Giovedì, Settembre 20, 2018
   
Text Size

ANDREA ZANONI AMBIENTALISTA INFORMA

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Zanoni (PD), Guarda (AMP)  e Bartelle (M5S): “Agnellini lasciati morire di stenti, gesto orribile. L’Ulss ha già individuato i responsabili, denunciandoli alla magistratura?”

Venezia, 7 marzo 2018

Il caso degli agnellini di pochi giorni lasciati morire di stenti al freddo in un furgone tra Schio e Santorso arriva in Consiglio regionale. A presentare un’interrogazione a risposta immediata, chiedendo l’esito delle indagini condotte dalla Ulss, sono i rappresentanti dell’Intergruppo per il benessere e la conservazione degli animali e della natura, composto da Andrea Zanoni (Partito Democratico e primo firmatario), Cristina Guarda (Lista AMP) e Patrizia Bartelle (Movimento Cinque Stelle).

“Quanto scoperto la scorsa settimana dalle volontarie dell’Anpa di Thiene, che hanno anche girato un

raccapricciante video (questo il link del video: https://eur03.safelinks.protection.outlook.com/?url=https%3A%2F%2Fyoutu.be%2FHEjdG1mx7YA&data=02%7C01%7C%7Cdf04edcd082f4f89cdd708d584307f5f%7C84df9e7fe9f640afb435aaaaaaaaaaaa%7C1%7C0%7C636560266177208789&sdata=HqsJFpBGn9l4rj0s2ZFKiy5zdhjlUSk2Uv8jh6aFQ5E%3D&reserved=0), è abominevole . Agnellini appena nati, simbolo dell’innocenza, della tenerezza e fragilità del mondo animale, ammassati e abbandonati a se stessi, con temperature ben al di sotto dello zero. Alcuni inevitabilmente morti, altri in fin di vita o che, ancora, non erano in grado di reggersi sulle proprie zampe. Anche Zaia ha condannato l’episodio, auspicando che i responsabili vengano individuati e puniti. Speriamo non siano parole di circostanza, ma un impegno e un pungolo per l’Ulss in modo che vada fino in fondo, denunciando chi ha commesso questo atto così orribile alla magistratura per maltrattamento di animali. E lo stesso, ci è stato assicurato, farà l’Anpa. È inconcepibile - aggiungono Zanoni, Guarda e Bartelle - che in una società che si definisce civile come la nostra possano ancora accadere episodi simili”.

 

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.