fiamme la struttura di osservazione naturalistica all’interno dell’Oasi San Daniele di San Zenone degli Ezzelini (TV) in località Liedolo, realizzata dall’omonima associazione grazie alle donazioni ricevute. L’eurodeputato Andrea Zanoni ha affermato: «Invito gli inquirenti ad indagare a fondo per individuare i colpevoli che dovranno rifondere il grave danno provocato»

La struttura realizzata dai volontari dell’associazione che gestisce l’omonima Oasi naturalistica “San Daniele” in località Liedolo a San Zenone degli Ezzelini (TV) è stata distrutta da un incendio doloso. La scoperta del gesto delinquenziale è stata fatta da alcuni volontari, assieme alla presidente dell’associazione, Mirella Ballan.

Il capanno distrutto dalle fiamme era stato creato come postazione per i fotografi ed era utilizzato per scopi didattici dai ragazzi delle scuole elementari e medie, avviando progetti di fotografia naturalistica e di birdwatching, ovvero di osservazione degli uccelli. La struttura era stata realizzata dai volontari, grazie anche alle donazioni raccolte dall’associazione.

I volontari hanno immediatamente avvertito le Forze dell’ordine e l’Amministrazione comunale di San Zenone degli Ezzelini, in particolare l’assessore all’Ambiente, Lino Pellizzari, da anni promotore dell’Oasi. Anche il diacono Bruno Martino, presidente dell’associazione Sentieri Natura e tra i fondatori e promotori dell’oasi ha espresso il proprio rammarico per l’accaduto.

L’eurodeputato Andrea Zanoni, membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare e vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli animali al parlamento europeo ha affermato: «Siamo di fronte ad un gesto vandalico che ha colpito una struttura con una forte valenza ambientale. Invito gli inquirenti a indagare a fondo per individuare i colpevoli di un atto scellerato e che, una volta identificati, dovranno rifondere il grave danno di cui si sono resi responsabili. In un periodo in cui assistiamo al massacro degli habitat naturali con cementificazioni selvagge e in cui l’avifauna è stata colpita da una gravissima epidemia di Tricomoniasi che ha colpito in questi mesi i piccoli passeriformi come i Fringuelli, le Cince e in particolare i Verdoni, quanto accaduto nell’Oasi San Daniele è inaccettabile. La struttura costruita dai volontari anche per educare al rispetto della natura e del territorio è un fondamentale simbolo di civiltà che qualche balordo si è divertito a cancellare. Sono sicuro che la lodevole associazione San Daniele ricostruirà quanto è andato distrutto e che rappresenta una ricchezza per tutta la comunità di San Zenone e non solo». 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni
Email  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04
Tel. (Italia) +39 0422 59 11 19
Sito www.andreazanoni.it
Twitter Andrea_Zanoni
Facebook ANDREA ZANONI
Youtube AndreaZanoniTV

 

   

ANDREA ZANONI INFO

Triveneto Oggi

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 27 dicembre 2013


“Sui Sentieri degli Ezzelini” (TV), Bruxelles risponde a Zanoni

Il Commissario Ue all'Ambiente risponde all'interrogazione dell'eurodeputato Andrea Zanoni sul percorso naturalistico-turistico denominato “Sui Sentieri degli Ezzelini”: progetto finanziato dall'Europa, non sembrano esserci violazioni ambientali. Zanoni: “Vigilerò affinché un progetto concepito per la natura e i cittadini non serva altri interessi

Il progetto del percorso naturalistico-turistico denominato “Sui Sentieri degli Ezzelini” “è stato cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale FESR”  e “stando alle informazioni trasmesse  dalle autorità regionali, si è concluso ed è attualmente operativo”. Lo fa sapere il Commissario Ue all'Ambiente Janez Potočnik in risposta all'interrogazione presentata dall'eurodeputato PD Andrea Zanoni, membro della commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo.

Zanoni aveva chiesto a Bruxelles conto di quanto stanziato dall'Ue per il completamento del percorso naturalistico-turistico che si snoda lungo il fiume Muson dei Sassi e attraversa diversi comuni a partire da Resana fino a San Zenone degli Ezzelini in provicia di Treviso a fronte delle lungaggini burocratiche che rischiavano di affossarne il completamento. Il Commissario Ue all'Ambiente fa sapere a Zanoni che il finanziamento comunitario è stato erogato “nel quadro del programma Veneto 2000-2006, azione 3.2 “Diversificazione dell’offerta turistica e prolungamento della stagionalità” per un importo totale di 73.463,42 euro dei quali 28.728,71 euro di fondi FESR”.

