Giovedì, Ottobre 18, 2018
   
Text Size

Ambiente e Società oggi

LAV TREVISO INFO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Comunicato stampa LAV Treviso

LAV TREVISO: NO ALLO SPIEDO DA RECORD! INVITIAMO A SCELTE PIÙ SALUTARI ED ETICHE ANCHE PER ANIMALI E AMBIENTE

Per la conclusione della 62esima edizione della manifestazione, svoltasi a Pieve di Soligo, in occasione dell'inizio dell'autunno, il 14 ottobre è stato allestito e cucinato uno "spiedo gigante" composto da ben 1500 quaglie, a seguire l’edizione dello scorso anno, che si è vantata di essere entrata nel Guinness dei primati per questa ‘specialità’.

Simili manifestazioni vanno in controtendenza con i segnali di pericolo che lanciati da istituzioni internazionali di tutela della salute e dell’ambiente.

Il grave impatto ambientale provocato dal consumo di carne e dai prodotti di origine animale in generale è ben noto, come lo è anche l'effetto sulla salute, ma nonostante i dati siano alla portata di tutti, il problema sembra non sussistere sia per la pro-loco di Pieve di Soligo che per i partecipanti.

Il riscaldamento globale, con i cambiamenti climatici ormai percepibili da tutti,  è tale che proprio la scorsa settimana  l'IPCC (Inter Governmental Panel on Climate Change - ONU) ha lanciato un allarme fortissimo e ha suggerito, come fondamentale per tamponare i danni, anche il cambio di alimentazione dei singoli, per diminuire l’influenza nefasta degli allevamenti in termini di emissioni di gas serra, come riportato nel sito www.lav.it.

Leggi tutto: LAV TREVISO INFO

 

LA LAV DI TREVISO INFO

LAV Treviso è lieta di invitarvi a due serate con gli esperti:

"NON SOLO CANI E GATTI! GLI ANIMALI SELVATICI E LA CITTA' "

12 e 26 ottobre 2018 ore 20.30 presso la Biblioteca San Antonino a Treviso

con Massimo Vitturi, Lucio Bonato e Luca Frasson

Spesso le persone quando pensano agli animali che potrebbero incontrare casualmente in città pensano solo agli animali domestici più comuni come i cani e i gatti, ma soprattutto con l'antropizzazione a volte eccessiva delle campagne e delle aree verdi in generale succede che anche altri animali facciano capolino. Non conoscendo nemmeno sommariamente le abitudini e esigenze delle varie specie si possono compiere involontariamente degli errori anche grossolani che possono portare a farsi male o a fare male all'animale o a farlo fuggire magari in un luogo ancora più pericoloso. Cosa fare allora? E a chi chiedere aiuto?

Questa ed altre domande troveranno risposta nel corso di due serate informative, coordinate da Massimo Vitturi, responsabile LAV per l'area animali selvatici, e, come relatori. per il 12 ottobre Lucio Bonato, ricercatore di biologia presso l'Università di Padova, per il 26 ottobre Luca Frasson del Centro di Recupero Fauna Selvatica della Provincia di Treviso.

Il nostro proposito è che con l'aumento della conoscenza della fauna selvatica, della sua ricchezza e bellezza, cresca la consapevolezza che si tratta di un "patrimonio" che non deve essere violato con la caccia ma nemmeno con l'abuso di diserbanti per scopo agricolo o l'inquinamento luminoso notturno o l'urbanizzazione selvaggia ma anzi preservato sia in nome della biodiversità che per il principio che ogni vita merita rispetto e ha diritto di esistere in quanto tale e debba esserne garantita la libertà .

Cogliamo l'occasione per invitare chi non l'avesse già fatto ad accedere al sito LAV www.lav.it alla sezione petizioni, per firmare la petizione contro la caccia, per una reale tutela degli animali selvatici.   

La partecipazione alle due serata è libera e non richiede prenotazione, siete tutti invitati!

