Domenica, Settembre 24, 2017
   
Text Size
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

Pianeta Oggi TV - Online All News

NEWS-FLASH - URAGANO MARIA, CROLLA LA DIGA A PORTO RICO: 70 MILA ABITANTI IN FUGA DA DUE CITTADINE INONDATE

Il bacino artificiale di Guajataca ha ceduto e le acque hanno invaso Quebradillas e Isabella. Le autorità: "Alluvioni estremamente pericolose"http://www.repubblica.it/esteri/2017/09/22/news/uragano_maria_crolla_diga_a_porto_rico-176242435/

 

 

TRATTATIVA, CHILOIRO: QUANDO RIINA MI PARLO' DI GELLI E "ZIO SARO"

Subranni e Cinà: dichiarazioni spontanee contro tutte le accuse
di Lorenzo Baldo e Miriam Cuccu
“A Palermo è diventato sindaco, ha fatto gli affari con le case. Dietro di lui c'era “L”, Licio Gelli”. Totò Riina, che dal carcere di Parma segue il processo trattativa Stato-mafia, non usa lasciarsi andare a commenti. Ma quel giorno – è il 30 marzo di quest'anno – davanti all'agente di polizia penitenziaria Cosimo Chiloiro oggi teste davanti alla Corte d'Assise di Palermo inizia a parlare. Di Vito Ciancimino, ex sindaco mafioso di Palermo, di “Binnu” Provenzano, che con don Vito “andava d'accordo”, e dello “zio Saro”, che possibilmente sarebbe il noto pregiudicato Rosario Pio Cattafi da molti considerato “trait d'union” fra la mafia barcellonese e le altre associazioni criminali, di cui Riina parla come “un trafficante d'armi straniero”.
“Ero nella saletta delle conferenze, in attività di vigilanza. – ha esordito Chiloiro – Riina cominciò a parlare durante la pausa dell'udienza. Eravamo solo io e il detenuto. In quel momento disse che voleva proseguire l'udienza per vedere se parlavano dello 'zio Saro', trafficante di armi”. Quel giorno, in aula,

Leggi tutto: TRATTATIVA, CHILOIRO: QUANDO RIINA MI PARLO' DI GELLI E "ZIO SARO"

 

NINO DI MATTEO, E IL GIORNALISMO A QUATTRO ZAMPE

(IN COLLABORAZIONE CON ANTIMAFIADUEMILA)

di Saverio Lodato
Ma quanto è rognosa, imbarazzante, politicamente scorretta, urticante, ingestibile e indigeribile, questa recentissima audizione di Nino Di Matteo alla commissione antimafia sull’infinita via crucis delle indagini e della mezza dozzina di processi sulla strage Borsellino.
Audizione secretata, come è giusto che sia.
E su richiesta dello stesso Di Matteo, il quale, essendo a conoscenza del fatto che molti contenuti delle sue indagini sono adesso a disposizione delle Procure di Palermo, Caltanissetta e Firenze, non ha voluto mettere in imbarazzo i suoi colleghi, facendo loro fretta. Ma siamo pur sempre in Italia.
E per fortuna, qualcosa di questa audizione - e verrebbe da dire, appunto, all’italiana - è trapelata. E ci riferiamo a quei pochi elementi di verità che appaiono

Leggi tutto: NINO DI MATTEO, E IL GIORNALISMO A QUATTRO ZAMPE

 

OGGI IN CONGO 7,7 MILIONI DI PERSONE RISCHIANO DI MORIRE DI FAME

Onu: «In aumento del 30% rispetto all’anno scorso» a causa della guerra sempre più violenta, infestazioni, colera e morbillo

Da decenni la Repubblica democratica del Congo (Rdc) è devastata da guerre di una violenza inaudita, i cui echi giungono attutiti e lontani alle orecchie occidentali. Eppure frammenti di quelle stesse guerre ce li troviamo di fronte ogni giorno, nelle nostre case, nelle nostre tasche. L’esempio drammaticamente più celebre è quello del coltan, minerale fondamentale per la produzione di meraviglie elettroniche come smartphone e computer: il Congo possiede dal 60 all’ 80% delle riserve mondiali di coltan, ma questa ricchezza si è trasformata in sciagura come già accaduto per diamanti, petrolio, oro. È nella “maledizione delle risorse” che affondano le radici delle milioni di morti violente consumatesi in Congo, a cui si aggiungono quelle – crescenti – per fame.

Leggi tutto: OGGI IN CONGO 7,7 MILIONI DI PERSONE RISCHIANO DI MORIRE DI FAME

 

PTV NEWS

NOTIZIARIO DI PANDORA TV - ROMA

Il Giro d’Italia 2018 parte da Israele - Regia statunitense per l'offensiva dei tagliagole ad Hama - La caccia alla streghe contro Mosca coinvolge Hollywood - Una catena di terremoti scuote il Pacifico in meno di 24 ore.

