Martedì, Gennaio 23, 2018
   
Text Size

Triveneto Oggi

CONFERENZA CON ANDREA ZANONI A MESTRE - VE

Triveneto Oggi

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

 

Comunicato stampa del 7 marzo 2013

 

Zanoni a Mestre per la lotta contro il bracconaggio in Africa

 

A Mestre (VE) venerdì 8 marzo 2013 alle 20.45 all’Hotel Plaza presso la Sala Piave in viale Stazione 36

 

La corsa del Ghepardo contro l’estinzione. La lotta antibracconaggio in Africa” è il titolo della conferenza in programma venerdì 8 marzo 2013, alle ore 20.45, presso la Sala Piave dell’Hotel Plaza in viale Stazione n. 36 a Mestre (VE). La serata è organizzata dall’europarlamentare dell’Italia dei Valori Andrea Zanoni del gruppo ALDE (Alleanza dei Liberali e Democratici Europei), membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare e vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento europeo.

I relatori della conferenza, oltre all’europarlamentare Andrea Zanoni, saranno la Dottoressa Elisabetta Von Hoenning O’Carrol, responsabile italiana del Cheetah Conservation Fund (CCF) e Gianni Bauce, guida professionista accreditata presso Field Guides Association of Southern Africa e THETA, oltre che autore di libri sull’Africa. Durante la serata sarà proiettato un filmato del CCF e, alla fine degli interventi, seguirà il dibattito pubblico. L’incontro si concluderà con un buffet vegetariano.

«La Commissione europea ha destinato un contributo di quasi due milioni di euro all’organo di polizia internazionale INTERPOL, per sostenere la lotta ai reati contro le specie selvatiche e proteggere le risorse naturali mondiali dal commercio internazionale illegale di flora e fauna selvatiche - ha spiegato Zanoni - Questo finanziamento aiuterà ad arginare una piaga che colpisce soprattutto l’Africa. Le stragi di rinoceronti ed elefanti per ottenere corna dal presunto potere afrodisiaco ed avorio sono all’ordine del giorno. Mi auguro che l’Europa possa mettere a disposizione cifre più sostanziose ma che soprattutto invii degli ispettori nei luoghi incriminati, per vedere quello che sta accadendo e per capire come intervenire in modo efficace». 

Al termine della conferenza si terrà un rinfresco offerto con tanto di mimose per tutte le donne presenti vista la ricorrenza dell'8 marzo. “Proprio le donne sono tra le più colpite dalla crisi economica in termini di disoccupazione e discriminazioni sul posto di lavoro. E' dalle donne che bisogna rilanciare la crescita dell'Europa”, conclude Zanoni.

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV

 

ANDREA ZANONI EUROPARLAMENTARE AMBIENTALISTA INFO

Triveneto Oggi

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 7 marzo 2013

 

Zanoni scrive a Zaia: la regione Veneto risolva il grave conflitto d'interessi rappresentato dall'ingegner Vernizzi

L'eurodeputato Andrea Zanoni invita il Governatore del Veneto a porre fine al cumulo di incarichi di Silvano Vernizzi. “Inaccettabile che la stessa persona presenti progetti con la mano destra e li approvi con quella sinistra. Zanoni invita anche la magistratura ad andare fino in fondo nelle indagini sul terremoto frode fiscale che sta scuotendo in questi giorni il Veneto

 

Zaia risolva una volta per tutte la gravissima situazione di conflitto d'interessi rappresentata dall'ingegner Silvano Vernizzi ad esempio al tempo stesso amministratore delegato di Veneto Strade e presidente della commissione regionale incaricata di concedere la Valutazione ambientale strategica VAS, nonché collezionista di svariati altri incarichi. Lo chiede l'Eurodeputato trevigiano Andrea Zanoni con una lettera spedita oggi al Governatore del Veneto Luca Zaia. “Ho denunciato la cosa anche a Bruxelles, e la Commissione europea ha già scritto a Venezia.

 

In capo alla stessa persona sono concentrate le seguenti cariche pubblichescrive Zanoni – Segretario regionale Infrastrutture e mobilità della Regione del Veneto, Commissario straordinario per la Pedemontana Veneta, Commissario straordinario per il Passante di Mestre, Amministratore delegato di Veneto Strade S.p.A., Presidente delle Commissioni regionali VIA (Valutazione Impatto Ambientale) e VAS (Valutazione Ambientale Strategica), nonché svariate altre.

