Sabato, Marzo 23, 2019
   
Text Size

Pianeta Oggi TV - Online All News

OPEN SPACE IN DIRETTA A R.D.E. DIFFUSIONE EUROPEA

PROGRAMMA DEL VENERDI' SERA OPEN SPACE IN DIRETTA DALLE 21.00 IN POI CON REPLICA DOMANI MATTINA ORE  08.00

CONDUCONO IN STUDIO  GRAZIANO D'ANDREA CON MAURIZIO CASTELLI

PER ASCOLTARE AM 1584 KHZ ALTO MEDIO ADRIATICO

AM 819 KHZ FVG OPPURE

www.radiodiffusioneeuropea.net

 

 

CAPANNONI VENETI IN PREDA ALLA MAFIA

 

Zanoni (PD): “Capannoni abbandonati preda della mafia per stoccare rifiuti pericolosi. Ennesimo caso nel Vicentino, la Regione effettui un monitoraggio di queste strutture”

Venezia, 19 marzo 2019

“La Regione si decida a fare un monitoraggio sui troppi capannoni vuoti del Veneto su cui sta mettendo le mani la mafia. Quanto scoperto ad Asigliano Veneto è praticamente identico ai casi di Fossalta di Piave e Fiesso Umbertiano. 900 tonnellate d rifiuti, provenienti dalla Campania, sono una quantità importante, movimentata da quasi un centinaio di mezzi pesanti. Siamo già a tre sequestri nel giro di poche settimane, se non è questa un’emergenza…”. A ribadirlo è il consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni e vicepresidente della commissione Ambiente, che da tempo sta denunciando gli episodi di traffico, stoccaggio e smaltimento illegale di rifiuti in Veneto dopo l’ultima operazione della Guardia di finanza in provincia di Vicenza. “Ringrazio le forze dell'ordine intervenute e ricordo all’assessore Bottacin che la videosorveglianza è sicuramente una delle attività preventive ma da sola non sufficiente.

Leggi tutto: CAPANNONI VENETI IN PREDA ALLA MAFIA

 

FRIDAYS FOR FUTURE

 

Fridays for Future, Zanoni (PD): “Migliaia di giovani in piazza per denunciare l’inefficienza della politica sui cambiamenti climatici, bisogna agire subito”

Venezia, 15 marzo 2019

“I giovani scesi in piazza oggi hanno messo il dito nella piaga dell’inefficienza della politica. Le azioni dei governi, nazionali ma anche regionali, sono state insufficienti. Questo monito deve essere colto, è il momento di cambiare rotta, non c’è più tempo da perdere. Rimandare il problema serve solo ad aggravarlo”. Così Andrea Zanoni ha commentato la mobilitazione odierna contro i cambiamenti climatici ‘Fridays for Future’, che ha visto sfilare decine di migliaia di ragazzi in Veneto così come nel resto d’Italia e in tante città di tutto il mondo. “Ho partecipato alla manifestazione di Treviso, dove ho accompagnato mia figlia di 16 anni, che mi ha ricordato come gli studenti siano costretti a marinare la scuola perché noi adulti non abbiamo fatto i compiti per casa. Qui erano presenti circa 4mila partecipanti, ma ho visto le immagini delle piazze piene di Padova, Verona, Vicenza, Belluno, Venezia, Rovigo e del resto d’Italia. Non solo studenti, ma anche tanti cittadini: segno che è un problema molto sentito che chiama la politica alle proprie responsabilità. Purtroppo siamo ancora indietro, la prima azione concreta è quella di abbandonare posizioni negazioniste sui cambiamenti climatici, il male maggiore della nostra epoca e che hanno in Donald Trump il principale sostenitore. Così come bisogna sbugiardare chi, e a livello regionale non mancano, insiste nel ‘liquidare’ le responsabilità umane e si ostina a parlare di fenomeni naturali”, aggiunge Zanoni.

