Martedì, Dicembre 12, 2017
   
Text Size

INFO LIBERAZIONE ANIMALI

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

 

COMUNICATO

ANIMALISTI DENUNCIATI PERCHÉ DENUNCIANO MALTRATTAMENTO


ANIMALISTI DENUNCIANO UN ALLEVAMENTO DI CONIGLI CON GLI ANIMALI SENZA ACQUA E VENGONO DENUNCIATI PER CALUNNIA E INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

Inaspettato epilogo per volontari e Unità Operative di META:  hanno denunciato un allevamento che detiene i conigli senza abbeveratoi e vengono controdenunciati per calunnia e interruzione di pubblico servizio e con foglio di via dal Comune di Pandino per tre anni.



Nel mese di aprile 2016, META (Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente) sez. Lombardia ha ricevuto una segnalazione riguardo un allevamento di conigli situato a Gradella di Pandino. La segnalazione era accompagnata da fotografie che mostravano gabbie presumibilmente troppo piccole e la mancanza di acqua, si intravedeva inoltre un fondo a grate non consono al benessere animale.

Andrea Sinesi (Responsabile META Lombardia) e Jessica Di Corrado (Responsabile META Monza) coadiuvati da loro Unità Operative hanno deciso di recarsi, muniti di un registratore, dal proprietario, fingendosi acquirenti e indagando sulle modalità acquisto dei conigli. Il titolare dell'allevamento li ha accompagnati all'interno della struttura rivelando che c'erano 61 conigli detenuti e che al prezzo di 8 euro al chilo, una volta scelto il coniglio lo avrebbe macellato subito. A questo punto le Unità Operative sotto copertura si sono allontanate dicendo di voler riflettere sull'acquisto e hanno chiamato il 112 ma la Volante della Polizia Locale intervenuta ha ignorato la presenza di un veterinario META in quanto necessario l'intervento di un veterianario ASL. A questo punto i volontari, non avendo avuto riscontro dalla Polizia Locale hanno chiesto l'intervento dei Carabinieri che hanno riferito non poter fare nulla al momento. È a questo punto che Andrea Sinesi e Jessica Di Corrado si recano presso la Caserma dei Carabinieri di Pandino per depositare formale denuncia querela per le vìolazioni dell'Art. 544-TER c.p. (maltrattamento di animali) e Art. 727 c.p. ove cita: "Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze".

Ma alla richiesta di sequestro e affidamento di tutti gli animali, che sarebbero stati ospitati presso il Rifugio META, il Comandante si dichiara molto occupato e invita i volontari ad uscire dalla caserma.

Determinati a difendere gli animali, i volontari visto l'apparente disinteresse dei Carabinieri, richiedono sul posto l'intervento della Guardia di Finanza la quale si attiva immediatamente cercando di identificare il proprietario ma, vista l'ora tarda, si organizza per intervenire nei giorni successivi.

Nei giorni seguenti alle Unità Operative META vengono negate da Polizia Locale e dai Carabinieri infomazioni sul loro operato.

È in data sabato 14 maggio che la stampa locale riporta che i volontari sono stati denunciati e che l'ASL non ha riscontrato i reati (vedi link
http://www.crema.laprovinciacr.it/news/crema/141950/Denunciati-animalisti-per-calunnia-e-interruzione.html).

META Lombardia, avendo prove fotografiche e registrazione audio dei reati, reagirà di conseguenza e continuerà la causa legale per salvare tutti i conigli.

Andrea Sinesi dichiara: "La nostra è un'associazione che si distingue poiché tutti gli iscritti sono vegetariani e vegani e ci avalliamo della consulenza di legali e veterinari. Mai avremmo consentito l'uccisione di un animale. I conigli dell'allevamento non avevano da bere e non è possibile che l'ASL non abbia riscontrato reati, in quanto il fatto di lasciare gli animali senza acqua non è a norma di legge. Abbiamo già provveduto a depositare denuncia querela, destinando, all'attenzione della Magistratura, prove documentali, file audio e video a conferma della reale commissione dei reati da parte del soggetto".

Jessica Di Corrado aggiunge: "Le Istituzioni dovrebbero intervenire su queste situazioni, valutandole in modo obiettivo seguendo le leggi sulla tutela animale. Seppur animali da carne, quindi destinati ad essere uccisi, sono comunque in grado di provare dolore e paura esattamente come noi, quindi non è da sottovalutare il loro stato psico-fisico".

 

META Movimento Etico Tutela Animali

Sezione Lombardia

Responsabile Andrea Sinesi


Silvia Premoli
ufficio stampa
Liberazione Animale per META Movimento Etico Tutela Animali

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.