 

TERRA ACQUA, SETTEMBRE 2018 DI MICHELE BOATO

Ciao, Cliccando qui sotto:


ti appare il numero 100 di Tera e Aqua,settembre 2018, con, a pag:


1. Dopo Barcellona, anche Marsiglia contro le Navi-mostro da crociera / dom.30.9 manifestaz a Venezia
2.Pedemontana un inutile disastro ambientale / Ed ecco come liberalizzare l'autostrada A27 VE-BL
3.sabato 29.9 a Mestre-Via Verdi,ore 15 - 22 Dire Fare Creare - Fiera di GAIA - Festa della creatività 
ore 15.30 presentaz. libri S può fare!Guida al Veneto sostenibile e Petra Kelly. Ripensare l'ecopacifismo
4 e 5. Ecoist. e MW al Coni: Perchè le Olimpiadi sono inconciliabili con Cortina e Dolomiti 
6.Domenica 30.9 a GaiaFiera: Che aria tira? Monitoraggio indipend. della qualità dell'aria
7.Conegliano.Si firma il Referendum antipesticidi. Le Mamme di Revine con la sindaca li stanno bloccando.
   Il Castello del Catajo, nel parco Clli Euganei salvato da un mega Centro Comm.dalla rivolta popolare e del proprietario
   Giorgio Bassanese e Amedeo Borile, a metà luglio, sono "andati avanti" 
8.Da misere capanne, tre poesie su Africa ed emigranti. Concorso tesi di laurea, 11nov Marcia in Cansiglio
Grazie a chi sostiene TeAqua (a pag.8 come ricevere TeAqua su carta),
Buona lettura!   Michele Boato

 

 

LEAL INFO

 

COMUNICATO STAMPA

LEAL IN PARLAMENTO PROPONE UNA INTEGRAZIONE AD UN ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE. IL MALTRATTAMENTO ANIMALE DEVE AVERE PENE CERTE E SEVERE

RITROVO CON LA STAMPA ORE 11.45 ROMA, PALAZZO DI GIUSTIZIA PIAZZA CAVOUR

Una rappresentanza di 11 cittadini appartenenti alla associazione per i diritti degli animali LEAL Lega Antivivisezionista depositerà mercoledì 12 settembre alle ore 12,30 in Parlamento a Roma una proposta di revisione costituzionale di iniziativa popolare.

La proposta – spiega l’avvocato David Zanforlini legale di LEAL - verrà avanzata ai sensi dell’art. 71, II° c., Cost. e della L. 25\05\1975 n. 352 e succ. modifiche; e nello specifico all’art. 117, II° c., lett. S della Cost. dopo “tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali” andrà aggiunta la frase “e del benessere animale”. Questo perché manca completamente nella nostra Costituzione un preciso diritto a tutela del benessere animale (peraltro già previsto dal Trattato di Funzionamento dell'Unione Europea). Questo vuoto normativo impedisce in concreto quella riforma delle norme penali ed amministrative vigenti che sempre più cittadini richiedono a gran voce, riforma che resta bloccata dalle norme ora in vigore che considerano gli animali semplici cose. È sotto gli occhi di tutti che ormai gli italiani ritengono che gli animali non siano oggetti e che la loro tutela non possa essere solo quella a difesa della proprietà o del "sentimento" umano per gli animali, ma che si debba tutelare il loro diritto a non essere uccisi crudelmente o maltrattati.

Gian Marco Prampolini, presidente LEAL, sottolinea: “Le pene per chi maltratta e uccide gli animali sono inadeguate alla gravità del reato e la questione è molto sentita da chi ha a cuore la giustizia oltre che il destino degli animali, considerati da sempre più persone esseri senzienti e soggetti aventi propri precisi diritti al benessere ed alla vita. Una integrazione che ci auguriamo venga accolta in quanto non stravolgendo il nostro attuale ordinamento potrà consentire al Parlamento di applicare pene più severe nei casi di maltrattamento animale appellandosi al nuovo diritto che la Costituzione riconoscerebbe in capo a loro”.

LEAL si dedica da sempre alla questione dei diritti degli animali e patrocina il “Rapporto sul maltrattamento animale in Italia 2017” (http://www.leal.it/RAPPORTO-MALTRATTAMENTO-ANIMALE-2017-new.pdf) che raccoglie in più di mille pagine i reati emersi perpetrati nei confronti di ogni specie animale suddivisi per tipo di reato e regione, precisando se il colpevole è stato denunciato e se c’è stata una condanna. Il rapporto è stato pensato e redatto per divulgare l’entità dei casi di reato verso gli animali affinché tutti ci si possa impegnare ad ottenere le necessarie modifiche di legge, per contrastarli e punire chi li commette.