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

   

STEFANO BOSCARIOL INFORMA

Triveneto Oggi

 

COMUNICATO

Ennesima lezione magistrale quella esibita e ben orchestrata mercoledì sera 11 dicembre al Teatro Pasolini di Casarsa dal Prof. Paolo Crepet.

“La solidarietà in tempo di crisi ” è stato il tema della conferenza organizzata e voluta dall’AIL Provinciale del Presidente Aristide Colombera ( per sollecitare l’ambiente provinciale ad aiutare chi ha bisogno ed è malato) con il patrocinio del Comune di Casarsa.

Il messaggio e le indicazioni del noto psichiatra-sociologo sono state come al solito di una chiarezza e competenza che non ammette spiegazioni, condite con quella trasparenza e giusta ironia che tengono incollate alla poltrona i partecipanti per ben due ore.

“ Non esiste più la solidarietà di una volta, quella fatta di aiuto materiale in tempo di guerra, quella di oggi è diversa e più complessa.

Ognuno sembra rinchiudersi dentro il proprio spazio personale e non si allarga alla comunità, eccezion fatta naturalmente per alcune forme di associazionismo”- afferma il Prof. Crepet.

E aggiunge-“ la crisi poi ha accentuato questo rinchiudersi a tal punto che la forma di protesta alla quale assistiamo oggi, benché motivata in molti casi, non ha l’effetto desiderato ma solo un movimento di distruzione e rivolta poco propositivo.”

“ Quello che nessuno dice è che oltre a una emergente crisi di lavoro di questi ultimi anni, la vera e profonda spaccatura sociale nasce dalla mancanza di valori umani e soprattutto familiari.

Ciò è causato molto dall’introduzione spasmodica dell’uso di Internet che ha sfasciato alcune relazioni e sentimenti e ne ha creati altri virtuali e distorti.”

“Ricevo molte mail nel mio lavoro di psichiatra e noto che in questi ultimi anni il mondo femminile è cambiato in peggio nonostante le pari opportunità professionali, soprattutto nell’ambito familiare.”

“ Voi genitori dovete spiegare e aiutare i vostri figli a capire che il mondo è cambiato e non sarà più come prima, da quello industriale a quello sociale, e se necessario invitateli ad aprire gli orizzonti e muoversi anche all’estero.”  

Stefano Boscariol

Addetto Stampa – Comunicazione AIL

 

   

STEFANO BOSCARIOL INFORMA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

" Mercoledì prossimo 11 dicembre ore 20.45, presso il Teatro P.P.Pasolini di Casarsa, si terrà un 'interessante ed esclusiva conferenza/dibattito su uno dei temi più sentiti e diffusi in questo momento: " La solidarietà in tempo di crisi".

A condurre la lezione e ad approfondire i valori di questo messaggio sarà il noto psichiatra/sociologo Prof. Paolo Crepet (reduce fra l'altro da una serata come quella del 29 novembre a Pordenone con la Confartigianato, di grande successo).

L'iniziativa è promossa dalla Associazione Italiana Leucemie del Presidente Aristide Colombera con il Patrocinio del Comune di Casarsa, con l'intento di richiamare l'opinione pubblica non solo all'attenzione dei problemi e della mission dell'Associazione da Lui rappresentata ma anche porre la massima sensibilità su quanti oggi possano aver bisogno di un aiuto e soprattutto come poterlo concretamente attuare.

La serata non a caso è stata organizzata prima di Natale ma anche dopo il 7 e 8 Dicembre che per l'AIL rappresenta una delle due date che contraddistinguono tappe fondamentali della loro annuale attività come " Le stelle di Natale" .