 

L'eurodeputato ricorda a Zaia che in seguito alla sua interrogazione alla Commissione europea del 4 dicembre 2012, Bruxelles ha scritto a Veneziaal fine di ottenere maggiori informazioni sulle modalità con cui si sono svolte le consultazioni delle autorità ambientali competenti, ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 3, della direttiva 2001/42/CE per il piano di assetto del territorio del Comune di Rovigo e dell'articolo 6, paragrafo 1, della direttiva 2011/92/UE per la superstrada pedemontana veneta”.

 

Zanoni aggiunge nella sua lettera che anche “la recentemente approvata legge 6 novembre 2012, n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione” prevede alcune disposizioni normative volte a riformare nel nostro ordinamento la possibilità di cumulare incarichi che ingenerino situazioni di conflitto di interessi.

 

Considero gravissimo che in questi anni in Veneto si sia tollerata una simile situazione, che vede una serie interminabile di cariche strategiche per i lavori pubblici, l'ambiente e le infrastrutture, in capo a una singola persona in chiaro e palese conflitto d'interessi visto che il controllore corrispondeva esattamente al controllato incalza Zanoni - Considero avvilente il fatto che questa importante questione venga alla ribalta e considerata dai vertici della Regione solo alla luce delle importanti indagini della Magistratura che stanno portando a galla un mondo fatto di corruzione e frodi proprio nell'insospettabile Veneto.

 

L'eurodeputato conclude esprimendo “massimo sostegno all'azione degli inquirenti e della magistraturache invita “ad andare fino in fondo e a denunciare ogni tentativo di possibile influenza esterna alle indagini. “Sono sicuro che in queste ore siano molti quelli che temono di sentire suonare il campanello di casa.

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV

 

COORDINAMENTO PROTEZIONISTA VICENTINO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

28 febbraio 2013 Comunicato stampa del Coordinamento Protezionista Vicentino.

 

LA REGIONE VENETO HA RISPOSTO, EROGHERA’ IL CONTRIBUTO AGLI AGRICOLTORI E AI PROPRIETARI DEI FONDI UTILIZZATI PER LA CACCIA, ORA CONVIENE FARE PRESTO PER NON PERDERNE LA COMPLETA EFFICACIA.

 

 

Importante presa di posizione della regione Veneto, che con una nota a firma del dirigente Dr. Mario Richieri, emanata il 28 di dicembre 2012, risponde positivamente alle richieste di rimborso di alcuni agricoltori Vicentini.
In sintesi, il dirigente Richieri scrive che verranno istruite le pratiche di richiesta, che riguarderanno il periodo utile del piano faunistico venatorio attuale, ( approvato a gennaio 2007 ora prorogato a settembre 2013 ) che verranno riconosciuti i contributi secondo le determinazioni che verranno assunte dalla giunta, ai sensi dell’articolo 15 comma 2 della legge 157/92.

 

In pratica, la regione Veneto, sentito l’ufficio legale, ha preso atto che non può fare altro che rispettare la legge, conseguentemente, pagare quanto dovuto per la servitù a cui sono stati obbligati i proprietari dei fondi. Il coordinamento Protezionista Vicentino, su iniziativa della L.A.C. ha lanciato questa importantissima campagna di rispetto della legalità, nella quale si tutelano tutti gli agricoltori.


Ma non solo, anche qualsiasi proprietario di fondi che in qualche modo vengono utilizzati per la caccia, potrà rivendicare il diritto al rimborso, in quanto la legge stabilisce che:

Lo stesso è dovuto grazie a quanto stabilito dall’art. 15 della legge nazionale n.157 del 1992 sulla disciplina della caccia che cita: è “dovuto ai proprietari o conduttori un contributo da determinarsi a cura dell’amministrazione regionale in relazione all’estensione, alle condizioni agronomiche, alle misure dirette alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente”; una spesa a cui si deve far fronte con la tassa di concessione venatoria regionale.

 

Nella missiva regionale, si dichiara inoltre che ai proprietari verrà rimborsato quanto dovuto per l’utilizzo del fondo rientrante nell’ultimo piano faunistico venatorio. Il piano è stato istituito nel 2007, per cui la regione intende pagare solo gli ultimi sei anni di servitù, cosa che sarà impugnata dai nostri legali, con il sistema della “class-action” in quanto ritenuta illegittima dai richiedenti,
ovvero, ai conduttori o proprietari dei fondi vanno riconosciuti tutti i contributi compresi gli arretrati e gli interessi legali, in quanto la legge è stata emanata nel 1992.