Contestualmente, a sostegno di questo importante progetto, LEAL ha lanciato sui social la campagna di sensibilizzazione “Maltrattare un animale è un reato: denuncia la violenza!” (http://www.leal.it/campagna-di-sensibilizzazione-leal-maltrattare-un-animale-e-un-reato-denuncia-la-violenza/)

www.leal.it

ONG Affiliata al Dipartimento di Pubblica Informazione ONU

 

 

FESTIVAL NAZIONALE DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

 

L'idrovia, pericolo idraulico e opportunità ambientali: convegno a Mira al Festival Nazionale del commercio equo e solidale

(Villa Leoni, 15 Settembre 2018 ore 11)

L’associazione Brenta Sicuro - Comitato Intercomunale organizza per Sabato 15 Settembre alle ore 11 a Mira presso Villa Leoni il convegno:

Mira, l’idrovia ed il “nodo idraulico” di Padova” (fra pericolo idraulico ed opportunità ambientali)

Il convegno è inserito all’interno del programma del Festival Nazionale del Commercio equo e solidale “Si può fare - tutta un’altra cosa” in corso a Mira (Venezia) nei giorni 14, 15 e 16 Settembre 2018.

Partecipano: il geologo Alberto Dacome, l’ing. Massimo Coccato (progettista dell’idrovia, Beta Studio)e Danilo Franceschin. Modera l’ing. Alessandro Pattaro.

Si parlerà anche di Contratti di Fiume.

Nella stessa giornata si segnalano:

        dalle 9 alle 20 La Salsola. Gruppo per la salvaguardia dell'ambiente. Campalto Venezia informerà sulle proprie attività a tutela delle componenti ambientali del fiume Marzenego e proietterà il filmato "il fiume siamo noi" sulla manifestazione tenutasi a Mestre il 30 Giugno 2018;

        sarà allestita una mostra sui fiumi di risorgiva dal Forum Ambiente Treviso.

 

 

IN PRIMO PIANO LEVA OBBLIGATORIA DANNOSO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Comunicato stampa

Leva obbligatoria, Zanoni (PD): “Provvedimento contro i giovani, dobbiamo anteporre educazione e solidarietà all’obbedienza e all’uso delle armi. Presentati 100 emendamenti per modificare la legge”

Venezia, 3 settembre 2018

“Il servizio militare obbligatorio è inutile, sbagliato e dannoso; dobbiamo anteporre l’educazione civica e la solidarietà all’obbedienza e alle armi. Abbiamo presentato 100 emendamenti per migliorare o, meglio ancora, affossare il provvedimento”. È quanto dichiara Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico alla vigilia della ripresa della discussione in aula sul ripristino della naja, tema su cui i dem annunciano battaglia.

“Costerebbe 15 miliardi di euro l’anno: meglio spendere i soldi per rinforzare, ad esempio, i controlli ambientali contro il traffico dei rifiuti e combattere l’inquinamento da polveri sottili che ogni anno in Italia causa la morte di 80.000 persone stando ai dati della Agenzia Europea sull’Ambiente.

Leggi tutto: IN PRIMO PIANO LEVA OBBLIGATORIA DANNOSO

   

ANIMAL PRESS INFO

 