Leggi tutto: FRIDAYS FOR FUTURE

 

LEAL SCIOPERO MONDIALE PER IL FUTURO

 

COMUNICATO STAMPA

LEAL ADERISCE AL GLOBAL STRIKE FOR THE FUTURE SCIOPERO MONDIALE PER IL FUTURO

Milano piazza Cairoli ore 18 raduno con interventi di esperti, studenti, attivisti e cittadini.

Attorno alle 19 partenza del corteo che terminerà in piazza Sant’Agostino.

Global Strike for Future: il 15 marzo il MONDO scende in piazza per l’emergenza clima. Centinaia di sigle di associazioni diverse finalmente unite in un unico scopo: salvare il pianeta ormai agonizzante, sempre più consapevoli che le conseguenze dei cambiamenti climatici stanno già dando prova del loro potere di devastazione. Per questo è necessario un cambio di rotta urgente e decisivo. I cittadini del MONDO chiederanno coralmente ai Governi di tutta la Terra di trasformare le promesse fatte in occasione dell’Accordo di Parigi in azioni concrete: diminuire le emissioni di gas serra, rendere l’aria più pulita, puntare sulle fonti rinnovabili e combatterel’inquinamento della plastica.

Gian Marco Prampolini, presidente di LEAL Lega Antivivisezionista, dichiara: “Abbiamo tutti l’obbligo morale di prendere parte a questa rivoluzione del cambiamento di stili di vita basati sullo spreco e sullo sfruttamento del pianeta e delle risorse. Non solo scendendo in piazza, ma impegnandoci nella quotidianità e in prima persona a fare scelte diverse e più sostenibili e perché no anche a qualche rinuncia che contempla insorabilmente anche il consumo di carne, visto che gli allevamenti intensivi che esistono per soddisfare le insaziabili richieste da parte dei consumatori di tutto il mondo inquinano e producono da soli il 50% delle emissioni a effetto serra”.

Leggi tutto: LEAL SCIOPERO MONDIALE PER IL FUTURO

 

ECOISTITUTO VENETO, PROF. MICHELE BOATO INFO

 

AGORA' sulla DEMOCRAZIA - INCONTRI PER CAPIRE ed AGIRE  Sabato 16 alle ore 17 

Presso la nuova sede dei consumatori, Di Tasca Nostra, in via Dante 9, a Mestre, nei portici di piazzale L. Da Vinci - vedi mappa

ci incontriamo (con qualche dolce) dsabato, dalle ore 17 alle 19

per informarci e discutere liberamente, a partire dai fatti storici, sul tema della DEMOCRAZIA.

Sono incontri gratuiti, rivolti a chi (giovane o adulto, donna o uomo, italiano o straniero) vuole capire meglio la società e il mondo in cui viviamo 

e poi decidere come impegnarsi per migliorarli.

Ecco i prossimi appuntamenti:

Sabato 16 marzo GUERRE, DISERTORI, OBIETTORI E ALTERNATIVE NONVIOLENTE
con Matteo Soccio, autore di vari saggi, Movimento Nonviolento e Casa per la pace di Vicenza

(ATTENZIONE, si salta sabato 23 marzo)

Sabato 30 marzo LA RIVOLUZIONE RUSSA (Lenin) con Lucia Lombardo docente di storia negli istituti superiori di Mestre

Vedi il calendario completo degli incontri cliccando qui

a sabato!Michele Boato

 

 

ANDREA ZANONI INFO

 

Comunicato stampa
 

Agricoltura - Zanoni (PD): "Interrogazione sugli effetti dei pesticidi: cosa sta facendo la Regione per tutelare ambiente e salute? Venerdì a Conegliano, conferenza con il magistrato premiato da Legambiente".