Ora, assodato che l'ultima proroga al piano faunistico scade a settembre 2013, per non dare un primo alibi alla regione, per non pagare quanto dovuto, diventa indispensabile che tutte le persone che ne hanno titolo, inviino alla regione Veneto o ad altra regione di appartenenza, la richiesta di rimborso.


Armando Giorio, referente di questa campagna per il CPV ha dichiarato: “Ora ci aspettiamo che tutte le categorie interessate al contributo, dalla Coldiretti in poi, informino tutti gli iscritti di questa nuova opportunità, in modo tale che possano effettuare la richiesta in tempo utile”.

“Come tempo utile, si può ipotizzare entro il 15 luglio 2013, in quanto successivamente le attività in regione rallentano fino a fermarsi per agosto”.


Renzo Rizzi portavoce ha aggiunto: "i proprietari dei fondi, la fauna selvatica e i cittadini sono stati escluse dolosamente dai benefici legislativi, per tutti questi anni, non hanno mai ricevuto quanto previsto per legge.
Viceversa, la potente lobby venatoria è riuscita a fare destinare tutti i fondi alla caccia, al suo entourage e a tutti i servizi a disposizione della stessa, agli ambiti territoriali di caccia ad esempio vengono sversati annualmente centinaia di migliaia di euro che vengono utilizzati quasi completamente per inondare l’ambiente di animali pronta caccia”.

Per fare richiesta di Rimborso, il Coordinamento Protezionista Veneto, ha messo a disposizione un indirizzo, % Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. " target="_blank">mailto: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Info 328 5823930.

 

Portavoce CPV Renzo Rizzi  348 9952822 

 

MAXI TRUFFA ULSS 9 TREVISO - COMUNICATO STAMPA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 1 marzo 2013


Maxi truffa Ulss 9 (TV), Zanoni: “Accertare le vere responsabilità. A pagare non possono essere i trevigiani”

Una perizia civile stabilisce l'innocenza della Sigma informatica e parla di “mancanza di controlli” nel caso degli oltre 4 milioni sottratti dalla dipendente Ulss 9 Loredana Bolzan.

Zanoni: “Adesso la Magistratura accerti tutte le responsabilità e la Corte dei Conti eviti che a pagare le conseguenze di questa mala gestione siano i cittadini trevigiani

Alla luce delle conclusioni della perizia sulla presunta inadempienza contrattuale della Sigma informatica nei confronti della Ulss 9 di Treviso, mi auguro che la magistratura accerti tutte le responsabilità dell'allora gestione Dario e che la Corte dei Conti intervenga a far si che non siano i cittadini a pagare le conseguenze del mega furto da 4 milioni di euro avvenuto nel 2009”. E' il commento dell'eurodeputato Andrea Zanoni all'annuncio della perizia che scagiona la Sigma da ogni responsabilità addossatele dall'Ulss 9 sull'allora furto della dipendente Loredana Bolzan.

Secondo la giudice civile Elena Fazzini, il sistema informatico fornito da Sigma all'Ulss 9 di Treviso era “in linea con le regole dell'arte” e “i furti commessi dalla dipendente sono stati resi possibili dalla mancanza di controlli”. Si tratta del furto di oltre 4 milioni di euro operato dall'ex dipendente della Ulss sul quale si sono aperti dieci procedimenti penali.

Adesso che la Ulss 9 non può più scaricare su terzi le proprie colpe, è arrivato il momento di indirizzare le indagine nella giusta direzione – attacca Zanoni – Ricordo che l'allora direttore generale della Ulss 9 era Claudio Dario, adesso passato a dirigere l'Azienda Ospedaliera di Padova. Mi auguro che Magistratura e Corte dei Conti facciano il possibile per accertare le responsabilità della sua gestione affinché un simile scandalo non capiti mai più”.