COMUNICATO STAMPA

PAOLO BARBON, ATLETA VEGANO, AFFRONTA UNA NUOVA SFIDA: DA TORINO A ROMA IN BICICLETTA PER GLI ANIMALI

Paolo Barbon di Bike for Animals è ancora in azione per gli animali. La sua prossima sfida "Torino Roma in bicicletta per gli animali non umani" è a breve: partirà il 22 agosto da Torino e arriverà a Roma il 24 agosto, facendo tappa a La Spezia e a Marina di Grosseto. Il suo arrivo a Roma è fissato per le ore 21.30 al Lungo Tevere tra Ponte Garibaldi e Ponte Sisto, ospitato dallo stand dell'Associazione Animal Equality. Ad accoglierlo lo staff dell'associazione con attivisti, volontari e sportivi.
La mission di Paolo è anche per questo tour la raccolta fondi, in questo caso per il rifugio Capra Libera Tutti di Massimo Manni a Roma. La vendita all'asta dei 725 km della tratta Torino-Roma ad 1 euro al chilomentro consentirà a Paolo di donare al rifugio preziose risorse per la gestione degli ospiti dell'oasi: gli animali salvati da macelli, allevamenti e situazioni di maltrattamento e grave difficoltà. Una gara di solidarietà che coinvolge anche numerosi locali pubblici e negozi tra Roma, Latina e Torino che stanno vendendo tratte personalizzate.
Paolo Barbon ricorda: "Chiunque può aiutare questa causa al solo costo di un caffé a chilometro. Aspetto gli amici che potranno essere con noi per assistere alla consegna dell'importo raccolto a Massimo Manni responsabile di Capra Libera Tutti. Durante l'ultimo tratto di 120 Km circa si unirà Gabriele Alloro, anche lui come me atleta di ASD Vegansport(*): insieme passeremo al presidio di Sea Shepherd a Montalto di Castro, per la schiusa delle uova di tartaruga".

Paolo Barbon, instancabile attivista su due ruote, quest'anno ha completato con onore anche la gara RAI Race Across Italy ribatezzando la gara RAIVeg2018 per sottolineare la sua partecipazione volta a diffondere la scelta vegana e i diritti degli animali.

PAGINA FB dell'evento con i riferimenti anche delle donazioni:
https://www.facebook.com/Torino-Roma-in-bicicletta-per-gli-animali-non-umani-419749771873292/
(*)Sponsor dell'evento ASD Vegansport https://www.facebook.com/vegansportASD/ associazione di atleti vegani che praticano qualsiasi disciplina sportiva e che si propone con la pratica sportiva di promuove la causa del veganesimo, del rispetto delle forme di vita non umane e di raccogliere fondi per aiutare realtà animaliste bisognose.

Leggi tutto: ANIMAL PRESS INFO

   

COMUNICATO STAMPA LEAL E L.A.D.L.

 

COMUNICATO STAMPA LEAL E L.A.D.L.

"COME SONO STATI USATI I FONDI EUROPEI PER IL RIPOPOLAMENTO E REINSERIMENTO DEL LUPO IN TOSCANA E PROVINCE DI TRENTO E BOLZANO?" DOPO LE RIVENDICAZIONE SULL'UCCISIONE DEI LUPI SI CHIEDE CHIAREZZA

Le recenti dichiarazioni diffuse tramite agenzie di stampa in cui Province autonome di Trento e di Bolzano e la Regione Toscana chiedono a Governo e Unione europea di poter gestire in autonomia i lupi, con la possibilità di abbattimenti selettivi in casi estremi hanno suscitato l'indignazione di tanti cittadini e associazioni che tutelano i diritti degli animali.

LEAL Lega Antivivisezionista e Progetto L.A.D.L LE ALI DELLA LIBERTÀ sottolineano come queste istituzioni si sono infatti indiscutibilmente poste come esempi di etica nel rapporto Uomo Ambiente dinanzi a tutta l'Europa utilizzando fondi nazionali e della Unione Europea destinati al ripopolamento di questa particolare specie a rischio estinzione ed ora si arrogano unilateralmente ed a differenza di tutte le altre regioni italiane la libertà di uccidere degli esemplari di Lupo in base a un discrezionale giudizio di pericolosità.