 

VEGLIA DAVANTI AL MATTATOIO IN 70 CITTA' DEL MONDO

(L'UOMO DI QUESTO PIANETA OLTRE AD INQUINARE TUTTO, STERMINA ANCHE GLI ANIMALI MANSUETI, ONORE A QUESTE ASSOCIAZIONI CHE SI BATTONO PER LA DIFESA DELLA VITA, CONTRO GLI ASSASSINI DELLA VITA) - REDAZ. PIANETA OGGI TV.

EVENTO INTERNAZIONALE "NUITS DEBOUT". VEGLIA DAVANTI AL MATTATOIO IN 70 CITTÀ DEL MONDO

Il movimento Iene Vegane aderisce all’evento organizzato dall’associazione “269Life Libération Animale” e presidierà il mattatoio G. Pessina, via Alessandro Volta 20/24, Boffalora Sopra Ticino, Milano, dal 26 settembre alle 17:00 al 27 settembre alle 5:00.

«Nuits Debout» un evento internazionale organizzato dalla sezione francese dell’associazione “269Life Libération Animale” che prevede una veglia contemporanea davanti a mattatoi in tutto il mondo per la notte del 26 settembre.

L’obiettivo è quello di attirare l'attenzione dell'opinione pubblica e dei media sullo sfruttamento animale e sul dominio umano verso gli animali rinchiusi negli allevamenti. Il presidio durerà un’intera notte davanti ai macelli e ha già avuto l’adesione di duemila attivisti in tutto il mondo in 70 città di diversi Paesi: Francia, Belgio, Svizzera, Lussemburgo, Italia, Spagna, Canada, Stati Uniti, Australia, Regno Unito, Cipro, Germania, Svezia ecc.

La notte davanti ai mattatoi è un tipo di protesta che dà vita a una nuova forma di attivismo che unisce chi combatte per i diritti degli animali e darà la possibilità a chi ha cuore il destino di ogni vivente di partecipare attivamente ad una azione diretta.

Gli attivisti di tante nazioni idealmente uniti in un unico evento combatteranno insieme lo specismo per un futuro che sia in nome dell'uguaglianza, senza sfruttamento e senza mattatoi.

Una nota del movimento Iene Vegane dichiara:“Sono azioni di protesta e di denuncia internazionali come queste che creano le basi per la nascita di un nuovo movimento che ha la forza di lottare per un mondo più giusto e capace di trasformare queste istanze in una questione politica. Vogliamo aprire gli occhi a cittadini e consumatori sulle industrie alimentari che manipolano la realtà per far credere a tutti che possa esistere una carne etica o metodi di macellazione umani. Denunciamo l’ipocrisia delle riforme sul benessere animale e la loro inefficacia. L’unico benessere animale si può ottenere smettendo ogni forma di sfruttamento”.

Leggi tutto: VEGLIA DAVANTI AL MATTATOIO IN 70 CITTA' DEL MONDO

 

PIANETA OGGI REPORTER

"LA SOCIETA' OGGI"

INTERVISTA A DOMENICO SANTIN EX SINDACALISTA DEGLI ANNI '70 FONDATORE DELL'ASSOCIAZIONE ILSICOMORO PN

www.ilsicomoro.it

IN COLLABORAZIONE CON IL CIRCUITO RST - DTT

 

VEGANOK INFORMA

 

MILANO CAPITALE DEL CANE SIMPATIA!

Domenica 24 settembre Milano diventa capitale del Cane Simpatia: arriva la 27a edizione del Raduno Cani Simpatia che si terrà nella splendida cornice del Parco Forlanini (entrata Via Taverna). Iscrizioni alla sfilata dalle 13.00 alle 15.00 inizio sfilata ore 15.30


Sfilata canina aperta a tutti: Best in show, Pest in show, Skizzo, Fedeltà ecc e “Chippa Day”, giornata della microchippatura
Una giornata in allegria, assieme al proprio pet. Questo è il “succo” della sfilata canina organizzata dalle associazioni Diamoci La Zampa e Gaia Animali & Ambiente, da decenni attive contro l’abbandono e il randagismo.

Leggi tutto: VEGANOK INFORMA

 

IL MESSAGGIO DI FATIMA E IL DEBITO

 

17 Settembre 2017

MESSAGGIO DI FATIMA E IL DEBITO

Di Flavio Ciucani

Quando si parla dei segreti, o dei messaggi, di Fatima e di altre apparizioni mariane, la mente subito si perde in scene apocalittiche. Questo è il termine più usato, apocalittico, che deriva dalla prima parola del famoso libro delle visioni di Giovanni l'apostolo. Infatti il libro inizia così:Ἀποκάλυψις Ἰησοῦ Χριστοῦ (Apokàlipsis Iesù Kristù)… Rivelazione di Gesù Cristo ”.