(ARV) Venezia, 13 mar. 2019 - “Quali azioni sta mettendo in campo la Regione per tutelare salute, ambiente e biodiversità dall’utilizzo dei pesticidi?”. La domanda è del Consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni, che oggi ha depositato un’interrogazione alla Giunta Zaia, rivolta in particolare agli assessori all’Agricoltura e all’Ambiente. “Secondo le rilevazioni Istat - spiega il Consigliere - la viticoltura è la coltivazione agricola dove si fa maggiore uso di pesticidi e ciò è particolarmente rilevante e preoccupante in Veneto e soprattutto nella provincia di Treviso, visto che il numero di terreni destinati al Prosecco è in continua espansione. Qua la superficie piantumata a vite è passata dai 27.846,86 ettari del 2010 ai 40.229,96 del 2018, con un incremento di oltre il 44%. Dai dati Arpav emerge come nella Marca nel 2017 siano state vendute oltre 3.900 tonnellate di pesticidi ripartite tra 1.422 prodotti, il 35,02 per cento dei quali con effetti cronici, tossici o molto tossici per la salute;

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

 

IL DEPISTAGGIO DI VIA D'AMELIO

 

arcangioli giovanni eff c 850px

 

La nefasta “vicenda Scarantino” non sia alibi per delegittimare la ricerca dei mandanti esterni della strage che ha assassinato Paolo Borsellino e gli agenti di scorta
di Giorgio Bongiovanni
In attesa che la Prima Commissione del Csm decida se archiviare o meno la pratica sui depistaggi nelle indagini sulla strage in cui persero la vita Paolo Borsellino e gli agenti di scorta (Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina e Claudio Traina), aperta nella consiliatura precedente sulla base dell'esposto presentato dalla figlia del giudice, Fiammetta Borsellino, che chiedeva conto delle eventuali responsabilità dei magistrati che si occuparono delle indagini su via d'Amelio, sembra opportuno fare un pò di chiarezza su certi fatti che in tutta la vicenda della strage non possono essere dimenticati e che, a nostro avviso, si stanno tenendo gravemente in secondo piano.
Da inchieste e processi appare ormai evidente che l'eccidio del 19 luglio 1992 sia stato parte di un disegno stragista che andava ben oltre alla semplice vendetta personale della mafia nei confronti di un giudice. Le stragi del biennio '92-'93 rappresentano un momento chiave della storia politica del nostro Paese e non vi sono dubbi che sul sangue di quelle vittime sia stata sancita la fine della Prima Repubblica con la conseguente nascita della Seconda.
Frammenti di questo passaggio sono stati ricostruiti nel corso di questi ventisei anni e la sentenza dello scorso anno, del processo trattativa Stato-mafia, mette in fila diversi pezzi partendo dall'analisi dei motivi che portarono all'accelerazione dell'attentato contro Paolo Borsellino. Anche il processo Borsellino quater ha fornito elementi di verità importanti sulla strage ma ancora oggi non abbiamo una verità completa su quei fatti.
Essa potrà essere raggiunta quando conosceremo tutti i nomi dei concorrenti esterni che hanno partecipato a quella strage. Soggetti appartenenti a settori dello Stato deviato, dei servizi segreti, dell'alta finanza e dei poteri occulti;

Leggi tutto: IL DEPISTAGGIO DI VIA D'AMELIO

 

PIANETA OGGI TV ALLNEWS INFO

 

L'ORRORE DELLE FOIBE, PROSSIMAMENTE A PIANETA OGGI TV ONLINE ALLNEWS

TESTIMONIANZE CON IMMAGINI DALLE FOIBE DI BASOVIZZA.

 

 

LA PILLOLA, DI MARGHERITA FURLAN

"IL FRANCO COLONIALE E' COMPATIBILE CON I TRATTATI U.E.?

Nicoletta Forcheri spiega la storia e i meccanismi del Franco delle colonie, moneta coniata dal Tesoro francese e gestita dalla Banca Centrale Francese con tanto di cambio fisso con l’euro. Sotto banco, senza che nessun protocollo ai Trattati europei, né che alcuna clausola degli stessi ne preveda la possibilità, lo Stato francese ha continuato a battere moneta contrariamente all’articolo 130 dei Trattati sul Funzionamento dell’UE, che prevede l’autonomia delle Banche centrali dell’eurozona da Stati e governi e diversamente da ciò che ci raccontano essere il divieto fondamentale dell’eurozona, battere moneta da parte degli Stati.

