Lunedì, Gennaio 22, 2018
   
Text Size

IN PRIMO PIANO: ENPA - INFO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Cane Iceberg. Prosegue la mobilitazione, mail bombing Enpa al Governo Danese: cane ancora sotto sequestro, rinnoviamo la richiesta di poterlo riportare in Italia

Roma, 22 giugno 2017 – Prosegue la mobilitazione dell’Ente Nazionale Protezione Animali per salvare Iceberg, la cagnolona con passaporto italiano condannata a morte in Danimarca perché appartenente a una delle razze considerate pericolose dalla legge danese. L’Ente Nazionale Protezione Animali ha lanciato oggi un mail bombing ufficiale, in italiano e in inglese, al Ministro danese dell’Ambiente e dell’Agricoltura e al Governo danese, chiedendo di salvare la vita della cagnona e di dare ad Enpa la possibilità di riportare in Italiahttps://www.facebook.com/enpaonlus/photos/a.57141143223.71156.18870183223/10154803942843224/%3Ftype=3%26theater" >. Il mail bombing si trova qui. La Protezione Animali ha inoltre chiesto ai propri sostenitori di pubblicare tali richieste anche sulle bacheche Facebook del Ministero e dell’Ambasciata.

 «Purtroppo sul caso di Iceberg non ci sono ancora arrivate le novità che tutti noi aspettiamo con ansia. La cagnona – spiega la presidente nazionale di Enpa si trova sotto sequestro in un canile di Copenhagen; la nota positiva è che l’animale non è stato giustiziato ma potrebbe essere questione di giorni se non di ore. Per questo è fondamentale continuare a sollecitare la sensibilità delle autorità danesi per un atto di clemenza. Anche in considerazione della particolare dinamica della vicenda».

Infatti, come noto, pur appartenendo a una razza “pericolosa” Iceberg è stata regolarmente imbarcata sul volo da Fiumicino a Copenaghen e, una volta atterrata nella capitale danese, ha superato tutti i controlli doganali, senza che le autorità danesi sollevassero alcuna obiezione. Che Iceberg non fosse autorizzata a stare in Danimarca, Giuseppe, il suo proprietario, l’ha scoperto solo quando la polizia gli ha sequestrato il cane. In Danimarca, Giuseppe è sostenuto anche dall’associazione danese Fair Dog.

 

«Desidero esprimere tutta la mia vicinanza affettiva a Giuseppe, gli chiedo di avere fiducia: la storia della sua cagnona ha dato il via a una mobilitazione straordinaria, in Italia e non solo. Ringrazio tutte le persone, amanti degli animali, artisti, politici, parlamentari europei, che in questi giorni stanno sostenendo lui e noi. Chiediamo che Iceberg sia rilasciata e che ci venga data la possibilità di riportarla in Italia».

VIDEO: l'appello di Giuseppe per riavere Iceberg
www.youtube.com/watch?v=8Dky7Tg9H8k
FOTO E TESTO ALLEGATI
 
ENPA – ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI
 
Michele Gualano, Giovanni Losavio 
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.