"L'abbattimento locale - sottolineano Gian Marco Prampolini presidente LEAL e Myrta Bajamonte presidente L.A.D.L in una nota congiunta alle Province autonome di Trento e di Bolzano, Regione Toscana - senza una politica comune con gli altri territori confinanti, risulta demagogica ed inutile se non francamente crudele, in spregio dell’art.544 bis Cp. È lapalissiano che la soppressione di un Lupo nella piccola realtà trentina nulla o poco risolverebbe alcun problema locale vista la contiguità di questa piccola provincia con gli altri territori nazionali. Va da sè che la uccisione anche di un solo Lupo sarebbe appunto solamente inutile e crudele, in spregio alle imperative leggi nazionali. Più coerente sarebbe stata una scelta protezionista in toto che non prendesse in alcun modo in considerazione l'abbattimento delle specie. Chiediamo inoltre di istituire un tavolo tecnico presso ognuna delle vostre sedi istituzionali all'interno del quale proporre soluzioni sostitutive a percorsi di abbattimento, quali sistemi di biologia e genetica applicata, che possano consentire eventuali controlli riproduttivi e determinazione degli esemplari maggiormente in grado di garantire la sopravvivenza della specie. Chiediamo inoltre come nostro diritto in quanto associazioni di tutela animali la documentazione relativa all’uso negli ultimi cinque anni di fondi comuni o nazionali volti al ripopolamento e reinserimento di esemplari della specie Canis Lupus Linnaeus sul rispettivo territorio e in ogni caso che attesti la ufficiale tracciabilità dei fondi da Voi ottenuti dalla Comunità europea per la protezione del Lupo".


Gian Marco Pramolini
presidente LEAL Lega Antivivisezionista
ONG Affiliata al Dipartimento di Pubblica Informazione ONU
www.leal.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Myrta Bajamonte
presidente Progetto L.A.D.L LE ALI DELLA LIBERTÀ
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

   

LEAL INFO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

COMUNICATO STAMPA

A FERRARA PER UNA GIORNATA DI VACANZA IN FATTORIA:  ANIMALI SALVATI, I FRUTTI DELL’ORTO E LA NATURA

Un’oasi di pace lontana dalle strade immersa nelle campagne ferraresi a Jolanda di Savoia un rifugio per animali salvati dai maltrattamenti, allevamenti e mattatoi. Tanti alberi da frutto, salici ombrosi e i prodotti dell’orto senza trattamenti chimici per diffondere un messaggio di rispetto per animali e ambiente.

Stefania Corradini responsabile LEAL sezione Ferrara spiega: “Abbiamo aperto proprio in questi giorni la Fattoria “L’Arca” al pubblico. Questo progetto nato dall’impegno di Lella e Gaetano è sostenuto e patrocinato da LEAL. Lo riteniamo uno dei modi più efficaci per diffondere la cultura del rispetto nei confronti di ogni specie animale e la scelta vegana. In questo paradiso i visitatori possono avvicinare gli animali e capire come tutti siano speciali, senzienti e abbiano diritto a una vita libera e dignitosa.”

Leggi tutto: LEAL INFO

   

I NOSTRI ANIMALI CI SALVANO LA VITA E NOI LI AVVELENIAMO

 

KAOS, IL CANE EROE DEL SISMA DI AMATRICE, È MORTO AVVELENATO: LEAL HA GIÀ DENUNCIATO L’AUMENTO DI CASI DI AVVELENAMENTO E LA NECESSITÀ DI MODIFICARE IL NOSTRO ORDINAMENTO

La morte di Kaos, giovane pastore tedesco, avvelenato nel cortile della sua casa a Sant'Eusanio Forconese in Abruzzo, ha colpito tantissime persone: era diventato un eroe da quando aveva affiancato i soccorritori nella ricerca dei dispersi nel terremoto del 24 agosto 2016 che distrusse Amatrice e altri paesi circostanti.

Gian Marco Prampolini, presidente LEAL, condanna l’assassinio del cane: “La morte di Kaos fa capire quanta ignoranza e cattiveria regna nel genere umano. LEAL era ed è presente ad Amatrice contribuendo con aiuti per gli animali e la popolazione in difficoltà e continuerà ad essere solidale in memoria di questo fratello animale e delle tante persone locali che pur avendo perso tutto erano in prima fila per soccorrere umani e animali. Perché le persone pure e di buon cuore aiutano tutti dove possibile. Prossimamente torneremo ad Amatrice per nuovi aiuti destinati a chi si batte per i diritti degli animali e per dimostrare che troppa gente ignorante, ottusa e cattiva li sfrutta e li maltratta per crudeltà o per interesse economico. Onore quindi a questo eroico cane ed a quella gente civile che rende dignità all'Abruzzo”.