 

   

ECOISTITUTO MESTRE PROF. MICHELE BOATO INFO

Triveneto Oggi

 

GAIAnews



notizie dallEcoistituto del Veneto - dicembre 2013

1.  Se cliccate qui:   

http://www.ecoistituto-italia.org/cms-4/files/TeA75-1.pdf

vi appare  il Tera e Aqua n.75 dicembre 2013-gennaio'14 con articoli su:

Manifestazione del 30 nov. a Ve contro le Grandi Opere inutili; Renzo Mazzaro su Il partito degli affari;

Grandi Navi fuori dalla laguna, ecco come fare; ...invece ci propongono di peggio;

Il sindaco di Cortina"Mai zede, mai cedere"; Il Cansiglio non è in vendita; esce il libro 'Ecologia femminile plurale?

2.   Domenica 8 dicembre  un invito all'ora del tè IncontriamoCittAperta

a Mestre in via Col Moschin 20 (traversa di via Sernaglia e via Felisati, 300 m dalla Stazione)

 un paio d'ore assieme, per conoscerci ore 17  tè e pasticcini(anche fatti in casa; se ne porti, sono graditissimi):

ore 17.30  Renzo Mazzaro giornalista del Mattino di Padova ci presenta e discute con noi il suo libro

I PADRONI DEL VENETO

che. tra l'altro, ha provocato l'arresto di Baita (Mantovani) e Mazzacurati (Consorzio del Mose)
per capire meglio il Partito degli Affari che c'è dietro alle "Grandi Opere"


3.  Mercoledì 11 ore 21

a Mogliano (TV) Centro Sociale

lo spettacolo musicale EPPURE SOFFIA Spifferi e tempeste ecologiche in Veneto

testi e regia di Michele Boato; terzetto jazz David Boato, Rosa Brunello, Nicolò Romanin;

canta Luisa Pasinelli  con Mauro Stella alla chitarra;

voci narranti Enrico Corradini, Michele Boato e Sonia de Savorgnani

video di Dario Busetto.

 ingresso ad offerta solidale (fino esaurimento posti)

cliccando qui:   http://www.youtube.com/watch?v=TrMYc1g-Ehw
vedete una breve sintesi dello spettacolo

 

   

MERCURIO NELLA FALDA TREVIGIANA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 27 novembre 2013

Mercurio nella falda trevigiana, la Regione se ne lava le mani
Zanoni: "Ho depositato un esposto alla Magistratura".

L’assessore veneto all’Ambiente, Maurizio Conte, ha risposto alla richiesta di intervento inviatagli dall’eurodeputato Andrea Zanoni in merito alla presenza di mercurio nella falda del trevigiano. «La Regione, per voce dell’assessorato, ha fatto sapere che non stanzierà fondi per le indagini. È inaccettabile che la situazione idrogeologica e il diffuso tessuto produttivo e artigianale siano stati addotti come motivi per non individuare la fonte inquinante»

Leggi tutto: MERCURIO NELLA FALDA TREVIGIANA

   

USB TRASPORTI VENEZIA INFO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Questo e' un volantino che distribuiremo a Venezia per preparare lo sciopero del 6 dicembre

DOPO L'ACCORDO DEL 17 OTTOBRE di VENEZIA
DOPO LE 5 GIORNATE DI GENOVA
CONCLUSE CON UN ACCORDO ANALOGO
LA LEZIONE …..
OCCORRE GENERALIZZARE LA VERTENZA
CONTRO LE PRIVATIZZAZIONI
DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE!!!

Il 7 maggio la Giunta Regionale del Veneto ha operato una nuova riduzione (TAGLIO) delle risorse destinate al trasporto pubblico locale, da 264,8 milioni di euro a 256.
8,8 milioni di euro in meno che si sommano agli altri 32 milioni di euro in meno dal 2010 al 2012 …
Di fatto le risorse regionali per il TPL sono passate da 287 a 255 milioni di euro.
Questa riduzione ha certamente pesato in particolare nei confronti di ACTV.

Ma intanto …...