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email

 +32 (0)2 284 56 04 

Tel (Italia)  +39 0422 59 11 19 

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

 

 

TERREMOTO FRODE FISCALE IN VENETO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo


Comunicato stampa del 1 marzo 2013

Terremoto frode fiscale in Veneto, Zanoni: “Accertare le responsabilità politiche e smascherare il sistema marcio e corrotto

Milioni di fondi neri e arresti illustri. In manette l'ex segretaria di Galan (quando era Governatore del Veneto). Zanoni: “Zaia spalanchi le porta della Regione per far entrare la luce e gli inquirenti. Accertare fino a che punto arriva questo sistema marcio e corrotto

 

Invito Zaia a spalancare le porte della Regione Veneto agli inquirenti e alla magistratura, e lo invito

Leggi tutto: TERREMOTO FRODE FISCALE IN VENETO

 

ASSOCIAZIONE TERRA MATER INFORMA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

l’Associazione Terra Mater con il patrocinio del comune di Brugnera e l’appoggio della presidenza dell’Istituto Comprensivo Statale del Comune, vi invita

Venerdì 1 marzo alle ore 20:30 c/o l’Auditorium delle Scuole Medie in via Galileo Galilei, all’incontro

“Messaggi subliminali”

- Armi di manipolazione di massa –

Relatore: Francesco Amendola

 

L’iniziativa desidera prevenire e divulgare la conoscenza dell’utilizzo sfavorevole delle immagini nella comunicazione (pubblicità,

Leggi tutto: ASSOCIAZIONE TERRA MATER INFORMA

   

SPORT PIANCAVALLO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Manifestazione “JOIN THE GAME” - Edizione 2013

 

RELAZIONE

 

 

La manifestazione <>, finali regionali basket giovanile under 13-14 maschile e femminile, si terrà il 7 aprile 2013 a Piancavallo; trattasi di un evento sportivo-turistico e sociale di grande impatto regionale, ma che ha risvolti nazionali in quanto le finaliste regionali accederanno poi alla Fase Nazionale, che si terrà a Caorle (VE) nel prossimo mese di maggio 2013.

 

La ASD FREE TIME di Stefano Boscariol, in virtù anche della positiva e riuscita edizione 2012, sempre a Piancavallo, ma pure per la provata e professionale esperienza nel settore specifico (quasi quarant’anni di vissuto e progettualità), ha ricevuto l’incarico ufficiale dalla F.I.P. Regionale, con il supporto consensuale della FIP Nazionale e della Benetton Basket (fino allo scorso anno artefice dell’iniziativa), di organizzare nuovamente l’edizione 2013, scegliendo come sede Piancavallo.

 

Il 7 aprile 2013 in quel di Piancavallo, nel Nuovo Palasport (fra l’altro gestito dalla stessa FREE TIME su incarico Promotur nell’estate 2011) scenderanno in campo circa 400 ragazzi/e Under 13 e 14, che si cimenteranno in sfide di 3c3 per l’intera giornata, occupando contemporaneamente 4 metà campo disponibili nella meravigliosa e adattissima struttura montana .

 

In quella Domenica potranno salire al Piancavallo circa mille e più fra genitori, familiari e appassionati che avranno il tempo di gustare e visitare non solo la località turistica (a molti, ancor oggi sconosciuta), ma pure di apprezzarne le varie e meravigliose attrattive sia turistico sportive-naturali, ma anche alberghiere e culinarie.

   

IN PRIMO PIANO: PERICOLO PER LE NUTRIE

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 15 febbraio 2013

A Treviso, un migliaio di cacciatori in azione per sterminare le Nutrie.

Zanoni: «Il vero pericolo del nostro territorio sono le grasse e grosse Nutrie a due gambe»

L’Assessore Provinciale alla caccia di Treviso, Mirco Lorenzon, è il fautore dello sterminio delle Nutrie da parte dei cacciatori. Il vice Sindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini, ha indicato di ucciderle a vista. L’eurodeputato Andrea Zanoni: «La Provincia si affida ai cacciatori che sono la vera causa di tutto: uccidendo le Volpi, eliminano l’unico predatore naturale delle Nutrie».

L’assessore alla caccia della Provincia di Treviso, Mirco Lorenzon, pare abbia autorizzato un migliaio di cacciatori a sterminare le Nutrie, giustificando la strage dei simpatici castorini con i danni che provocherebbero agli argini dei corsi d’acqua e alle colture. Il vice Sindaco Giancarlo Gentilini ha chiamato all’appello le doppiette della Marca, indicando di sparare a vista in campagna e in città ai castorini.