LEAL, che sta lavorando con il proprio team per le impellenti modifiche alla nostra Costituzione, aveva già denunciato con un comunicato stampa lo scorso 19 luglio l’aumento di casi di esche avvelenate e dell’impennata del numero di casi di morte per avvelenamento di tante specie animali, casi documentati nel “Rapporto Maltrattamento Animali in Italia” (*) proprio in occasione del rinnovo dell’Ordinanza “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati” (http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/07/13/18A04714/SG) ormai giunta alla sua settima proroga. LEAL giudica l’Ordinanza un deterrente, ma aveva ribadito la necessità di una modifica della nostra Costituzione che garantisca pene più severe per chi maltratta o uccide un animale.

(*)
Rapporto 2017:
http://www.leal.it/RAPPORTO-MALTRATTAMNTO-ANIMALE-2017-new.pdf
Rapporto 2016:
http://www.leal.it/Dossier_Maltrattamento_Animali_2016.pdf




FOTO ALLEGATA
 

Leal Lega Antivivisezionista
ONG Affiliata al Dipartimento di Pubblica Informazione ONU

www.leal.it
Ufficio Stampa
Silvia Premoli

 

   

SIENA: "MORO. IL CASO NON E' CHIUSO". PRESENTAZIONE DEL LIBRO GIOVEDI' 2 AGOSTO 2018

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Si parlerà di Vaticano, Brigate Rosse e Ior con la giornalista del Corriere della Sera (e coautrice) Maria Antonietta Calabrò, con Pierluigi Piccini e monsignor Fabio Fabbri

SIENA - A due giorni dal quarantesimo anniversario della morte di Papa Paolo VI, che Papa Francesco proclamerà santo il prossimo 14 ottobre, giovedì 2 agosto (ore18) a Spaziosiena in via Fontebranda 5 ( a pochi metri dal Campo), verrà presentato a libro “Moro, il caso non è chiuso “ (edizioni Lindau ) alla presenza di Maria Antonietta Calabrò, giornalista del Corriere della Sera e coautrice, insieme a Pierluigi Piccini e a monsignor Fabio Fabbri, a quei tempi numero due dei cappellani delle carceri e testimone diretto della trattativa che lo stesso Paolo VI tentò per salvare il suo amico Moro, e il cui esito negativo accelerò – pare - la morte del Pontefice.

Leggi tutto: SIENA: "MORO. IL CASO NON E' CHIUSO". PRESENTAZIONE DEL LIBRO GIOVEDI' 2 AGOSTO 2018

   

PIANETA OGGI REPORTER

DAL FRIULI V.G.,

INTERVISTA AL NOTO AMBIENTALISTA, ARTISTA RENZO BORTOLUSSI PRESIDENTE DI ASSOCIAZIONE ACQUAwww.acquaint.it

IN COLLABORAZIONE CON RST SAIUZwww.radiosaiuz.it  ED IL CIRCUITO DT RTV INTERREGIONALE TERRESTRE

REDAZIONE E CONDUZIONE MASSIMO BONELLA DIRETTORE DI PIANETA OGGI TV ALLNEWS.

   

ASSOCIAZIONE "MANDI DAL CIL" INFO

Venerdì, 1 giugno 2018, alle ore 18.00, in collaborazione con l’associazione culturale “MANDI DAL CIL” e la PROLOCO di Buja, presso Monte di Buja, area festeggiamenti, in occasione della “FESTA DEL TORO” di Buja, si è tenuta una cena a base di paella di pesce (ospite lo chef LORENZO COMUZZI). Parte del ricavato sarà devoluto al Movimento Culturale Giovanile OUR VOICE, un gruppo di giovani del nostro territorio, che attraverso ogni forma d’arte, vogliono denunciare le ingiustizie presenti all’interno della società. In particolare, i fondi raccolti, verranno utilizzati per sostenere un progetto, che li vedrà impegnati nel mese di luglio, in vari eventi legati alla legalità e giustizia in Sicilia. Importante sarà il loro sostegno a tutti i ragazzi colpiti in prima persona su questa tematica, in territori, come quello siciliano, duramente segnati dalla mafia.
Durante la serata, il gruppo OUR VOICE, proporrà alcune scene tratte dal loro ultimo spettacolo dal titolo “ A DREAM FOR LOVE”.
I giovani rappresentano il nostro futuro, NON LASCIAMOLI SOLI.
Le prenotazioni alla cena si raccoglieranno preferibilmente, entro mercoledì 29 giugno, al seguente contatto:

mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

   