Leggi tutto: USB TRASPORTI VENEZIA INFO

   

ECOISTITUTO DI MESTRE - MICHELE BOATO INFORMA

Triveneto Oggi

 

AMICOALBERO, ECOISTITUTO DEL VENETO,

ITALIA NOSTRA, NO GRANDI NAVI IN LAGUNA

invitano alla

CONFERENZA STAMPA

Sabato 16 novembre ore 12

presso il Centro culturale CittAperta

via Col Moschin (angolo Felisati) a 300 m da stazione di Mestre

 

FERMIAMO LE OPERE PAZZESCHE

IN PROGRAMMA IN LAGUNA

PER LE GRANDI NAVI

Due “Scogliere” di 7,5 Km , larghe 26 metri,

a fianco del Canale dei Petroli, da porto S.Leonardo a Fusina

Due Casse di Colmata da quasi un milione di metri cubi,

per fanghi inquinanti, con sponde alte 1,50 m . sul medio mare

Tre “Barene traslate” da 4,6 milioni di metri cubi per i fanghi

dello scavo di un nuovo canale (Contorta-S.Angelo)

per far arrivare, ancora, le Grandi Navi in Marittima

Intervengono:

- Michele Boato portavoce AmicoAlbero

- Carlo Giacomini per Ecoistituto del Veneto “Alex Langer”

- Cristiano Gasparetto vice-presidente di Italia Nostra

- Silvio Testa portavoce No Grandi Navi in Laguna di Venezia

 

   

ECOISTITUTO MESTRE PROF. MICHELE BOATO INFO

Triveneto Oggi

 

IncontriamoCittAperta

domenica 17novembre  ore 17

un invito all'ora del tè a Mestre in via Col Moschin 20

(traversa di via Sernaglia e via Felisati, 300 m dalla Stazione)

 per trascorrere un paio d'ore assieme, per conoscerci

 ore 17  tè e pasticcini (anche fatti in casa; se ne porti, sono graditissimi):

ore 17.30  Nelli Vanzan Marchini

storica di Venezia e archivista

 presenta, con magnifiche immagini,  il suo libro

VENEZIA, LA SALUTE, LA FEDE

che ci parla del rapporto di una città unica con un ambiente inospitale, come la laguna di Venezia,

e le strategie di sopravvivenza per tutelare la salute dei cittadini e dell’ambiente

260 pp - 8 € - ed.De Bastiani, Vittorio Veneto

Dalle ore 16 alle 17 (sempre a CittAperta) siete tutti invitati alla Consegna dei Premi ai

bravissimi vincitori del Concorso per Tesi di Laurea "Icu-Laura Conti"

La settimana successiva:

domenica 24 novembre

Leggi tutto: ECOISTITUTO MESTRE PROF. MICHELE BOATO INFO

   

ECOISTITUTO MESTRE PROF. MICHELE BOATO INFO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

IncontriamoCittAperta

domenica 17novembre  ore 17

un invito all'ora del tè a Mestre in via Col Moschin 20

(traversa di via Sernaglia e via Felisati, 300 m dalla Stazione)

 per trascorrere un paio d'ore assieme, per conoscerci

 ore 17  tè e pasticcini (anche fatti in casa; se ne porti, sono graditissimi):

ore 17.30  Nelli Vanzan Marchini

storica di Venezia e archivista

 presenta, con magnifiche immagini,  il suo libro

VENEZIA, LA SALUTE, LA FEDE

Leggi tutto: ECOISTITUTO MESTRE PROF. MICHELE BOATO INFO

   

ANDREA ZANONI INFO

Triveneto Oggi

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 11 novembre 2013

Zanoni con il Coordinamento Protezionista Veneto per dire basta all’uccellagione in Veneto e alla tortura dei richiami vivi

Domenica 10 novembre, l’eurodeputato Andrea Zanoni ha sfilato alla testa del corteo di oltre 200 animalisti al Roccolo Rossi in località Tretto a Schio (VI): «Grazie alla sottoscrizione dei partecipanti, presenterò un esposto alla Commissione europea e una petizione alla Commissione Petizioni al Parlamento europeo perché questo massacro legalizzato finisca al più presto. È ora che la Regione e le Province smettano di spendere migliaia di euro dei contribuenti per alimentare la cattura dei richiami vivi con mezzi vietati dalle normative europee»

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

   

LA VERGOGNA EUROPEA!

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 8 novembre 2013

«Il Governo rumeno fermi il massacro dei cani»

Sabato 9 ottobre, alle 10.00, l’eurodeputato Andrea Zanoni parteciperà alla manifestazione organizzata a Treviso dalle associazioni animaliste OIPA, ENPA e LAV per fermare l’uccisione dei cani in Romania: «Le autorità romene devono bloccare lo sterminio delle migliaia di poveri animali trucidati con metodi indicibili. Le uccisioni di massa sono state bocciate sia dall’Europa che dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il Governo rumeno si pone così in una situazione di aperto contrasto con i principi alla base della comunità internazionale di cui fa parte»

Leggi tutto: LA VERGOGNA EUROPEA!