Le Nutrie sono state accusate di provocare frane e allagamenti. Per debellare quella che per l’assessore Lorenzon e il vice Sindaco Gentilini è una calamità, viene data carta bianca a un esercito di un migliaio di cacciatori che a quanto pare avrebbero ottenuto il patentino dalla Provincia. 

Andrea Zanoni, europarlamentare e vice Presidente per l’Intergruppo per il Benessere degli Animali al Parlamento europeo ha affermato: «L’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Veneto (ARPAV) ha verificato che la causa principale degli allagamenti è da ricondurre all’eccezionalità degli eventi piovosi, come per l’alluvione del 2010 quando sul Veneto si è riversata una quantità d’acqua tale da mandare “fuori scala” gli stessi sistemi di rilevamento. Per chi sostiene poi che le Nutrie siano pericolose per l’uomo sappia che esistono elaborati scientifici che dimostrano l’inesistenza di rischi sanitari».

In ogni caso, rimedi sono stati sperimentati con successo, laddove le Amministrazioni non sono per il grilletto facile. L’associazione Tom&Jerry, nel comune di Buccinasco (MI), da qualche anno ha lanciato un progetto per contenere il numero delle Nutrie con la sterilizzazione chirurgica. Con la collaborazione di un biologo e di un veterinario, l’associazione ha elaborato un programma, approvato dall’Istituto Superiore per la protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), dalla Regione Lombardia e dal Museo di Storia Naturale di Milano e sostenuto dal Comune di Buccinasco.

Dopo la cattura degli animali con gabbia-trappola, si procede al rilievo dei dati biometrici, allo screening epidemiologico, viene praticata la sterilizzazione e dopo un periodo di convalescenza gli esemplari vengono rilasciati nella zona di cattura.

«La fobia delle Nutrie dell’Assessore e del vice-Sindaco è dovuta al fatto che le vedono come brutti e grossi ratti – ha spiegato Zanoni - In realtà, moltissime nonne e mamme trevigiane hanno indossato per decenni le pellicce di Nutria, che in realtà è più comunemente conosciuta come il ricercato Castorino. I cacciatori ora si ergono a paladini dell’ambiente, che sarebbe attaccato da questi poveri roditori. Purtroppo, sono proprio i cacciatori la causa di questa presunta proliferazione di Nutrie. Le doppiette, con l’avallo di una Provincia poco informata e molto assoggettata alle pressioni della lobby venatoria, da anni conducono battaglie illogiche ed irrazionali per lo sterminio delle Volpi, consentito addirittura fuori dal calendario venatorio e addirittura nei confronti dei cuccioli nelle tane».

La Volpe (vedi foto) in realtà è un formidabile predatore della Nutria, perché non cattura solo i cuccioli ma anche gli esemplari adulti. «Con le autorizzazioni della Provincia allo sterminio della Volpe, si è eliminato l’unico vero nemico delle Nutrie, che serviva per attuare un naturale controllo demografico di questi simpatici castorini. Ora si chiamano i cacciatori per risolvere un problema che loro stessi hanno causato. È come se per combattere la piaga dei furti chiamassimo in aiuto gli stessi ladri. Torno a ribadire il fatto che il nostro ambiente e il nostro territorio è sicuramente minacciato. Non certo però da questi castorini ma da tante, anzi troppe, grasse e grosse Nutrie a due gambe»

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia)  +39 0422 59 11 19 

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

   

TRAFORO DI SANT'AUGUSTA DI VITTORIO VENETO - TREVISO

Triveneto Oggi

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

 

Comunicato stampa del 13 febbraio 2013

 

Zanoni in sopralluogo al Traforo di Sant’Augusta di Vittorio Veneto (TV)

 

 

Nel pomeriggio di giovedì 14 febbraio 2013, l’eurodeputato Andrea Zanoni effettuerà un sopralluogo nelle aree dove dovrebbe passare l’infrastruttura viaria che condurrà al Traforo di Sant’Augusta: «Il progetto è uno schiaffo alle normative europee e va fermato»

Leggi tutto: TRAFORO DI SANT'AUGUSTA DI VITTORIO VENETO - TREVISO

   

A 27 ANDREA ZANONI INFORMA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 13 febbraio 2013


 

Casello A27 a Santa Lucia di Piave (TV), Zanoni: “Niente giochi di prestigio

Leggi tutto: A 27 ANDREA ZANONI INFORMA

   