PROMOZIONE DELLA PACE - TREVISO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

STREET FOOD & JAZZ

Nelle piazze di Treviso

28 e 29 aprile 2018

Il 30 Aprile è stata proclamata dall’UNESCO la Giornata Internazionale del Jazz. (International Jazz Day)

A questa forma d'arte internazionale è riconosciuta la promozione della pace, del dialogo tra le culture, il rispetto dei diritti umani e della dignità umana, sradicando la discriminazione e promuovendo la libertà di espressione.

L'assessorato alle Attività Produttive e Turismo del Comune di Treviso in collaborazione con un gruppo di musicisti trevigiani, il Basilico 13 e DaPino, celebra questa giornata, organizzando due giorni di concerti jazz gratuiti nelle piazze del centro con coinvolgimento dei ristoratori.

Nei due giorni che precedono il 30 Aprile, cioè sabato 28 e domenica 29, ben otto gruppi di stimati musicisti jazz del territorio suoneranno nelle piazze di Treviso per poi riunirsi in una Jam Session Finale la sera di domenica 29 in Piazza dei Signori dove sono invitati a suonare tutti i musicisti amanti del jazz e dell’improvvisazione.

 

Questo il programma completo:

 

Sabato 28 Aprile

Leggi tutto: PROMOZIONE DELLA PACE - TREVISO

   

IL DIARIO DI ADAMO ED EVA

 

COMUNICATO STAMPA

(con gentile preghiera di diffusione)

Spettacolo Teatrale

IL DIARIO DI ADAMO ED EVA

C/O Auditorium Comunale c/o Istituto Comprensivo Toniatti

Via Ippolito Nievo,20 Fossalta di Portogruaro

14 aprile 2018 ore 21.00

Il comune di Fossalta di Portogruaro organizza lo spettacolo Il diario di Adamo ed Eva di Mark Twain con Vasco Mirandola e Martina Pittarello.

La guerra dei sessi è antica quanto l’umanità. Per lo meno, è ciò che Mark Twain ha scoperto “traducendo il manoscritto originale” dei diari di Adamo e di Eva.

Leggi tutto: IL DIARIO DI ADAMO ED EVA

   

NUCLEO GUARDIE ZOOFILE DI VICENZA, INFORMA

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

 

Comunicato stampa 3 aprile 2018 a cura del  NUCLEO GUARDIE ZOOFILE DI VICENZA.

IN UNA DECINA DI GIORNI LE GUARDIE ZOOFILE DELL’ENPA DI VICENZA CHIUDONO IL CERCHIO INTORNO AL CACCIATORE CHE HA FREDDATO IL CANE ATHOS E LO DENUNCIANO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PER ANIMALICIDIO.

La storia è nota, nella prima settimana di marzo una fotografa naturalista aveva notato lungo il torrente Astico un cane esanime  parzialmente sepolto sotto un mucchio di sassi, la stessa avvisava del ritrovamento la locale sezione E.N.P.A.  I volontari dell’Ente Nazionale Protezione Animali intervenuti si rendevano subito conto che qualcosa non quadrava, il foro nella testa del cane e il sangue raffermo colato lungo il corpo li ha fatti sospettare che quel cane fosse stato ucciso. Hanno deciso di non riesumare  l’animale e avvisare le Guardie Zoofile del Nucleo di Vicenza.

Leggi tutto: NUCLEO GUARDIE ZOOFILE DI VICENZA, INFORMA

   

IL MITO DELL'EUROPA UNITA

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

DI GIOVANNI SGNAOLIN

In questa ultima tornata elettorale si è intensificato l’appello dei partiti a caccia di consensi elettorale (dall’estrema destra all’estrema sinistra nessuno escluso) candidati allo scranno parlamentare che bisogna rivedere i rapporti con l’Unione Europea. Essa, sempre secondo loro, è la causa dei mali dell’economia italiana, che bisogna rivedere gli accordi, di “pesare” di più nelle decisioni europee e di non essere succubi dei paesi “forti” in primis Germania, Francia ecc..