   

LA VERGOGNA EUROPEA!

Triveneto Oggi

 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 8 novembre 2013

«Il Governo rumeno fermi il massacro dei cani»

Sabato 9 ottobre, alle 10.00, l’eurodeputato Andrea Zanoni parteciperà alla manifestazione organizzata a Treviso dalle associazioni animaliste OIPA, ENPA e LAV per fermare l’uccisione dei cani in Romania: «Le autorità romene devono bloccare lo sterminio delle migliaia di poveri animali trucidati con metodi indicibili. Le uccisioni di massa sono state bocciate sia dall’Europa che dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il Governo rumeno si pone così in una situazione di aperto contrasto con i principi alla base della comunità internazionale di cui fa parte»

A Treviso sabato 9 novembre 2013 alle 10.00 si terrà il corteo con presidio per chiedere di fermare il massacro dei cani in Romania. L’eurodeputato Andrea Zanoni del gruppo ALDE, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo parteciperà alla manifestazione organizzata da OIPA, ENPA e LAV.

Il Corteo partirà dalla sede di Ca’ Sugana in via Municipio alle ore 10.00 per spostarsi verso il Duomo, attraverso via Cornarotta. Da piazza Duomo, i manifestanti proseguiranno lungo via Calmaggiore fino a piazza dei Signori. Infine, attraverso via XX Settembre si arriverà in piazza Borsa dove si terrà il presidio.   

«Sarò al fianco dei manifestanti perché il massacro di migliaia di poveri animali deve essere fermato subito - ha affermato Zanoni - Da Bruxelles abbiamo già chiesto più volte alla Romania di adottare una gestione del randagismo non violenta basata ad esempio su tecniche indolori come la sterilizzazione. La legge approvata dal Governo e avallata dalla Corte Costituzionale rumena che ha convalidato le uccisioni di massa dei cani randagi costituisce un affronto all’intera Ue e a quei milioni di amanti degli animali che non vogliono assistere ad atrocità inaccettabili nell’Europa del XXI secolo. Così facendo la Romania sta andando contro i principi alla base dell’Unione europea di cui fa parte. La mia battaglia e quella delle tantissime persone che non accetteranno mai tali barbarie non si fermerà fino a quando quella assurda legge non verrà cancellata».

BACKGROUND

L’eurodeputato Zanoni il 24 settembre scorso ho pubblicato un lungo intervento sul suo blog sulla situazione del randagismo in Romania nel contesto dell’attuale normativa europea.

Il 9 settembre Zanoni aveva mandato una lettera al presidente rumeno Traian Basescu per esorcizzare la minaccia di soppressione immediata di tutti i cani senza padrone.

Il 2 settembre scorso, un bambino di 4 anni sarebbe stato ucciso misteriosamente da alcuni cani randagi in prossimità di una struttura abbandonata in un parco di Bucarest. Dopo questa tragedia e al clamore mediatico che si è scatenato, il presidente rumeno Traian Basescu si è affrettato a chiedere la soppressione immediata di tutti i cani senza padrone, dentro e fuori dai canili pubblici. Zanoni in data 9 settembre ha dichiarato che: “Sono sicuro che se la Romania avesse adottato una politica seria di gestione del randagismo con applicazione di microchip e sterilizzazione dei randagi, come da più parti richiesto da tempo, questa tragedia non sarebbe mai accaduta”.

Il 4 ottobre 2012, in occasione della Giornata Mondiale degli Animali, Andrea Zanoni ha partecipato all’inaugurazione a Cernavoda (Romania) del primo rifugio per cani ed equini della Romania, un’iniziativa di Save the Dogs and other Animals.

Il 14 ottobre 2011, il Parlamento europeo ha approvato una dichiarazione scritta “sulla gestione della popolazione canina nell’Ue” con la quale “si chiede agli Stati membri di adottare strategie globali di gestione della popolazione canina” tra cui “controllo, leggi anti-crudeltà e sostegno alle procedure veterinarie, comprese la vaccinazione antirabbica e la sterilizzazione”.

Leggi tutto: LA VERGOGNA EUROPEA!

   

Pagina 3 di 12

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.