ANDREA ZANONI INFO

Triveneto Oggi

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

 

Comunicato stampa del 10 febbraio 2013

 

Zanoni in sopralluogo a Santa Lucia di Piave (TV) per incontrare il Comitato Tutela Paesaggio Veneto

 

Lunedì 11 febbraio 2013, l’eurodeputato Andrea Zanoni incontrerà il Comitato Tutela Paesaggio Veneto che si sta battendo contro la realizzazione del casello autostradale a Santa Lucia di Piave: «Sono al fianco di chi difende l’ambiente dalle speculazioni e dalle colate di cemento»

 

Nella mattina di lunedì 11 febbraio 2013, Andrea Zanoni eurodeputato IdV, componente del gruppo ALDE (Alleanza dei Liberali e Democratici Europei) e membro della Commissione ENVI, Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo, incontrerà alcuni componenti  del Comitato Tutela del Paesaggio Veneto e la loro portavoce Loretta Bellussi.

 

Zanoni si recherà a Santa Lucia di Piave (TV) per effettuare un sopralluogo dove potrebbe sorgere il casello dell’infrastruttura viaria dell’A27, fortemente voluto dal Presidente della Provincia di Treviso, il leghista Leonardo Muraro. Il Comitato ambientalista da tre anni si sta battendo a suon di ricorsi per fermare l’opera di cementificazione di uno dei pochi angoli sopravvissuti di pianura veneta.

 

Il Comitato ha anche avviato una raccolta firme da presentare al Parlamento europeo contro il progetto, che è già stato bocciato dal Ministero dei Beni Culturali. Contro l’infrastruttura viaria, che secondo i disegni della Provincia di Treviso dovrebbe sorgere in località “Le Grave”, hanno già firmato 4 mila cittadini.

 

L’eurodeputato Andrea Zanoni ha affermato: «Sono al fianco del Comitato Tutela Paesaggio Veneto perché sta portando avanti una battaglia di civiltà. La realizzazione del casello autostradale sarebbe l’ennesima ingiustificata ferita al territorio già troppo soffocato dal cemento. Il progetto è ancora più vergognoso, perché dovrebbe sorgere in prossimità del fiume Piave, a  due passi dalla zona classificata come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) in relazione alla Direttiva Habitat 92/43/CE e Zona di Protezione Speciale (ZPS) per la Direttiva Uccelli 147/2009/CE».  

 

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tel (Bruxelles)  +32 (0)2 284 56 04 

Tel (Italia)  +39 0422 59 11 19 

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

 



www.andreazanoni.itQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - tel. 0422 591119
- Facebook: Andrea Zanoni - Youtube: Andrea Zanoni

   

VALDASTICO NORD COMUNICATO STAMPA

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo


Comunicato stampa del 1 febbraio 2013

Valdastico Nord, l'Ue smaschera la Società autostradale,

il corridoio 1 non c'entra niente

 

 

Il commissario Ue ai Trasporto Siim Kallas risponde a Zanoni: “Il progetto dell'autostrada Valdastico A31 Nord non centra niente con le reti europee TEN-T”. Zanoni: “Si tratta solo di una scusa per gettare altro cemento nel nostro Veneto e permettere a qualcuno di farsi un po' di soldoni

Leggi tutto: VALDASTICO NORD COMUNICATO STAMPA

   

IN PRIMO PIANO GLI ASSASSINI DELLA VITA . . .

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

 

Comunicato stampa del 28 gennaio 2013

 

Gatti avvelenati e un cane decapitato a Farra di Soligo (TV). Andrea Zanoni: «Questi criminali devono essere fermati»

 

 

A Farra di Soligo (TV) l’associazione animalista “Mici Felici” ha denunciato le morti per avvelenamento di 10 gatti e di un cane per decapitazione. L’eurodeputato Andrea Zanoni ha affermato: «Sono accaduti episodi inquietanti su cui gli inquirenti devono far luce. Uomini che si macchiano di tali crudeltà non possono rimanere impuniti»

Leggi tutto: IN PRIMO PIANO GLI ASSASSINI DELLA VITA . . .

   

ANDREA ZANONI INFO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

 

Comunicato stampa del 28 gennaio 2013

 

Il Veneto ha approvato il nuovo Piano Aria.