Questo modo di pensare, questa vera e propria ideologia, alimentata soprattutto dalle mezze classi spaventate alla loro proletarizzazione in atto, ha “coinvolto” molti proletari, lavoratori i quali sono convinti di queste posizioni. Confermate dai dati elettorali.

Poniamoci questa domanda da dove deriva questo modo di pensare? Proviamo a capirne un po’ di più, con l’unico strumento, serio, di analisi che abbiamo in mano, la teoria marxista.

Leggi tutto: IL MITO DELL'EUROPA UNITA

   

ECOISTITUTO VENETO, PROF. MICHELE BOATO INFORMA

 

se clicchi qui:  https://ecoistituto-italia.org/cms-4/wp-content/uploads/TeA-99-aprile-maggio-2018.pdf
ti appare Tera e Aqua di aprile-maggio 2018
(che puoi trovare anche, come tutti i numeri precedenti, nel sito www.ecoistituto-italia.org) 
a pag.1 Caro razzista, spiegami perchè mi odi   e
Vie delle donne spettacolo a Mestre domenica 6 maggio
pag.2 Siria, le Sorelle Trappiste di Damasco contro la campagna mediatica mondiale
pag.3 Carissimo Carlo Ripa di Meana difensore del Pincio, di Venezia, del dissenso,...
pag.4 L'alternativa all'orrenda autostrada Mestre-Orte e

Leggi tutto: ECOISTITUTO VENETO, PROF. MICHELE BOATO INFORMA

   

ALBERI A SILEA TREVISO INFORMA

 

COMUNICATO STAMPA

(TRA PARENTESI)

 

Spazio d’incontro per aprire una piccola (o grande) parentesi nel flusso degli

eventi quotidiani, approfondire o sprofondare in mondi di parole, di suoni, di suggestioni.

 

Silea (Tv), 20 marzo 2018 – Dopo il grande successo della performance “La Cameriera di Poesia – una ristorAzione per lo spirito” di Claudia Fabris, tenutosi lo scorso 9 marzo nell’ambito delle iniziative gratuite (tra parentesi) e che ha registrato il tutto esaurito, l’Amministrazione Comunale di Silea propone lo spettacolo “Alberi”, con la cantautrice Erica Boschiero e l’attore Vasco Mirandola, accompagnati da Enrico Milani al violoncello. Sabato 24 marzo 2018, ore 20.45, presso il Centro Culturale “C. Tamai” di Silea, i due noti artisti veneti, con in comune una visione poetica del coltivare arte, offriranno al pubblico un viaggio nel mondo vegetale, dove l’albero si fa protagonista e scenario di piccole e grandi vicende umane, nell’intimità di un silenzio che canta dentro. Lo spettacolo di Silea segue il debutto di Treviso.

Leggi tutto: ALBERI A SILEA TREVISO INFORMA

   

ANDREA ZANONI AMBIENTALISTA INFORMA

 

Zanoni (PD), Guarda (AMP)  e Bartelle (M5S): “Agnellini lasciati morire di stenti, gesto orribile. L’Ulss ha già individuato i responsabili, denunciandoli alla magistratura?”

Venezia, 7 marzo 2018

Il caso degli agnellini di pochi giorni lasciati morire di stenti al freddo in un furgone tra Schio e Santorso arriva in Consiglio regionale. A presentare un’interrogazione a risposta immediata, chiedendo l’esito delle indagini condotte dalla Ulss, sono i rappresentanti dell’Intergruppo per il benessere e la conservazione degli animali e della natura, composto da Andrea Zanoni (Partito Democratico e primo firmatario), Cristina Guarda (Lista AMP) e Patrizia Bartelle (Movimento Cinque Stelle).

“Quanto scoperto la scorsa settimana dalle volontarie dell’Anpa di Thiene, che hanno anche girato un

Leggi tutto: ANDREA ZANONI AMBIENTALISTA INFORMA

   

Pagina 1 di 26

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.