 

8 MARZO FESTA DELLA DONNA

POESIA DI OSCAR MOROSINI

 

DONNE

AUGURI A VOI
DONNE,
PROFUMATE COME ROSE,
BELLE COME DEE,
ELEGANTI COME STELLE,
COME IL SOLE È SPLENDENTE IL VOSTRO SORRISO,
SIETE AFFASCINANTI COME LA LUNA E STUPENDE COME LA PRIMAVERA.
MERAVIGLIOSE CREATURE DA AMARE...
GRAZIE DI ESISTERE E DI ALLIETARE LA NOSTRA ESISTENZA
.
Oscar Morosini
8 Marzo 2019

 

 

ANDREA ZANONI INFO

 

Smog, dall’Ue nuovo processo contro l’Italia. Zanoni (PD): “Incentivi per auto ibride ed elettriche e, soprattutto, priorità al trasporto pubblico

Venezia, 7 marzo 2019

“Un deferimento annunciato. L’Unione Europea aveva mandato segnali chiari, rimasti inascoltati per troppo tempo visto che i primi ‘avvisi’ risalgono al 2015. L’Italia, purtroppo, è in testa alla classifica degli sforamenti sia di Pm10 che di biossido di azoto, No2, con la Pianura Padana che è una vera e propria camera a gas. Finora però si è fatto poco o niente, a partire dal Veneto”. Così Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente a Palazzo Ferro Fini, commenta il deferimento dell’Italia per violazione della Direttiva sulla qualità dell’aria in merito al biossido di azoto. “Troppi sforamenti e mancata adozione di misure appropriate per garantire la conformità e mantenere il periodo di superamento il più breve possibile” le ragioni alla base del provvedimento.

“Serve un cambiamento culturale e l’ammissione che siamo di fronte a un’emergenza. La Regione dovrebbe stanziare più soldi per rottamare le vetture inquinanti e incentivare il passaggio ad auto ibride o elettriche invece anche nell’ultimo bilancio ci sono solo briciole. Ci vorrebbero colonnine per la ricarica elettrica in ogni Comune: la Regione assuma un ruolo di regia e coordinamento, garantendo adeguati finanziamenti. Così come dovrebbero essere aiutate quelle eccellenze industriali locali che investono per la produzione di tecnologia utile ai veicoli elettrici ed ibridi e al fotovoltaico. Ma non c’è solo il trasporto privato - sottolinea Zanoni - Un servizio pubblico efficiente è infatti uno dei migliori alleati per combattere l’inquinamento da biossido di azoto. Invece la Regione guarda altrove: dopo anni attese e ritardi, il Sistema ferroviario metropolitano regionale (Sfmr) è stato accantonato, mentre tutti i fondi sono stati dirottati sulla Pedemontana”, protesta Zanoni.

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

 

MARE DI AGROPOLI - SALERNO

 

LA SCENA PROFETICA DELL'ALBA DI UN GIORNO NON LONTANO PERFETTAMENTE DIPINTA DAL SOLE, DAL CIELO E DAL MARE.
UN’OPERA D'ARTE PERFETTA, VISIBILE DA TUTTO IL MONDO, CREATA DALLA TERRA, MADRE COSMICA, NEL LUOGO SCELTO DA DIO: LA GALILEA DEI GENTILI.
PACE!

 

PIANETA TERRA
3 Marzo 2019. Ore 17,55

 

imagennube

PS. Fotografia eseguita da Alfredo Lo Brutto
Mare di Agropoli – Salerno
(Galilea dei Gentili)

 

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Tot. visite contenuti : 6918723
 109 visitatori online

Video in evidenza

Pianeta Oggi News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.