 

Zanoni: «La Giunta Zaia è arrivata in ritardo. Invito tutti a presentare le osservazioni in Regione»

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

   

COORDINAMENTO PROTEZIONISTA VICENTINO INFO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Comunicato stampa Coordinamento Protezionista Vicentino del 28 gennaio 2013.

 

POILITICO CON IL VIZIETTO DEL BRACCONAGGIO PIZZICATO DALLE GUARDIE L.I.P.U. A DUEVILLE, AVEVA NASCOSTO I PETTIROSSI NEI PANTALONI.

Leggi tutto: COORDINAMENTO PROTEZIONISTA VICENTINO INFO

   

ANCORA CEMENTIFICAZIONI NEL NORDEST!

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento Europeo

Comunicato stampa del 21 gennaio 2013

 

Nuovo casello autostradale a Santa Lucia di Piave (TV). Zanoni: «La Regione e la Provincia stanno snobbando le indicazioni del Parlamento Europeo»

Leggi tutto: ANCORA CEMENTIFICAZIONI NEL NORDEST!

   

ANCORA CEMENTIFICAZIONI NEL NORDEST

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento Europeo

 

Comunicato stampa del 21 gennaio  2013

 Cemento sul vigneto ultracentenario a Godega di Sant’Urbano (TV). Zanoni: «Zaia fermi questo nuovo scempio»

 

 

Il Comune di Godega di Sant’Urbano ha cambiato la destinazione d’uso da agricola a edificabile

Leggi tutto: ANCORA CEMENTIFICAZIONI NEL NORDEST

   

ASSOCIAZIONE ONLUS ACQUA INFO

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Comunicato stampa A.C.Q.U.A. 20.1.13

 

 

Siamo rimasti sbalorditi dalla notizia che solo l’Autorità di Bacino, per fortuna non la nostra Regione, ha fatto ricorso in Cassazione, ancorché per vizi di forma, contro la sentenza del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche di Roma, il quale ci aveva finalmente dato ragione annullando la Delibera regionale che dava l’avvio agli snaturanti progetti per costruire le “casse”, pertanto l’incubo casse d’espansione sul Tagliamento non è ancora del tutto finito! La lotta contro questi tanto devastanti quanto inutili progetti, artatamente concepiti con il pretesto di tutelare le popolazioni a valle non è conclusa anche se è inconcepibile una sua riproposta, eppure come riportato dal nuovo Barbacianperò non si può del tutto escludere, perché ci possono essere ancora taluni così squilibrati che, o non hanno capito la lezione, oppure insistono rivelando e scoprendo in questo modo i veri motivi per i quali si vogliono le opere, ma questa volta a loro rischio e pericolo!”

Leggi tutto: ASSOCIAZIONE ONLUS ACQUA INFO

   

COORDINAMENTO PROTEZIONISTA VICENTINO INFORMA

Triveneto Oggi

MASON, BRACCONIERE CINQUANTENNE CADE NELLA RETE DELLE GUARDIE ZOOFILE.

 

Da tempo alla sede ENPA di Vicenza giungevano segnalazioni su quel domicilio di Mason,

 

urgeva un controllo, cani detenuti in modo non conforme, colpi d’arma da fuoco sparati a qualsiasi orario provenienti dall’abitazione, uccelli da richiamo posizionati intorno a casa, strani giri di autovetture. Sabato 12 gennaio, mattina, un nucleo di Guardie Zoofile di ENPA e LAC, impegnate in quella zona in un normale controllo di animali d’affezione, hanno deciso di verificare le segnalazioni.

Leggi tutto: COORDINAMENTO PROTEZIONISTA VICENTINO INFORMA

   

PILLOLE DI STORIA DAL NORDEST

Triveneto Oggi

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

ASSOCIAZIONE CULTURALE GUPPO “LA MALCONTENTA” - VENEZIA 

www.malcontenta.it

 

“I Nostri Borghi: Fusina”

 

L’antico toponimo era “Lizza o Lissa di Fusina” ma in altri antichi documenti viene indicato come Issa Fusina o Zafusina:

il significato della parola era l’incitamento a farsi forza per issare o spingere una cosa pesante a superare l’ostacolo, si riferiva a qualcosa

 

che doveva far slittare le barche tramite un complesso movimento d’assi, travi ed argani, superando una specie di diga.

Leggi tutto: PILLOLE DI STORIA DAL NORDEST

   

Pagina 6 di 12

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.