Apocalisse quindi significa Rivelazione. Anzi nel caso del libro di Giovanni, si legge che Gesù fece la rivelazione a Giovanni, per mezzo di un angelo, e “la consegnò per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve. ... Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e custodiscono le cose che vi sono scritte”. (Ap 1, 1-3) Credo fermamente che essere avvertiti di ciò che sta per accadere o accadrà in futuro non è un male, ma è certamente una fortuna saper in anticipo le cose che succederanno, in quanto si ha tutto il tempo di provvedere a evitare eventuali “incidenti”,

Leggi tutto: IL MESSAGGIO DI FATIMA E IL DEBITO

 

ALLUVIONE NEL LIVORNESE, DIFFICOLTA' PER IL RIFUGIO DI IHP

 

L’ALLUVIONE NEL LIVORNESE METTE IN DIFFICOLTÀ IL RIFUGIO DI IHP ITALIAN HORSE PROTECTION

Il nubifragio dello scorso 10 settembre ha provocato diversi danni al Centro di recupero di IHP Italian Horse Protection. La principale Associazione italiana che si occupa di tutela degli equidi: salva, recupera, riabilita, promuove adozioni, si occupa di investigazioni, denunce di maltrattamento e abuso, fa informazione e molto altro. Come riportato dalle cronache si è trattato di un evento eccezionale, con una portata d'acqua che ha messo in difficoltà tutta la Regione Toscana e provocato purtroppo delle vittime a Livorno.
Al rifugio di IHP sono stati allagati l'infermeria, la tettoia del fieno, alcune tettoie dei cavalli, l'ufficio e l'appartamento dei volontari.

In particolare sono stati intasati in più punti i canali di scolo dell'acqua: in queste condizioni, anche una pioggia leggera allagherebbe nuovamente la strada e l'infermeria.

Leggi tutto: ALLUVIONE NEL LIVORNESE, DIFFICOLTA' PER IL RIFUGIO DI IHP

 

VIA D'AMELIO, DI MATTEO: APPROFONDIRE LE INDAGINI SU MANDANTI ESTERNI

(IN COLLABORAZIONE CON ANTIMAFIA DUEMILA)

 

La denuncia del pm alla Commissione antimafia
di Giorgio Bongiovanni, Lorenzo Baldo e Miriam Cuccu
Altro che “errore giudiziario”. Se qualcuno ha fatto di Vincenzo Scarantino un “pupo vestito” ad arte per depistare le indagini sulla strage di via d'Amelio “questo è depistaggio”, senza girarci troppo attorno. L'ha puntualizzato davanti alla Commissione parlamentare antimafia il pm Nino Di Matteo, convocato su sua esplicita richiesta per “contribuire a ristabilire la verità dei fatti" e mettere “fine a strumentalizzazioni dannose”. Già all'indomani del 25° anniversario dell'assassinio di Paolo Borsellino e degli agenti di scorta, infatti, Di Matteo aveva domandato di essere sentito a seguito delle precedenti audizioni presiedute dalla Commissione, inclusa quella di Fiammetta Borsellino, figlia del giudice ucciso, che aveva denunciato il depistaggio facendo anche il nome di Di Matteo (all’epoca giovane magistrato).
Oggi il pm che ha recentemente varcato la soglia della Procura nazionale antimafia ha messo in fila riscontri, circostanze, avvenimenti che possono far supporre l'esistenza di un vero e proprio depistaggio, ancora tutto da “accertare in maniera opportuna”. “Se Scarantino è il 'pupo' che qualcuno ha 'vestito' – ha sottolineato Di Matteo – bisogna vedere come si è arrivati a individuarlo il giorno del suo arresto” il 26 settembre '92.

Leggi tutto: VIA D'AMELIO, DI MATTEO: APPROFONDIRE LE INDAGINI SU MANDANTI ESTERNI

 

RST SAIUZ NEWS - LIVORNO IN GINOCCHIO

LA VIOLENTISSIMA ONDATA DI MALTEMPO CHE HA COLPITO LA CITTA' DI LIVORNO, IN COLLEGAMENTO DIRETTO DA LIVORNO GIANFRANCO GUARNIERI, ALLA REGIA ROSARIO MORENO IN STUDIO MASSIMO BONELLA.

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Tot. visite contenuti : 4582876
 98 visitatori online

Video in evidenza

Pianeta Oggi News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Megachip Feed

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.